Anno 7°

sabato, 15 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Fratelli d'Italia: "Oltre al divieto dei risciò, l'amministrazione gestisca anche il traffico di auto nel centro storico"

sabato, 15 giugno 2019, 00:04

"Condividiamo il divieto dei risciò poiché rappresentano senza dubbio un pericolo per pedoni e bambini e sicuramente un intralcio nelle strette vie del centro storico, ma parallelamente chiediamo che sia gestito quanto prima anche l'annoso problema della viabilità nel centro città, da sempre mal gestito e causa di ingorghi e quotidiani".

Commenta così Fratelli d'Italia di Lucca il divieto di transito dei risciò (cioè i velocipedi a tre o quattro ruote) sulla passeggiata delle mura e in tutto il centro storico per 60 giorni, ovvero fino al 10 agosto.

Non critichiamo il divieto in sé - prosegue la nota - che condividiamo e che, ricordiamo, era stato introdotto anche dall'attuale segretario provinciale di FdI Marco Chiari quando era assessore, quanto piuttosto il fatto che occorre intervenire quanto prima anche nella gestione del traffico in centro città. Pochi vigili presenti, traffico mal gestito (sia di auto che di camion) e poco tutelato, scarsi controlli e informazioni, insomma, siamo di fronte alla più totale anarchia degli automobilisti. E' inutile vietare i risciò quando poi viene lasciata la possibilità alle auto, ai camion, ai corrieri e così via di entrare e uscire quando vogliono, senza una regolamentazione oraria. Invito il sindaco e l'assessore di competenza di informarsi su come gestiscono le altre città questo problema: tutte prevedono una determinata restrizione oraria oltre la quale non si può accedere con le autovetture nei centri storici, che diventano isole pedonali. Siamo dell'idea che la gestione di questa importante criticità vada modificata: va bene il divieto dei velocipedi, però non si può nel contempo lasciare il centro storico nel caos più totale.


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


Lucar


auditerigi


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


sabato, 15 giugno 2019, 15:45

Lucca Crea, anche il presidente Pardini, nel suo piccolo, si incazza

Lucca Crea respinge al mittente le accuse. Il presidente Mario Pardini: "Bando per collaborazioni a tempo con competenze specifiche necessarie alla manifestazione"


sabato, 15 giugno 2019, 00:00

Tambellini: “Per sedersi a un tavolo occorre partire tutti dalle stesse condizioni”

Il sindaco di Lucca risponde alla proposta avanzata dal collega di Capannori e presidente della Provincia Luca Menesini a proposito del dibattito sulla nuova viabilità


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 14 giugno 2019, 17:42

Partiti e civiche di centrodestra: "Lucca Crea, dubbi su trasparenza per sette nuovi incarichi"

I gruppi consiliari di centrodestra vanno all'attacco del bando pubblicato dalla società partecipata al 100 per cento dal Comune, avente appunto per oggetto un avviso pubblico per conferire fino ad un massimo di sette incarichi di collaborazione coordinata e continuativa da attivare per le esigenze della società


giovedì, 13 giugno 2019, 18:30

Il sindaco Tambellini ha ricevuto in comune il capo dell'ufficio economico dell'ambasciatore del Senegal in Italia Amadou Lamine Cissé

Questa mattina (13 giugno) il sindaco Alessandro Tambellini ha incontrato a palazzo Orsetti il capo dell'ufficio economico dell'ambasciatore del Senegal in Italia, Amadou Lamine Cissé, accompagnato da Enrico Cecchetti (Euro-African Partnership e Anci Toscana) e da Valeria Giusti del Polo Tecnologico Lucchese


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 13 giugno 2019, 15:16

M5S: "Per una Lucca, per un mondo plastic free, puliamo i parchi"

Domenica 16 giugno iniziativa del Movimento 5 Stelle per l'ambiente. Dalla mattina alle 9.30, dopo una piccola colazione plastic-free, i militanti pentastellati andranno a pulire tre parchi di Lucca: il parco di Via De Gasperi a S.Anna, parco giochi di Via Don Minzoni e il parco giochi di S. Filippo


giovedì, 13 giugno 2019, 14:59

Patti di cittadinanza per la gestione dei beni comuni, si estende il modello-Lucca

Il progetto dell’amministrazione condivisa sta prendendo piede e sta interessando sempre più cittadini, come emerso anche martedì (11 giugno) in occasione dell’evento “Cittadini attivi e beni comuni a Lucca”, tanto che il modello-Lucca sulla gestione dei beni comuni si estenderà ulteriormente nel prossimo futuro