Anno 7°

mercoledì, 21 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Partiti e civiche di centrodestra: "Lucca Crea, dubbi su trasparenza per sette nuovi incarichi"

venerdì, 14 giugno 2019, 17:42

"Selezioni di personale a Lucca Crea: sono cucite su misura per qualcuno?"I gruppi consiliari di centrodestra vanno all'attacco del bando pubblicato dalla società partecipata al 100 per cento dal Comune, avente  appunto per oggetto un avviso pubblico per  conferire fino ad un massimo di 7 incarichi di collaborazione coordinata e continuativa da attivare per le esigenze della società, che come noto si occupa dell'organizzazione di Lucca Comics & Games. 

"Nel bando compaiono incarichi per un totale  di oltre 117mila euro da assegnare a 7 persone per la durata di tre anni - proseguono i gruppi consiliari di partiti e liste civiche di centrodestra -. Con criteri talmente specifici che fanno sorgere piu' di un dubbio. Siamo sicuri che la trasparenza tanto sbandierata, sia effettiva? Non parrebbe. Purtroppo i casi poco chiari, quando si parla di Lucca Crea, sono molteplici. L'ultimo più eclatante esempio è quello relativo al bando per la nomina del nuovo direttore generale: alla fine il designato, che si è insediato nel febbraio del 2018,  è riuscito a spuntarla per mezzo punto rispetto agli altri concorrenti, peraltro senza  avere l'unanimità della commissione aggiudicatrice. Risultando poi colui che tutti davano per favorito. La stessa cosa che rischia di accadere per le altre 7 figure che si selezioneranno a breve, ovvero che già si sa chi alla fine quei posti andrà a ricoprirli". I gruppi consiliari di centrodestra parlando di un modus operandi su cui bisognerebbe prestare piu' attenzione. "Anche negli anni passati non erano mancate polemiche per un concorso vinto, su un totale di 350 domande arrivate, da due impiegati che lavoravano da tempo all'interno della struttura - conclude la nota siglata da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia, SìAmoLucca e Lucca in Movimento - a dimostrazione di come spesso le procedure appaiano discutibili. Facciamo appello al presidente di Lucca Crea affinché faccia verifiche sull'ultimo bando pubblicato e se non sia il caso, una volta appurate eventuali inopportunità, di prendere le distanze da questo modo di operare sganciandosi dalla morsa di un direttore generale che vuole fare "la prima donna" mettendo in secondo piano la figura del presidente".  


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


Lucar


auditerigi


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


martedì, 20 agosto 2019, 16:09

SiAmoLucca e Lucca in Movimento: "Turismo, si torni a investire in promozione e ad essere presenti nelle principali fiere internazionali"

A commentare la situazione sono i gruppi consiliari di SìAmoLucca e Lucca in Movimento


martedì, 20 agosto 2019, 15:13

Quirinale, il deserto dei... barbari

Mentre Conte sale verso il Quirinale a trovare Mattarella (sic) Matteo Salvini non ci sta e risponde a critiche e accuse. Inciucio Pd-5Stelle, italiani presi per il culo


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 20 agosto 2019, 06:30

Renzi-Cinque Stelle: le parole non sono pietre

Oggi potrebbe nascere una nuova maggioranza tra Pd e 5Stelle: eppure se ne sono detti di tutti i colori e la lingua in bocca sa tanto di... teoria Gender


martedì, 20 agosto 2019, 06:15

Il Papa nero: "Africani non partite, e intanto la Open Arms rifiuta tutto tranne l'Italia"

“Non illudete i giovani, in Europa i soldi non crescono sugli alberi. L' Europa e l' America possono essere di grande aiuto non incoraggiando i giovani ad arrivare come se in Europa trovassero il paradiso, un posto dove i soldi crescono sugli alberi, ma aiutando i paesi da dove vengono”


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 19 agosto 2019, 17:08

Si è insediato il nuovo commissario di Fratelli d'Italia a Lucca

Dopo il primo incontro ufficiale fra Paolo Marcheschi e i due vice commissari Marco Chiari e Vittorio Fantozzi


lunedì, 19 agosto 2019, 10:29

Maratona Gazzette: il Risiko del Governo. Martedì 20 ore 15, in diretta dal Senato la crisi minuto per minuto

Ci siamo. Il D-Day è martedì 20 alle 15, quando in Senato il presidente del Consiglio Conte farà le sue comunicazionie dopo potrebbero aprirsi scenari da fantapolitica, con un’unica regola: tutti i partiti si apprestano a salvare se stessi.