Anno 7°

venerdì, 3 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Salvini, kopfuber gehangt

mercoledì, 14 agosto 2019, 22:42

di aldo grandi

Non è la prima volta che la pubblicistica tedesca prende a pesci in faccia - o almeno ci prova - il nostro scalcagnato Stivale e bisogna dire che in tutte le occasioni in cui ciò è avvenuto lo ha fatto in maniera figurativa, ma molto, molto pesante. Ed esplicita. Questa volta la vignetta di Marian Kamensky, personaggio nato in Slovacchia e attualmente residente in Austria, già autore per Der Spiegel in passato, è andato oltre e ha disegnato un Salvini impiccato a testa in giù di fronte a una folla inferocita e, si suppone, esultante. Il giornale tedesco ha escluso ogni pubblicazione del genere così come altri hanno rilevato che il fumettista non ha origini tedesche, ma noi che qualcosa di storia ricordiamo, non facciamo fatica a pensare che in Slovacchia il tedesco è ben conosciuto e in Austria altrettanto e che notoria è l'influenza tedesca in entrambi i paesi. 

Diciamo questo perché, in fondo, o nel profondo se si preferisce, c'è sempre qualcosa nell'animo teutonico che richiama alla mente la persecuzione del popolo ebraico. A partire dal medioevo e fino al Seicento e forse più, in Germania si era soliti praticare la Judenstrafe in italiano pena di gioventù. Consisteva nell'impiccare gli ebrei per la testa anche accanto a uno o due cani essendo questi ultimi animali considerati ritualmente impuri che non potevano essere tenuti come animali domestici.

In un caso l'ebreo, secondo quanto racconta il teologo luterano Jakob Andreae, le autorità ecclesiastiche cercarono di convertire l'uomo impiccato che era già stato attaccato dai cani, in modo da poter assicurare la remissione dei peccati. Il condannato fu, quindi, battezzato e la punizione temporale-terrena si trasformò nell'impiccarlo per la gola mitigando, in un certo senso, la punizione.

Ora, la vignetta ritrae un Salvini a testa in giù in questo simile a Benito Mussolini a Piazzale Loreto con Claretta Petacci, una delle pagine più vergognose anche se, in parte, comprensibili della storia italiana. Ma noi riteniamo che in un modo o nell'altro a quelle latitudini, intendiamo vicine ai confini tedeschi, in qualche modo e per sua sfortuna l'ebreo c'entri sempre a prescindere. 

Inutile dire cosa pensiamo di questa vignetta. Fa schifo, ma ancora più schifo fa il silenzio della Sinistra che, a parti invertite, avrebbe preteso una risoluzione di condanna da parte dell'Onu. La realtà è che i politicanti di sinistra, incapaci e privi di qualsiasi argomentazione che non sia quella di andare contro gli italiani e gli interessi del nostro Paese, mostrano la loro reale faccia, quella della crudeltà a senso unico, dei gulag di sovietica memoria, dei campi di detenzione in Cambogia, delle prigioni cinesi. Essi vogliono condurre il paese verso una guerra civile non dichiarata il cui unico scopo è imporre al popolo sovrano una sostituzione etnica e una volontà contraria. 

Con i tedeschi o si comanda o si obbedisce erano soliti dire i nostri avi. E' così ancora oggi. 


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400

elettroKDM

tambellini

tuscania

toscano

auditerigi

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


venerdì, 3 luglio 2020, 18:15

"Strade insicure: questa è la fotografia di Lucca guidata dalla sinistra"

Lo dichiara il capogruppo di opposizione di centrodestra Marco Martinelli a margine di un sopralluogo svolto in Via di Moriano a San Cassiano di Moriano


venerdì, 3 luglio 2020, 18:12

Mascherine gratuite: il Comune consegna i dispositivi di sicurezza

Mascherine gratuite: il Comune consegna i dispositivi di sicurezza nelle zone più periferiche del territorio, rimaste scoperte dalla distribuzione della Regione


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 3 luglio 2020, 12:45

Guidotti: "Manifattura, opposizione incoerente"

Così il consigliere di maggioranza del comune di Lucca, Roberto Guidotti, commenta quanto dichiarato dall'opposizione durante la conferenza stampa di ieri


venerdì, 3 luglio 2020, 12:27

Un albero per ogni nuovo bimbo: il presidente del Consorzio Ridolfi scrive ai primi cittadini

“Caro sindaco, piantiamo tanti alberi insieme”. Il presidente del Consorzio Ridolfi scrive ai primi cittadini, e propone una collaborazione per il progetto “un albero per ogni nuovo bimbo” e per ottenere i 5milioni di euro messi a bando dalla Regione per nuove piantumazioni.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 3 luglio 2020, 11:46

Raccolta firme Lega, week-end di gazebo in tutta la provincia

Segretari, militanti e sostenitori si sono impegnati ancora una volta per lanciare questa iniziativa in tutto il territorio provinciale: dalla Versilia a Lucca e alla piana, passando per la Garfagnana


giovedì, 2 luglio 2020, 11:45

L'opposizione chiede a gran voce Catella e Bertocchini sul banco... del consiglio comunale

Sette firme per sette 'fratelli', necessarie a chiedere la convocazione di un secondo consiglio comunale straordinario sulla ex Manifattura tabacchi