Anno 7°

giovedì, 16 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Interruzione di gravidanza, Del Greco bacchetta Martinelli e Testaferrata

martedì, 30 giugno 2020, 17:27

Il consigliere comunale Silvia Del Greco replica immediatamente all'intervento dei consiglieri comunali Martinelli e Testaferrara sull'interruzione di gravidanza:

La Toscana è stata la prima Regione ad adottare l’interruzione volontaria di gravidanza, con la Ru486, ritenendola più sicura dell’IVG chirurgico. Ora è la prima a prevederne l'attuazione anche negli ambulatori, purché collegati con gli ospedali. La Toscana sarà la prima Regione a prevedere la somministrazione della Ru486 al di fuori dell'ospedale, ma sempre in collegamento con l'ospedale, in ambulatori specializzati e autorizzati.

Presto in Toscana le donne potranno effettuare l'interruzione volontaria di gravidanza farmacologica anche nei poliambulatori pubblici adeguatamente attrezzati e funzionalmente collegati agli ospedali. Questo grande passo di civiltà lo stabilisce la delibera approvata dalla giunta della Regione Toscana nella seduta di lunedì 29 giugno.

Servono misure che garantiscano il diritto ad un aborto sicuro, a ricevere informazioni sulla sua prevenzione e ad accedere alla contraccezione, d’emergenza e non, raggiungendo anche giovani e donne straniere.

Un aborto sicuro, in un ambiente professionale, con operatori pronti e capaci, un sistema perfetto che combatte contro un altro sistema che è quello degli aborti clandestini, nel 2020 assistiamo a numeri da capogiro, in Italia viviamo un’oscillazione elevatissima tra i 10mila e i 13mila aborti clandestini all’anno.

Più di una donna su 10 rischia la propria salute con un aborto fai-da-te. Servono operatrici e operatori preparati e costantemente aggiornati. Servono strutture in grado di offrire, nei tempi e nelle procedure, il servizio migliore per garantire la protezione della salute delle donne che vogliono abortire in sicurezza.

Grazie alla regione Toscana per questo grande passo di civiltà.

 


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400

elettroKDM

tambellini

tuscania

toscano

auditerigi

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


giovedì, 16 luglio 2020, 14:22

Nuovo ponte sul Serchio: esito favorevole della conferenza dei servizi decisoria della Provincia

Menesini: "Il bando di gara internazionale in pratica è pronto. Appena ci danno il via libera da Palazzo Orsetti pubblichiamo la gara di appalto"


giovedì, 16 luglio 2020, 14:17

"No alla speculazione sull'area sud della Manifattura Tabacchi"

Il partito comunista denuncia la grave e imbarazzante situazione in merito al programma di recupero dell'area sud dell'ex manifattura tabacchi, area che, assieme al baluardo San Paolino, rischia di essere svenduta ad un soggetto privato senza che i cittadini lucchesi sappiano in concreto cosa e come si andrà ad operare...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 16 luglio 2020, 13:50

S. Concordio, l'assessore Lemucchi 'dichiara' guerra ai comitati

“La Montagnola non si tocca, non solo la lasceremo lì dov’è, ma la valorizzeremo insieme alla zona umida dei Chiariti”. Lo dice l’assessore ai Quartieri Social, Giovanni Lemucchi, che spiega nel dettaglio l’intervento


mercoledì, 15 luglio 2020, 14:50

Via Nottolini: una mozione in consiglio per ricollocare l’antica fontana

I consiglieri di minoranza Barsanti, Bindocci, Santini e Di Vito hanno protocollato una mozione per chiedere a Sindaco e Giunta di ricollocare l'antica fontana in ghisa tolta a causa dei lavori di riqualificazione


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 15 luglio 2020, 10:19

Minniti (Lega): "Legge sull'omofobia attentato alla libertà di espressione"

Come si fa a non condividere quanto manifestato in questo intervento dal consigliere comunale della Lega Giovanni Minniti? Vogliono imporci il pensiero unico dominante targato Lgbtq: non possiamo non ribellarci


martedì, 14 luglio 2020, 18:16

Sottopasso Porta Sant'Anna, Marchini: "Rassicuro Martinelli: qui la politica non c'entra niente..."

Il sottopasso di Porta Sant'Anna è sostanzialmente terminato. I tecnici, negli ultimi sopralluoghi, hanno deciso due aggiustamenti nell'ottica di migliorare ulteriormente la sicurezza per i pedoni che lo attraverseranno sul lato di Sant'Anna e che sono attualmente al vaglio della Soprintendenza