Anno 7°

giovedì, 9 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Per Lucca e I Suoi Paesi: "Cortile degli Svizzeri venga liberato dalle automobili"

martedì, 2 giugno 2020, 09:29

Il gruppo "Per Lucca e I Suoi Paesi" interviene, con una nota stampa, in merito al dibattito sui parcheggi in centro avanzando proposte e considerazioni.

"Nella nostra città - esordisce - il dibattito sui parcheggi in centro è da anni molto acceso e coloro i quali si schierano per ridurre sempre più la possibilità di accedere in auto in questa o quella piazza sottolineano, tra le altre cose, come gli spazi monumentali, privi di mezzi meccanici siano meglio valorizzati sotto il profilo estetico. Ci stupisce che questo dibattito non si sia mai focalizzato sul Palazzo Ducale e sugli spazi che lo circondano. Se è vero infatti che piazza Napoleone venne pedonalizzata ai tempi del sindaco Pietro Fazzi, è altrettanto vero che i cortili interni del palazzo, in particolare il Cortile degli Svizzeri, sono ancor oggi utilizzati come parcheggio. La stessa cosa può dirsi per la piazza San Romano, che è a disposizione delle automobili dei residenti; piazza San Romano è uno spazio significativamente connesso con il Palazzo Ducale, dato che esso sulla piazza prospetta con una delle sue facciate e dato che sulla stessa piazza si trovano le antiche scuderie borboniche".

"Il parcheggio delle automobili nel Cortile degli Svizzeri - afferma - è dovuto alla presenza del comando provinciale dei Carabinieri e della Prefettura. Ci sembra auspicabile che il comando dei Carabinieri resti nel centro della città e non finisca, come purtroppo successo a molti uffici, fuori dalle Mura. Ci sembra però anche necessario che lo spettacolare Cortile degli Svizzeri, opera di Bartolomeo Ammannati, venga liberato dalle automobili. Dato che è in corso il dibattito sull’utilizzo e restauro della ex Manifattura dei Tabacchi ci chiediamo perché non si pensa a proporre all’Arma dei Carabinieri di trasferirsi nella Manifattura stessa. In quel contenitore si potrebbero comodamente trovare spazi più ampi e funzionali per il comando e anche per il parcheggio di chi ci lavora e dei mezzi di servizio. Lo spostamento del Comando potrebbe poi aprire la possibilità di un migliore assetto degli uffici della Prefettura, la quale dovrebbe certo restare a Palazzo Ducale, ma liberando almeno in parte gli appartamenti dei duchi di Lucca i quali dovrebbero diventare un percorso museale o espositivo a disposizione della città. Sempre nell’ottica di una valorizzazione del bellissimo palazzo torniamo a chiedere, come facciamo da anni, che vengano abbattuti i quattro cedri che si trovano nel cortile settecentesco intitolato a Francesco Carrara. Questi alberi non permettono di godere dell’architettura, sono dimensionalmente fuori contesto e non hanno un particolare valore botanico. Si piantino cento nuovi alberi altrove, ma si dia giustizia al cortile progettato da Filippo Juvarra e Francesco Pini!"

"Per quanto riguarda infine la piazza San Romano - conclude - ci pare urgente e necessario che si preveda di riutilizzare i cortili interni della ex caserma Lorenzini come parcheggio. Sappiamo del problema della bonifica ambientale, problema che in qualsiasi nazione del mondo sarebbe risolto in tempi relativamente brevi, ma il ripristino del parcheggio è necessario ed urgente. Solo riaprendo il parcheggio si potrebbe, da un lato ricavare nella caserma un cospicuo numero di stalli a pagamento, ma anche una quindicina di posti per residenti che permetterebbero di liberare parte della piazza San Romano rendendo dignità alla facciata neogotica delle Scuderie Borboniche, anch’essa oggi resa invisibile da alberi di nessun valore messi a dimora dai militari senza alcuna attenzione al valore architettonico dell’edificio".


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400

elettroKDM

tambellini

tuscania

toscano

auditerigi

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


mercoledì, 8 luglio 2020, 18:34

Santini e Martinelli: "Crolla il gradimento di sindaco e Comune, mentre la giunta è spaccata per le candidature alle Regionali"

"L'amministrazione comunale e Tambellini hanno perso definitivamente la fiducia dei lucchesi, e la città è tenuta in ostaggio da una giunta divisa e spaccata dalla campagna elettorale regionale". Lo dichiarano in una nota congiunta i capigruppo di opposizione Marco Martinelli (centrodestra) e Remo Santini


mercoledì, 8 luglio 2020, 09:04

Sicurezza a Lucca, Santini (Lega): "Città presa d’assalto, il sindaco cosa fa?"

E' duro l’affondo di Mauro Santini (Lega) dopo i recenti fatti di cronaca che hanno visto protagonista il capoluogo provinciale


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 7 luglio 2020, 11:47

Appalti pubblici, il comune annulla la gara per gli impianti elettrici del teatro del Giglio

Classica 'pecionata' procedurale portata alla luce grazie alla segnalazione di ASSISTAL, l’Associazione Nazionale Costruttori di Impianti e dei Servizi di Efficienza Energetica - ESCo e Facility Management, aderente a Confindustria, che aveva inviato al Comune di Lucca un’istanza di annullamento


martedì, 7 luglio 2020, 09:46

Parchi giochi di piazzale San Donato e Saharawi: un'occasione per una città più accessibile e accogliente

Lucca accessibile, accogliente, che guarda a tutti e parla a tutti. È questo il progetto dell’amministrazione Tambellini, sostenuto dall’assessore alla partecipazione e al decoro, Gabriele Bove


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 6 luglio 2020, 16:10

L'opposizione: "Bene l'ok di Fondazione e Coima a venire in consiglio su ex Manifattura, no a progetti precofenzionati"

"La giunta Tambellini ha mentito, tentando di sottrarsi al confronto su un progetto epocale e discutibile, ma ora è stata smascherata. Il progetto va discusso in tutti i suoi dettagli, no a soluzioni già decise"


domenica, 5 luglio 2020, 10:00

Martinelli: "Sulle mura mascherine abbandonate ovunque"

Lo dichiara il capogruppo di centrodestra Marco Martinelli a seguito di un sopralluogo. Martinelli da sempre impegnato a difesa del decoro e dell'ambiente torna a chiedere all'amministrazione comunale di prendere provvedimenti più incisivi