Anno 7°

mercoledì, 28 ottobre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Di Vito, Barsanti e Bindocci: "Su ex Manifattura la Fondazione si confronti con la città"

martedì, 22 settembre 2020, 18:33

"Registriamo ancora una volta, e sinceramente ce ne dispiace, il nervosismo della Fondazione Cassa. Ma il passo indietro del Comune  sulla variante urbanistica per l'ex Manifattura, che scontenta sicuramente chi avrebbe voluto un'operazione molto più facile e semplificata, è a tutto vantaggio di Lucca. E ciò è stato possibile solo grazie al grande lavoro fatto dall'opposizione in Consiglio e dalle associazioni". Lo sottolineano in una nota i consiglieri comunali Alessandro Di Vito, Fabio Barsanti e Massimiliano Bindocci.

"Con il piano attuativo inserito nella variante (che non abbiamo votato a causa del grave mancato rispetto dei tempi di consegna della documentazione e perché ancora non ci convince) e' stato comunque fatto un passo avanti, ora il recupero dell'ex Manifattura è maggiormente tutelato - spiegano -  ma occorre precisare che l'Amministrazione ha modificato la variante anche perché costretta dalle scadenze, dall'assenza del parere della sovrintendenza e dal rischio di ricorsi contro la prima versione, che permetteva il permesso diretto a costruire". 

E proseguono: "Alla Fondazione che parla di querele - continuano i tre consiglieri - ricordiamo come sia essa stessa ad essersi calata nella discussione pubblica cittadina, avendo l'ambizione di decidere la politica urbanistica della città, e proponendo la sua visione sulle scelte fondamentali per il futuro del centro storico. Se decide di entrare nella logica del dibattito politico, la Fondazione deve dunque accettare anche lo stile di questo tipo di dialettica politica. Nessuno può pensare di essere immune dalle critiche, soprattutto se si è di fronte a un progetto di così forte impatto".

"Rimandiamo dunque le accuse al mittente - concludono -. Un ente che vuole fare del prestigio il suo punto di forza, deve mettersi nell'ordine di idee che il confronto, seppur acceso, è quanto mai necessario. Ribadiamo di voler vedere l'ex Manifattura strappata dal degrado, ma senza scelte calate dall'alto. Piuttosto con funzioni che evitino la realizzazione di 90 appartamenti o scelte come spazi per nuove attività commerciali".


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400

elettroKDM

tambellini

tuscania

toscano

auditerigi

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


martedì, 27 ottobre 2020, 19:12

“Misure a sostegno di famiglie e imprese il comune faccia la sua parte”

Lo ha dichiarato durante la seduta di consiglio comunale di oggi Marco Martinelli capogruppo di centrodestra


martedì, 27 ottobre 2020, 18:45

Tambellini scrive a Giani: “Tre richieste per ridurre i tempi di attesa e anticipare il virus, senza rincorrerlo"

Test rapidi antigenici in farmacia, impiego di personale amministrativo per il lavoro burocratico relativo al tracciamento, più semplificazione nell’inserimento dei dati nel portale regionale. Bah...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 27 ottobre 2020, 16:27

Parco Sant’Anna: "Bene gli autovelox, ora gli attraversamenti dei lavori pubblici partecipati"

L'Associazione Parco di Sant'Anna commenta la notizia dell’attivazione degli autovelox su alcune strade a rischio incidenti da parte del comune di Lucca


martedì, 27 ottobre 2020, 16:21

SìAmoLucca: “S.Luca saturo, si riattivino subito i posti letto al Campo di Marte"

Secondo i consiglieri comunali della lista civica, in questi sette mesi è mancata la prevenzione e siamo al punto di partenza


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 27 ottobre 2020, 15:04

"È il momento dell'unità, il nostro nemico comune è il virus"

Sono le parole dei consiglieri comunali dell'amministrazione Tambellini, Roberto Guidotti, con delega al lavoro, Cristina Petretti, con delega alla sanità, Teresa Leone, presidente della commissione consiliare politiche formative e Pilade Ciardetti, presidente della commissione consiliare sociale


martedì, 27 ottobre 2020, 14:55

Benvenuti (Confesercenti): "Primo stop bar e ristoranti alle 18 e primi problemi"

E’ Daniele Benvenuti, responsabile area Lucca di Confesercenti Toscana Nord, a raccontare la prima sera di “semi lockdown” per i pubblici esercizi, scandita dalla protesta locale delle attività che hanno mantenuto le luci accese e da quella regionale in piazza della Repubblica a Firenze