Anno XI

mercoledì, 3 marzo 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

No ringhiere sulle Mura: oltre mille firme in tre giorni per le petizione di SìAmoLucca

lunedì, 22 febbraio 2021, 15:16

di barbara ghiselli

"Noi non siamo contrari agli interventi di messa in sicurezza delle Mura ma solo nei punti veramente pericolosi che sono cinque o al massimo sei e non certamente a estendere le balaustre per tre chilometri come invece risulta dal progetto dell'amministrazione comunale". Queste le parole di Remo Santini, capogruppo della lista civica SiAmo Lucca, alla conferenza stampa che si è tenuta questa mattina sulle mura, all'altezza di Porta San Donato, nella quale sono state illustrate alcune importanti novità relative al progetto sulla messa in sicurezza del monumento. Oltre a Santini erano presenti: Serena Borselli e Alessandro Di Vito, consiglieri comunali di SiAmo Lucca, la segretaria politica di SiAmo Lucca Roberta Betti, Lorenzo Natali del direttivo di SiAmo Lucca e Massimo Mallegni, senatore di Forza Italia.

Santini si è detto molto soddisfatto che la petizione promossa da SiAmo Lucca su change.org per dire no alle nuove ringhiere sulle mura abbia raggiunto in soli tre giorni più di 1150 adesioni e il suo auspicio è che questo numero possa aumentare velocemente.

"Tutto ciò fa capire come i cittadini non siano per niente concordi con il progetto; – ha fatto presente Santini che ha poi continuato – da pochi giorni siamo entrati in possesso degli atti dello stesso e siamo rimasti allibiti nel constatare che il comune di Lucca voglia non solo installare ringhiere anticaduta nella parte interna delle mura estendendole a gran parte del perimetro del monumento e inserire delle balaustre anche all'interno dei baluardi ma anche montare dissuasori in pietra con o senza catene e mettere ringhiere sopra alcune porte tra le quali quella di porta San Donato".

Santini ha poi spiegato che l'operazione rientra nel piano di sicurezza della cerchia urbana ma rischia di snaturare per sempre il simbolo della città.

Ha poi aggiunto:"Riteniamo quindi più che sufficiente potenziare la segnaletica sui rischi, sostituire le alberature mancanti e procedere a un potenziamento dei controlli dei vigili urbani e magari creare un albo di volontari che, possano controllare eventuali comportamenti scorretti da parte di chi transita sulle mura. Di protezioni ce ne sono già molte, è giusto intervenire per mettere in sicurezza i punti più rischiosi ma siamo contrari a una proposta invasiva come quella fatta dall'amministrazione comunale".

Della stessa opinione anche Di Vito e Borselli che hanno sottolineato come il progetto della messa in sicurezza delle mura debba essere deciso attraverso un processo partecipativo, tenendo conto quindi anche degli opinioni dei cittadini e di alcuni studiosi come Roberta Martinelli e Raffaello Nardi che si sono detti contrari alla proposta fatta dall'amministrazione comunale.

"Per questo progetto – ha poi ricordato Santini – saranno utilizzati 2 milioni di euro ricevuti dal ministero dei beni culturali. Perchè non usarli invece per ristrutturare i sotterranei e per fare tutti gli interventi necessari a far sì che le Mura siano riconosciute patrimonio dell'Unesco?".

Santini ha inoltre dichiarato che il progetto dell'amministrazione comunale non è ancora definitivo perchè deve essere ancora discusso durante la conferenza dei servizi e ha poi mostrato una lettera dove la Soprintendenza mette alcune riserve alla proposta, come quella dove si dichiara che "i parapetti di nuovo inserimento non dovranno essere posti in aderenza ai paramenti murari, ma a una distanza di almeno 15 centimetri". "Il nostro prossimo passo sarà infatti quello di fissare un incontro con la Soprintendenza" ha aggiunto.

"Le Mura sono un monumento inestimabile per cui Lucca è conosciuta in tutto il mondo, - ha concluso poi Mallegni – ed è per questo che ogni cambiamento deve essere fatto con molto cautela e non solo per evitare le responsabilità dell'amministrazione comunale. Altrimenti sarebbe come se si chiudesse una strada perchè vi sono successi degli incidenti. E' necessario quindi fare un'attenta riflessione prima di prendere qualsiasi decisione".

Il link per firmare la petizione:

https://www.change.org/p/comune-di-lucca-no-alla-ringhiere-sulle-mura-di-lucca?utm_source=share_petition&utm_medium=custom_url&recruited_by_id=62861b50-71d9-11eb-bf65-21aeed468a7f

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400

elettroKDM

tuscania

toscano

auditerigi

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


martedì, 2 marzo 2021, 13:41

Ex manifattura, Santini: "Comune proroga i termini per valutare proposta Coima, ci avevamo visto giusto sulle criticità"

A rendere noto lo slittamento al 25 marzo è l'ex candidato sindaco Remo Santini, attuale capogruppo della lista civica SìAmoLucca in consiglio comunale


martedì, 2 marzo 2021, 11:06

Servizio Europa di area vasta: gestiti quasi due milioni di euro per i progetti realizzati dal territorio

Menesini: «Un servizio che rende ancor più evidente l'importanza del ruolo della Provincia come 'Casa dei Comuni'»


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 1 marzo 2021, 16:09

Capitale della cultura, FdI: "Scontro fuori dal tempo"

Così Fratelli d'Italia descrive la contesa tra Viareggio e Lucca per il titolo di città capitale della cultura 2024. Uno scontro che sta alimentando inoltre, le discussioni politiche sul destino dell'ex Manifattura Tabacchi


lunedì, 1 marzo 2021, 14:12

“Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia in piazza a Lucca a fianco degli imprenditori e lavoratori”

Lo dichiara in una nota il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia al Comune di Lucca presente alla manifestazione di Piazza Napoleone indetta da Confcommercio Lucca -Massa Carrara e Confesercenti Toscana nord


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 28 febbraio 2021, 21:43

Italexit di Paragone apre anche a Lucca

Italexit, il partito politico sovranista e antieuropeista fondato da Gianluigi Paragone, si costituirà anche a Lucca


domenica, 28 febbraio 2021, 18:52

Ex manifattura, da sinistra 'attacco' a Tambellini per il progetto Coima-Fondazione

Rifondazione Lucca rivolge una domanda al sindaco Alessandro Tambellini chiedendo chiarezza su un aspetto fondamentale della questione ex manifattura