Anno XI

venerdì, 22 ottobre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Progetto Lucca: "Manca una visione politica della città, quali prospettive di sviluppo e crescita economica?"

venerdì, 24 settembre 2021, 19:16

di chiara grassini

Nasce l'associazione Progetto Lucca, un'organizzazione che ha un obiettivo ben preciso: portare avanti una nuova fase di condivisione politica sull'uso dei beni comuni basata sul processo di partecipazione attiva dei cittadini.

"L'associazione è aperta a tutte le professionalità e a chiunque abbia la volontà di progettare insieme un futuro identitario per una città in cui l'identità si è persa - ha spiegato la presidente Lodovica Giorgi che ha portato i saluti istituzionali -. L'associazione nasce grazie a una serie di istanze di partecipazione molto note. Basti pensare al dibattito sulla destinazione Campo di Marte, sull'utilizzo degli spazi comuni nel quartiere di San Concordio e sulle vicende della manifattura sud".

Secondo Giorgi ciò che manca a Lucca è una visione politica della città, una prospettiva di sviluppo, di benessere, di crescita economica e intellettuale. Di fatti, Progetto Lucca ha dato vita a un contenitore, cioè un laboratorio dove "le istanze possono trovare espressione e confronto".

"Vogliamo una destinazione che sia funzionale allo sviluppo della città e soprattutto dobbiamo "capire qual è l'idea di sviluppo e decidere quale utilizzazione dei beni. Non stabilire l'uso in funzione dell'occasione - ha concluso la presidente che ha passato la parola agli interventi successivi".

Elvio Cecchini, già presidente dell'ordine degli architetti di Lucca, ha sottolineato l'importanza del dialogo con la cittadinanza in merito alle vicende della manifattura così come la tutela e l'indirizzo di pubblica utilità. Ha inoltre fatto la distinzione tra fattibilità urbanista, che spetta all'amministrazione, e progetto esecutivo rivolto al privato."Occorre coinvolgere tutte le realtà cittadine per un processo partecipato e un modello di gestione unitario, consapevole e con un approccio flessibile".

Andrea Rapaccini, presidente di Music Innovation Hub Spa - Impresa Sociale e presidente del comitato promotore della rete dei beni comuni, ha messo in evidenza il seguente fatto: "Non si possono fare processi di rigenerazione urbana a Lucca da altre città come Roma o Milano" passando poi al concetto di musica."Non è solo performance e intrattenimento ma uno strumento di cambiamento sociale e che unisce oltre ad essere un mezzo di rigenerazione economico, un bene comune messo a disposizione dalla comunità - ha dichiarato Rapaccini -".

Nel corso del suo intervento ha riportato esempi di rigenerazione urbana in Italia come nel caso di Bologna, dove un ex mercato è stato preso in gestione da un'orchestra formata prevalentemente da giovani. Rapaccini ha spiegato che cosa fare in 20 mila metri quadrati all'interno della manifattura. Tra i moduli presentati la promozione all'educazione musicale, coworking di filiera e uffici, un'officina musicale, la presentazione di eventi musicali  via radio. festival e conferenze.E per gli studenti dell'università del turismo puntare su musica e sport ma anche uno spazio dedicato ai libri e alla sala del silenzio.

Alessandra Di Caro, esperta di turismo musicale, ha sottolineato che il settore è uno strumento di sviluppo economico, sociale e culturale. Per capire meglio, ha riportato esempi di città europee dove l'industria musicale offre opportunità di lavoro. E' il caso di Liverpool, dove è nato il gruppo dei Beatles. Si punta molto su attività culturali in modo da rendere viva la città tutto l'anno dando così lavoro a oltre 2300 lavoratori. Basta pensare a Nashville o a Melbourne. Nel primo caso si valorizza la musica country, nel secondo la musica dal vivo, o meglio live music. In Italia invece Cremona, la città famosa per il violino.

La direttrice di coro e musicologa dell'ISSM "L. Boccherini" Sara Matteucci ha ripercorso brevemente il ricco passato storico e artistico di Lucca citando alcuni nomi di compositori per rendere l'idea di quanto fosse importante. Tra essi Nicolao Dorati, Luigi Boccherini, Alfredo Catalani e Alfredo Catalani oltre al già rinomato Giacomo Puccini.

Tornando al presente Matteucci ha precisato alcuni aspetti significativi da migliorare. "Quando facciamo i grandi eventi con il coro e l'orchestra dell'Issm non c'è una capienza sufficiente per tutto il pubblico che vorrebbe intervenire - ha detto .Non si creano dei rapporti scambi in un vero clima musicale creativo. Se riusciamo a migliorare questi aspetti Lucca si merita il riconoscimento (Lucca città della musica) come Bologna e Pesaro dove è nato Rossini".

Mazzoli, invece, ha proiettato lo sguardo del conservatorio Boccherini sul futuro soffermandosi sulla parola apertura. Il punto chiave è il cambio di visione e di prospettiva, cioè includere nuovi generi musicali  come i laboratori di musica elettronica, quella popolare, passando dal jazz fino ad arrivare alla musicoterapia."Se crediamo in queste prospettive faremo certamente un salto di qualità - si è espresso il direttore dell'Istituto Superiore di Studi Musicali che ha precisato che su 500 studenti il 15 per cento provengono dall'estero".

Il dibattito si è poi spostato su un altro tema, "Il processo di progettazione partecipata proposto per la manifattura sud" con il responsabile operativo di Moosa, rete di imprese musicali, nonché Antonio Ardiccioni. E infine Johnny Dotti, imprenditore sociale e presidente di E.One impresa sociale e co-fondatore del comitato promotore della rete dei beni comuni.


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400

elettroKDM

tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


giovedì, 21 ottobre 2021, 22:25

Martinelli: "Maggiore attenzione alla conservazione dei monumenti presenti nel centro storico"

Lo dichiara Marco Martinelli presidente del gruppo consiliare di Fratelli d'Italia al comune di Lucca durante il consiglio comunale di questa sera


giovedì, 21 ottobre 2021, 09:29

Milite Ignoto, Barsanti (Difendere Lucca): "Esempio unificante per la Nazione, importante la cittadinanza onoraria"

Commenta così il consigliere comunale Fabio Barsanti la delibera per la concessione della cittadinanza onoraria lucchese al Milite Ignoto


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 20 ottobre 2021, 18:51

Santini: "Sopralluogo di Music Innovation Hub alla Manifattura, il sindaco ci dà ragione"

Il capogruppo di opposizione per SìAmoLucca: "Ancora una volta ci ha derisi per poi arrivare sulle nostre posizioni: meglio tardi che mai"


mercoledì, 20 ottobre 2021, 18:31

Giorgio Del Ghingaro, il Pd dice basta col 'turismo politico': sindaci e buoi dei paesi tuoi

In un documento approvato in vista del congresso dal Pd di Viareggio si delinea chiaramente la linea del partito che è anche quella ribadita da Tambellini e Panchieri: Giorgione resti a casa sua nel Compitese e mai più sindaci foresti. E poi saremmo noi i razzisti?


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 20 ottobre 2021, 17:56

Centrodestra, senza unità a rischio... estinzione: come prima, più di prima

Un'analisi personale, superficiale, modesta e riferita al quadro nazionale, ma con sottese preoccupazioni locali. Anche in considerazione delle involuzioni del cdx sulla scelta, ormai urgente, del candidato sindaco di Lucca: così stando le cose andrà a finire come a Milano, Roma e altrove. Che peccato...


martedì, 19 ottobre 2021, 16:15

Chiosco “da Piero”, Difendere Lucca: “Manca la volontà del Comune di salvarlo”

Interviene così il movimento Difendere Lucca sulla distruzione del chiosco fuori porta Santa Maria denominato "Specialità da Piero"