Anno XI

domenica, 5 dicembre 2021 - Giornale non vaccinato

Facebook Twitter YouTube

Politica

"L'ex manifattura tabacchi deve rimanere tutta pubblica"

sabato, 23 ottobre 2021, 17:28

Il gruppo 'Uniti per la manifattura' sente nuovamente il dovere di esprimersi su quel che si sta 'muovendo' a Lucca intorno alla ex manifattura tabacchi.

"La ex Manifattura tabacchi deve rimanere tutta pubblica - esordisce -. Non si deve mettere all'asta neanche un metro quadro! Assistiamo sconcertati al balletto di notizie inerenti la ex Manifattura. Il 29 settembre diverse associazioni e comitati territoriali hanno consegnato alla Regione Toscana oltre 1400 firme dei cittadini lucchesi che chiedevano, in base alla legge regionale 46/2013, di realizzare, prima di prendere qualsiasi decisione sul futuro della ex Manifattura, un percorso partecipativo capace di costruire scelte condivise e consapevoli sulla sua riqualificazione e sulle nuove funzioni da ridefinire insieme: associazioni, cittadini, soggetti economici e istituzionali".

"Il 5 ottobre - afferma Uniti per la Manifattura - il consiglio comunale, tenuto on line, con voto unanime della maggioranza, delibera la messa all'asta di metà della ex Manifattura sud, senza alcuna spiegazione logica e in modo del tutto arbitrario. Un autentico schiaffo alla richiesta di trasparenza e partecipazione che la città invoca da tempo. Dopo pochi giorni altro cambiamento, la comunicazione che la vendita riguarderà circa un terzo dell'immobile per una cifra irrisoria: un lotto di circa seimila metri quadri per una cifra di 1.500.000 di euro. Quindi avanza, senza alcuna apparente razionalità, l'ipotesi spezzatino a prezzi ribassati".

"Improvvisamente - incalza - l'amministrazione, abdicando ancora una volta al suo ruolo di guida e custode super partes dell'interesse del territorio e dei cittadini, mette all'asta una parte di un bene culturale pubblico, tifando apertamente e pubblicamente perché sia acquistata da un preciso soggetto economico in funzione di un affitto ad una multinazionale olandese. E questo a ridosso peraltro della fine del suo mandato. Non si spiega perché si deve svendere un terzo della ex Manifattura, in base a quale disegno, non si capiscono i motivi veri di questa scelta che appare priva di un senso logico".

"Inoltre - continua - questa amministrazione manifesta tutta la scorrettezza istituzionale (soltanto o anche oltre la legge?) e l'arroganza autoreferenziale disattendendo completamente quelli che erano i cardini della sua azione programmatica (vedi programma 2017): partecipazione e trasparenza. Sul piano della Partecipazione, tocca sentire il segretario del Partito Democratico del centro storico che la definisce Irricevibile. Sul piano della Trasparenza, tutta l'operazione Manifattura è stata contraddistinta da una serie di atti, spesso contraddittori, opachi, se non addirittura border line, rispetto alle stesse normative".

"Noi - conclude - riteniamo irrinunciabile che Sindaco, maggioranza e futuri candidati già designati, abbiano la... compiacenza e soprattutto sentano il dovere di spiegare alla cittadinanza i motivi di questa vendita. Un opportuno segnale di discontinuità. Cosi come riteniamo giusto che la proprietà di questo bene rimanga pubblica. Ben vengano progetti che ne valorizzino la funzione e l'uso, che proiettino Lucca in una prospettiva futura. Ma essenziale è che la cittadinanza possa comprendere e valutare, anche in considerazione del voto a cui saremo chiamati nella prossima primavera. Abbiamo impedito con una forte e civile mobilitazione la svendita totale della ex Manifattura. Ci spieghino ora perché si sono imbarcati in una nuova, ambigua operazione che porterebbe comunque a disastrosi risultati di svendita".


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400

elettroKDM

lamm

tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


sabato, 4 dicembre 2021, 19:47

Ex manifattura, Cantini e Guidotti rispondono alle critiche: "Le bugie fanno allungare il naso"

Dopo le accuse provenienti da ogni lato e da ogni schieramento politico, relative al vendita dell'ex manifattura e dell'ex guardia di finanza da parte dell'amministrazione comunale, Cantini (Lucca Civica) e Guidotti (PD) rispondono con un comunicato facendo chiarezza, rispedendo così gli attacchi al mittente


sabato, 4 dicembre 2021, 18:33

Lega: "Primarie o tavolo, la scelta del candidato uscirà dal territorio"

Riccardo Cavirani e Salvadore Bartolomei della Lega intervengono in merito allo svolgimento dei lavori del tavolo politico per la scelta del candidato sindaco a Lucca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 4 dicembre 2021, 18:06

"Quando vengo a Lucca mi devo mascherare per non essere riconosciuto…"

Giorgio Del Ghingaro, sindaco di Viareggio, ironizza sulla sua comparsata in città con tanto di mascherina anche all'aperto - assurdo - cappello ed ombrello


sabato, 4 dicembre 2021, 16:53

Bindocci replica alle accuse: “Bianucci non ci ha capito nulla”

Dopo i recenti attacchi attacchi da parte del consigliere comunale con delega alle politiche giovanili Daniele Bianucci, del partito "Sinistra con", il pentastellato Massimiliano Bindocci risponde a tono attraverso un comunicato in cui parla di coerenza, impegno politico e consapevolezza


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 4 dicembre 2021, 14:33

Le sette idee per Lucca di Francesco Raspini: si parte da periferie e persone

Periferie e persone. È questa ia prima delle sette idee che Francesco Raspini, candidato alle primarie del centrosinistra del 19 dicembre prossimo, ha inserito nel suo manifesto programmatico


sabato, 4 dicembre 2021, 14:28

Mercanti: "Primarie Pd, a Raspini e Vietina l’augurio di un buon lavoro"

Il consigliere regionale Valentina Mercanti interviene sulle primarie del Partito Democratico e le candidature di Francesco Raspini e Ilaria Vietina alla guida della città di Lucca