Anno XI

giovedì, 2 dicembre 2021 - Giornale non vaccinato

Facebook Twitter YouTube

Politica

SìAmoLucca: "Col nuovo piano operativo oltre 50 mila metri quadri di nuove costruzioni"

martedì, 26 ottobre 2021, 18:17

"Il Piano Operativo proposto dal Comune presenta evidenti criticità:  da un lato esaspera alcuni principi appena accennati nel Piano Strutturale, dall'altro, contiene vere e proprie novità mai discusse e contraddice spesso se stesso,  la cosa più clamorosa è che prevede una quantità di nuovi insediamenti in territorio rurale  (23.830 metri quadri)  superiore a quella prevista in territorio urbanizzato (27.200 metri quadrati) per un totale di nuova edificazione, rispetto ad ora, di oltre 50.000 metri quadri". A sostenerlo sono i consiglieri comunali Remo Santini, Alessandro Di Vito e Serena Borselli della lista civica SìAmoLucca. Che scendono nel dettaglio con alcuni esempi.

"Per l'area S.Vito, Tempagnano, Arancio, Antraccoli sono previste nuove edificazioni per 9000 metri quadrati, pari a più del doppio di quanto previsto per l'area Lucca Centro che comprende il centro storico e immediata periferia – spiegano - mentre per l'area Piana di Lucca - Ovest (e, più precisamente, per S.Anna), è prevista una nuova edificazione per complessivi 4.100 metri quadrati. E ancora, nella zona dell'Acquacalda,  è prevista  nuova edificazione per 4.130 metri quadrati,  superiore a quanto previsto per tutte le altre aree sopra citate".

Secondo quanto rilevato dalla lista civica SìAmoLucca, Il Piano Operativo  prevede pesantissimi oneri aggiuntivi (in aggiunta a quanto già dovuto a titolo di oneri di urbanizzazione e per costo di costruzione) in tutti i casi di nuova edificazione. "In particolare o pone a carico dell'edificante l'obbligo di cedere gratuitamente al Comune, per la realizzazione di spazi pubblici, una superficie pari, mediamente, al 50% dell'area interessata dall'intervento – sottolineano Santini, Borselli e Di Vito - o in caso di interventi residenziali, agli oneri aggiuntivi si aggiunge poi un ulteriore onere (in natura e/o in denaro a favore dell'edilizia sociale, che poteva essere graduata diversamente. Il tutto con il rischio di rendere antieconomici gli interventi previsti e, quindi, di bloccarli. A ciò si aggiunge poi il rischio, per i proprietari di aree interessate da previsioni di nuova edificazione, di vedersi espropriare la quota parte della relativa area destinata a spazio pubblico, qualora il Comune intenda darvi corso prima dell'intervento del privato".

I tre consiglieri comunali sottolineano come la previsione di oneri aggiuntivi implichi che per tutti i nuovi insediamenti (ovverosia le nuove costruzioni) sia necessario il ricorso a strumenti attuativi (Piano Attuativo; Progetto Unitario Convenzionato; Permesso di Costruire convenzionato) molto gravosi: sia per i cittadini (in termini di costi, tempi e complicazioni burocratiche), sia per gli Uffici Comunali, considerando che durante la vigenza del regolamento urbanistico 2004 e la successiva Variante del 2012 i Piani Attuativi approvati furono di pochissime unità. "Strumenti attuativi sono inoltre previsti anche per molti altri interventi di cui alcuni estremamente complessi come gli interventi all'ex Scalo merci, alle Ex officine Lenzi e all'Ex Molino Pardini – proseguono gli esponenti di SìAmoLucca - La logica conclusione di tutto ciò è un prevedibile ingolfamento e conseguente paralisi degli Uffici comunali preposti, con la pure prevedibile conseguenza che – dal momento che le previsioni del Piano hanno valenza quinquennale – la gran parte degli interventi e, quindi, degli obiettivi del Piano non si realizzeranno. Manca inoltre un chiaro ed inequivoco criterio in base al quale, per i vari interventi, il Piano Operativo prevede la superficie da cedere gratuitamente al Comune per la realizzazione di spazi pubblici così come per gli interventi in aree degradate e dequalificate. Per quanto concerne poi gli interventi ammissibili nelle aree non soggette a nuova edificazione, molto spesso sono previsti incrementi di superficie predeterminati in una percentuale fissa rispetto all'edificato esistente". 

La lista civica tocca poi un altro aspetto. "Il Piano Operativo prevede un anche un massiccio ricorso agli espropri per la realizzazione di opere pubbliche, molte quali di dubbia utilità e necessità, fino a prevedere l'esproprio di oltre 2400 particelle fondiarie, di cui meno della metà per viabilità  -  affermano Santini, Di Vito e Borselli -. In sostanza il Piano prevede di colpire, con espropri, qualche migliaio di famiglie e, quindi, con effetti sproporzionati tra sacrificio imposto al singolo cittadino e benefici dell'opera". Infine una considerazione su trasparenza e tempi. "Il Piano Operativo è composto da 57 volumi a cui si aggiungono oltre 190 tavole cartografiche – concludono gli esponenti di SìAmoLucca – e a questo va aggiunto che ai consiglieri comunali sono stati concessi solo 22 giorni per esaminare la pratica e redigere gli eventuali emendamenti. Uno scandalo".


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400

elettroKDM

lamm

tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


giovedì, 2 dicembre 2021, 12:40

Raspini dà il via alla campagna elettorale: mille firme a sostegno

Depositate stamani le firme a sostegno della candidatura di Francesco Raspini per le primarie del centrosinistra, in programma il 19 dicembre. Il numero massimo è stato raggiunto e ampiamente superato


giovedì, 2 dicembre 2021, 12:20

Scuola Paladini-Civitali, Fantozzi-Martinelli: "Promesse non mantenute dal Pd. Studenti e lavoratori costretti al disagio dei container"

Lo dichiarano il consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Vittorio Fantozzi, ed il capogruppo in consiglio regionale a Lucca, Marco Martinelli


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 2 dicembre 2021, 10:36

Bindocci: "Ma l’incontro con gli studenti è diventato uno spot elettorale?"

Il consigliere comunale di minoranza di Lucca, Massimiliano Bindocci, commenta l'incontro con i rappresentanti degli studenti al quale non è stata invitata l'opposizione


giovedì, 2 dicembre 2021, 08:55

Comitato S.Concordio: “Un fiume di cemento armato nel parco della Montagnola”

Il comitato di quartiere 'Per San Concordio' torna ad intervenire in merito alla Galleria Coperta e alla cementificazione avviata ieri


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 1 dicembre 2021, 20:05

Chiusure locali per mancato rispetto suolo pubblico, Barsanti (Difendere Lucca): "Metodi discutibili e provvedimenti esagerati"

Ancora un provvedimento riguardante il commercio, ancora critiche verso l'amministrazione comunale. Ad intervenire è il consigliere di Difendere Lucca Fabio Barsanti che, in apertura di consiglio comunale, ha giudicato i provvedimenti di chiusura (una decina) particolarmente gravi e presi con metodi da rivedere.


mercoledì, 1 dicembre 2021, 16:17

Manifattura, Santini invia diffida al Comune: "La vendita all'asta è irregolare"

Il capogruppo di SìAmoLucca: "Non ci sono i requisiti necessari richiesti dalle norme e dai regolamenti, la cessione non deve essere perfezionata"