Anno 7°

lunedì, 17 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Giaco

GIACO' FUORIPORTA:  LA CONCORRENZA COMMERCIALE E' UN VALORE AGGIUNTO

Borgo Giannotti, 1 Lucca - tel 0583 426045


Il Giacò Fuoriporta, è un piacevole locale all'esterno di Porta Santa Maria, in zona Borgo Giannotti. L'insegna è un simpatico gioco di parole con il nome del proprietario Gianni Coppola, diminuito in Giacò.

Gianni, cosa offre il suo locale?
Serviamo colazioni la mattina, pranzi, anche di lavoro, per proseguire, nel pomeriggio, con la caffetteria tradizionale. Almeno per il momento non ci occupiamo del dopo cena, ma l'arrivo della bella stagione potrà permetterci di allungare l'orario di apertura. Poi c'è l'aperitivo, dalle 19 alle 21.30.

E prossimamente aprirà la yogurteria, giusto?
Sì il nostro yogurt sarà completamente biologico, non utilizzando polveri, bensì una formula che lo renda piuttosto zuccherato, attraverso lo zucchero d'uva. Il risultato, effettivamente, sembra rispondere bene a ciò che ci aspettavamo. Per quanto riguarda il gelato, accompagneremo all'offerta delle classiche coppe, il gelato alcolico.

Non ne ho mai sentito parlare. Ci spieghi di più, è un prodotto di sua ideazione?

No, è una assoluta novità per Lucca. Ma le novità sono belle se presentate a mano a mano, per adesso sveliamo che si tratterà, ad esempio, di abbinamenti con rum o baileys e gelato alla frutta. Così assaporare il gusto di un liquore o di un aperitivo, fino a ieri solo bevuto, mangiando un gelato, sarà qualcosa di davvero particolare. A Roma e Milano è già un trend molto forte. Ovviamente si tende sempre a prendere spunto dalle varie realtà, a Lucca come in altre zone. Per partire con una nuovo prodotto, le persone hanno sempre bisogno di capirlo.

La clientela lucchese è aperta alle novità o difficile da conquistare?
I lucchesi sono molto tradizionalisti, riguardo ai locali ed alle novità. Ma in un secondo momento si lascia coinvolgere, soprattutto se il prezzo è ritenuto consono ad un certo tipo di prodotto e se il risultato è piacevole. Altrimenti si tratterà di una moda passeggera e la novità sarà solo fine a se stessa. Invece se il prodotto piace, avremo la curiosità di assaggiare altri prodotto simili. Sarà allora che nascerà una tendenza.

Ci descriva il Giacò.

Questo è un locale tranquillo. Abbiamo impostato la nostra attività in modo da permettere ai clienti di gustare un aperitivo, parlando in tranquillità, senza musica assordante, all'interno di un ambiente decisamente soft. Per quanto riguarda la nostra musica, proponiamo musica dal vivo, invitiamo dj o ci colleghiamo con radio americane. Offriamo un po' di tutto.

Parliamo del movimento serale. Lucca è viva, di sera?
La mia realtà lavorativa è diversa da quella del centro di Lucca. Mi trovo dalla parte opposta del movimento serale che si è formato, secondo me, anche grazie alla collaborazione fra vari locali. Sono uno dei pochi locali serali del Giannotti. Sarebbe opportuno che qualche mio collega iniziasse a guardare anche alla sera come prospettiva lavorativa. Perché paradossalmente e contrariamente a quanto si pensi, se avessi concorrenti lavorativi sul Giannotti, sarebbe molto meglio. Potrebbe crearsi un movimento serale anche in questa zona. Credo che oggi, nel mercato, occorra puntare sulla collaborazione, creando gruppo fra i locali e lavorando sulla qualità dell'offerta. Questo, almeno, è come personalmente vedo la situazione.


Visto il periodo di campagna elettorale, lei, da esercente, cosa consiglierebbe all'amministrazione comunale per rilanciare il commercio nell'area di Lucca e dell'immediata periferia?
Bella domanda. Ritengo che Borgo Giannotti sotto il profilo estetico sia stato abbandonato. I marciapiedi e l'illuminazione, che, forse, risale addirittura a quarant'anni fa, andrebbero adeguati: ed è un peccato, perché questa resta una bella via commerciale cittadina. C'è bisogno di un restyling.

E la questione dei parcheggi?
Nel centro città si è cercato di attirare le persone con la proroga degli stalli gratuiti, dopo le 18 e 30.
Qui al Borgo l'amministrazione ha fatto un ottimo lavoro, con i parcheggi alla rotatoria. Ma questa non è l'unica soluzione per sostenere gli esercenti. Infatti riguardo al settore turistico, siamo stati in parte tagliati fuori, a causa di una fermata dei pullman turistici troppo lontana. Non hanno creato una situazione tale nella quale il turista sia tentato dallo spingersi verso la nostra zona, prima di entrare in città. Si deve evitare che, su questa via, siano presenti solo servizi interinali e banche. Borgo Giannotti ha bisogno di linfa, per incrementare il commercio.

 


Ricerca nel sito