Anno 7°

lunedì, 10 dicembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Ristorante Al Viale

Viale San Concordio, 548 - Lucca - tel. 0583 418269

Alzi la mano chi non conosce e chi non è mai stato, almeno una volta, a sorseggiare un caffè o a mangiare una pizza o a papparsi un bel fritto misto di pesce al bar-ristorante Al Viale a San Concordio? Bene, segno evidente che il locale, di proprietà, da sempre, di Eugenio Volpe e Gabriella Nelli, è, ormai, diventato un'istituzione. "Sono ventotto anni che io e mio marito - racconta - abbiamo creato questo ristorante.

Tutti e due siamo nati sotto il segno del leone, caparbi e testardi, ma appassionati e innamorati del nostro lavoro. Cos'ha di particolare Al Viale? Innanzitutto una cucina genuina, con attenzione al pesce, uno spaghetto allo scoglio o una frittura mista la devi assaggiare, prima o poi. Per non dimenticare le pizze, dalle 16, qui da una vita c'è Quirino, l'unico, vero mago della pizza.

Per il resto, siamo tutti una grande famiglia che si aiuta e che collabora cercando di dare il meglio". Vediamola, questa formazione: al bar c'è uno dei più bravi, veloci, precisi barman di Lucca, Ivano, uno di quei baristi che, se lo trovi, non te lo fai scappare perché, da solo, vale mezzo locale! Sempre dietro al bancone Daniela, Raffaella e Martina; al ristorante Mauro, Cristina e Alessandra; in cucina Pietro, Wilda, Zampa e, appunto, Quirino. "Prima di aprire questo locale - continua Gabriella - avevo lavorato quindici anni al panificio Chifenti in via San Paolino.

Mio suocero gestiva, invece, il ristorante dell'albergo Universo. Eugenio ha seguito le sue orme e, alla fine, eccoci qua. Il 1 maggio 2011 festeggeremo i 28 anni di età del ristorante. Sacrifici? Tanti, a cominciare dal fatto che non si è mai liberi, ma sempre dipendenti dagli orari del locale. Il mercoledì è l'unico giorno di riposo, ma, in fondo, di riposo ce n'è ben poco. Siamo aperti, infatti, tutti gli altri giorni della settimana dalle 6 all'una di notte. Soddisfazioni? Tante, altrimenti non saremmo ancora qui. Io sono di S. Maria a Colle, mio marito di Capannori.

Ci accomuna una grande passione per questo lavoro. Conoscere gente, vedere che se ne vanno contenti di aver mangiato da noi è un grosso regalo. Lucchese? Sì, mio marito è un supertifoso, avevamo anche il club rossonero Al Viale, facevamo delle cene e delle riunioni. Poi, con il fallimento, la cosa è scemata, ma il tifo, quello, non muore mai".


Ricerca nel sito

Suncar Superammortamento