Anno 7°

domenica, 9 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche

"Minikit sì, ma per controllare i consumi delle abitazioni"

lunedì, 1 ottobre 2012, 22:31

Gentile Direttore.... In risposta all’articolo di venerdì 28....(non vuol essere una risposta sarcastica né difensiva da parte della nostra categoria di manutentori) http://www.lagazzettadilucca.it/piana/2012/09/un-minikit-per-controllare-in-remoto-i-piccoli-depuratori/

Beh, che dire, un ottimo metodo per confermare la Leadership della suddetta Azienda locale. Leadership volta, con questo metodo, a controllare anche i reali consumi domestici delle acque potabili (visto che Acque SPA ha il monopolio sul controllo delle acque dell’acquedotto), infatti molti cittadini utilizzano l’acqua potabile per usi non domestici, quali l’irrigazione di campi e giardini, riempimento piscine, lavaggio auto etc. Utilizzi non conformi alle normative previste dall’azienda che in questo modo potrebbe tramite il mini kit (forse verrà anche dotato di contatore, chissà), controllare l’effettivo consumo delle acque che passano dal contatore dell’acquedotto domestico, (visto che poi alla fine del ciclo l’acqua di casa “dovrebbe” passare da un impianto di depurazione) e punire, ove riscontrato, consumi anomali delle acque potabili. Forse questo è il nobile scopo del mini kit, non certo quello di controllare il VERO funzionamento degli impianti di depurazione acque reflue, i quali per natura hanno bisogno di regolari controlli MANUALI (non in “remoto”) di manutenzione, dove i parametri vengono regolati via via in base alle reali necessità dell’impianto. Dovremmo lavorare di più sulla coscienza del cittadino, una coscienza che dovrebbe aver la meta di minimizzare gli sprechi, riutilizzare le risorse e mantenere in perfetta efficienza i vari macchinari domestici (che costano bei soldi), fra questi depuratori, caldaie etc. con una regolare manutenzione. In questo modo i costi di gestione si abbasserebbero, il cittadino potrebbe risparmiare sulle bollette e contribuire al risanamento ambientale (cosa che dovrebbe essere la meta principale di ognuno di noi, non certo avere la Leadership sui vari monopoli)..... Detto questo la saluto caro Direttore, sperando che queste parole non siano portate via dal vento.....finché anche questo non verrà....telecontrollato, o lo è già?


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

auditerigi

tuscania

il casone

toscano

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


venerdì, 7 agosto 2020, 16:12

"Mettere in sicurezza la Sarzanese"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera, firmata da una cittadina lucchese, in cui si evidenziano alcune criticità sul territorio con un richiamo all'amministrazione comunale


giovedì, 6 agosto 2020, 20:42

Digital Money Revolution: i pro e i contro dei pagamenti digitali obbligatori

Il Governo spinge sui pagamenti digitali, e non è una novità. Non sono pochi però i pro e i contro che animano il dibattito sulla questione


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 6 agosto 2020, 20:28

"Io penso, dunque sono. Ma forse sarebbe meglio non pensassi… avrei meno problemi"

George Orwell: “Gli animali volgevano lo sguardo dal maiale all’uomo e dall’uomo al maiale. E ancora dal maiale all’uomo, ma era già impossibile distinguere l’uno dall’altro”


mercoledì, 5 agosto 2020, 14:58

Evitare la nicotina grazie alla sigaretta elettronica

Fumare sigarette e consumare i derivati del tabacco potrebbe diventare qualcosa che appartiene solo al passato ma che si perpetua tutt’ora a causa della dipendenza da nicotina; oggi fumare assume un nuovo significato a causa della responsabilità di cui si è consapevoli e dalla quale non ci si può sottrarre


mercoledì, 5 agosto 2020, 12:56

Picchi: "La poca credibilità del candidato Marchetti"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Liano Picchi, ambientalista, in risposta al consigliere regionale di Forza Italia ed ex sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti


mercoledì, 5 agosto 2020, 12:56

"La Piana di Lucca respira veleni e non succede niente"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera aperta sullo stato della slute della gente che abita la Piana al di là di ogni valutazione di carattere economico o ambientale