Anno XI

sabato, 18 settembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : in giro per il mondo,il mondo per un giro

Alfio Bardolla e il suo Rich Now ovvero il Vangelo della ricchezza

domenica, 29 settembre 2013, 10:31

di camillo auricchio

Ho scelto due compagni di viaggio, ho prenotato tre posti nell'area premium per un corso a Milano e tre soggiorni all'Hotel Sheraton di Malpensa. Partiamo il venerdì pomeriggio da Lucca dopo una corsa affannata per non arrivare a Milano troppo tardi. Domattina alle 8.30 c'è la registrazione e poi immersione totale nel corso fino a domenica sera alle 20. I miei amici di viaggio non sanno di cosa si tratta. Li ho scelti in maniera appropriata. Voglio fare un progetto di business con loro e penso che questo corso ci possa illuminare e aiutarci.

Viaggio pieno di discorsi e riflessioni sulla vita, sul lavoro, tante domande sull'Africa, sulla Romania, Malta tutti mondi in cui mi sto muovendo negli ultimi anni. Arrivo in stanchezza rinfrescato dalla bellissima cornice dell'Hotel Sheraton della Malpensa, pieno di mondo e di umanità globale. Cena leggera, due chiacchiere e via a letto. Il letto è stupendo e la mattina arriva con gioia. Non vedo l'ora di immergermi in questa esperienza. I miei amici cominciano ad intravedere qualcosa dallo stand. Intanto si studiano i personaggi che frequenteranno questo corso. Ecco si scopre il sipario.

É un corso sulla ricchezza. Anzi la definizione giusta è La Libertà Finanziaria. Allora sappiamo cosa cercare nell'umanità che vediamo aggirarsi intorno alla mega sala dove un grande Alfio terrà il suo show. Osserviamo tutti i corsisti. Ci sono tre aree una gold, una premium e un esclusive. I personaggi sono già divisi per categoria, ci sono giovani stralunati e alternativi, scoppiati con gli occhi che raccontano disperazione e l'abbigliamento del viaggio della speranza, ci sono personaggi distinti e curati. I discorsi che si sentono sono i più disparati. Tutti fremono per iniziare. Noi ci posizioniamo nell'area premium e osserviamo questo ambiente enorme carico di 400 persone in attesa del messia Alfio.

Le luci si abbassano, inizia un video che parte dalle motivazioni della crisi con tanti punti integrativi che cominciano ad entrare nel cervello. Scorre sul video l'evoluzione del mondo negli ultimi venti anni. Ci rendiamo conto come tutto sia cambiato, la tecnologia, il sistema capitalistico, il lavoro, la vita in famiglia, i sogni. Tutto è cambiato troppo velocemente. Ci mostrano la differenza tra le offerte di lavoro di venti, dieci anni fa e oggi. Scopriamo che oggi esistono lavori che hanno dei nomi strani e che non sappiamo cosa significano.

Oggi se sai fare solo il magazziniere non hai alternativa devi andare in Vietnam o in Cambogia, da noi non esiste più questo mestiere. Ci rendiamo conto che la crisi è nella nostra incapacità di uscire dalla zona di comfort in cui eravamo abituati a vivere e che ci sono tanti settori che prosperano con la crisi. La crisi non esiste. Dopo questo flash di bombardamenti arriva Alfio, sempre uguale a dieci anni fa, eccolo che domina la scena e comincia il suo percorso per insegnarci la strada della ricchezza. Ci coinvolge, ci rende partecipi.

Inizia un flusso di dolore e positività in tutte le direzioni. La sua ricetta è semplice. Scacciare via il demonio che i "soldi sono sporchi" e iniziare il percorso delle entrate automatiche. Tutto è affascinante e doloroso allo stesso tempo. Qualcuno interviene non nascondendo il suo sconforto arrivando a flagellarsi in pubblico perché ha scoperto di essere nella cacca più totale. La scena continua uguale per le due giornate del corso. Alla fine c'è la scena conclusiva. Tutta la sala rimane ad occhi chiusi. Alfio ci fa immaginare di sollevarci dalla nostra postazione e salire sopra il tetto dell'Hotel osservare il mondo dall'alto, salire su una nuvola bianca ed iniziare un viaggio.

Ci porta prima ad un ruscello dove rivediamo rispecchiate le immagini della nostra vita da bambini ad adulti, poi riprendiamo il viaggio fino a trovarci ad un bivio: è il giorno dopo il corso, dobbiamo scegliere la direzione. A destra c'è il percorso del dolore dove giorno dopo giorno non riusciamo a modificare la nostra vita, resteremo per sempre poveri. Qualcuno ansima, si sente nella sala tanta sofferenza. A sinistra c'è il percorso della positività giorno dopo giorno se si riescono ad applicare i metodi di Alfio e alla fine si raggiunge la libertà finanziaria. Qui succede quello che non ci si aspetta. Molti si alzano in piedi e cominciano a gridare Si, Si, Si. Sembrano invasati, sono usciti dalla sofferenza. Cala il sipario, si va a casa. Il viaggio serve per smaltire la curiosità accumulata e ascoltare la partita del Napoli a Milano. Arriviamo a Lucca a notte inoltrata e aspettiamo il mattino per prendere la nostra nuvola e cercare il bivio. Vedremo come sarà il futuro. Sicuramente abbiamo un vantaggio, siamo positivi per natura.......


Questo articolo è stato letto volte.


auditerigi

tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


lunedì, 20 settembre 2021, 09:16

Assicurazione auto foglio rosa: tutto quello che c’è da sapere

Il foglio rosa, che precede il rilascio della patente vera e propria, è una tappa attraverso cui sono passati tutti i patentati, poi: che non tutti i fogli rosa poi si convertano in patenti, questo è un altro paio di maniche


venerdì, 17 settembre 2021, 19:45

"Ponte sul Serchio, a quando l'inizio dei lavori?"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di Giuseppe Nardi, cittadino di Torre in Valfreddana, che si chiede a quando l'aggiudicazione e l'inizio dei lavori per il ponte sul Serchio


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 17 settembre 2021, 17:42

"Che fine ha fatto il bando di appalto per la vendita del depuratore di Veneri?"

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento, firmato da Tommaso Panigada e Giovanni Bertilacchi, sull'annunciato e mai pervenuto appalto pubblico per l'alienazione del depuratore di Veneri di proprietà dei comuni di Pescia e Villa Basilica


venerdì, 17 settembre 2021, 11:09

La redingote di Napoleone

La figura di Napoleone, anche se appena tratteggiata nella penombra in uno dei tanti ritratti a lui dedicati, è immediatamente riconoscibile per due attributi inconfondibili, il mitico cappello, detto petit chapeau, bicorno o feluca, e la celebre redingote grigia che divennero gli elementi iconografici napoleonici maggiormente conosciuti dal grande pubblico


giovedì, 16 settembre 2021, 08:55

'Appello di un vecchio arnese del centrodestra (leghista) a provare a vincere, finalmente, le elezioni comunali del capoluogo'

Francesco Pellati interviene con una precisazione sul titolo della sua ultima puntata della rubrica La Lanterna con il quale desidera spiegare perché non fosse proprio completamente d'accordo


martedì, 14 settembre 2021, 23:43

"Una processione di S. Croce da dimenticare, una vera e propria umiliazione... Meglio non farla"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa bella, dolorosa, ma realistica analisi inviataci dalla mamma del dottor Marco Simonetti alla quale, evidentemente, la Luminara di S. Croce non è piaciuta per nulla. Come darle torto?