Anno 7°

martedì, 31 marzo 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

Legambiente: "Come può essere definita "vintage" una protesta che chiede il rispetto di leggi e procedure?"

martedì, 3 febbraio 2015, 21:57

di michele urbano

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Michele Urbano di Legambiente Lucca in risposta all'articolo apparso sulla rubrica Ce n'è anche per cecco a cena sulla antenna Tim in corso di installazione a S. Alessio:

Come può essere definita "vintage" una protesta che chiede il rispetto di leggi e procedure? La vicenda delle autorizzazioni concesse con il silenzio assenso per gli impianti telefonici di S. Alessio in Via Fonda e di Pontetetto in via Pattana è paradigmatica in relazione alla necessità all'attuazione del Piano della Telefonia radiomobile in vigore. Infatti la variante al Regolamento Urbanistico del Comune di Lucca in merito alla localizzazione degli impianti per la telefonia mobile condiziona il rilascio del titolo autorizzativo ad apposita deliberazione di Consiglio Comunale, sentito il parere dell'Osservatorio Permanente della Telefonia Mobile (parere non vincolante), allorché l'ubicazione della Stazione Radio Base progettata ricada al di fuori delle aree preferenziale individuate dalla variante urbanistica in parola (deliberazione C.C. n. 90 del 13/12/2005 e s.m.i.). Le pratiche relative ai tre impianti di telefonia radio base in questione hanno avuto il passaggio in data 09/01/2014 e 25/02/2014 dalla Commissione dell’Osservatorio Permanente, che ha espresso parere negativo.

Il 08/05/2014 c'è stato il passaggio alla Commissione LL.PP. e successivamente, in serata, le pratiche erano state inserite all'ordine del giorno del Consiglio Comunale. Nel corso dello stesso, il consigliere Battistini ha relazionato sulla necessità di far slittare l'esame delle pratiche ad altra data impegnando l'A.C. a riproporle nuovamente al Consiglio unitamente ad un ordine del giorno sul nuovo piano della telefonia mobile www.youtube.com/watch?v=52P2KJwTrqI#t=6314 [2] Le cose, come sappiamo, sono andate diversamente: le "pratiche" in oggetto non sono più tornate in Consiglio, il silenzio assenso ha sostituito il titolo autorizzativo che il Consiglio avrebbe dovuto formulare e, nel frattempo, delle tre "pratiche" si è persa memoria, perdendosi così l'occasione per trovare il corretto punto di incontro fra le esigenze delle compagnie telefoniche e la necessità dell'Amministrazione Comunale di rispettare e far rispettare il regolamento comunale nell'ambito della cornice legislativa vigente.

E' utile ricordare che, a confermare l'efficacia del potere regolatore del Comune, è recentemente intervenuto il Consiglio di Stato che ha riconosciuto la sussistenza di un peculiare spazio della fonte regolamentare comunale in materia di autorizzazione per impianti di radiotelefonia ai sensi del Regolamento comunale, in relazione alla legittimità del diniego dell'autorizzazione, sia al fine di assicurare il corretto posizionamento urbanistico e territoriale degli impianti, sia al fine di minimizzare l’impatto delle installazioni sulle popolazioni, purché la pianificazione adottata non sia tale da impedire od ostacolare, ingiustificatamente, l’insediamento nel territorio comunale degli impianti stessi, i quali rispondono ad un interesse di carattere generale. Ci siamo rivolti, quindi, anche formalmente al Consiglio Comunale: è giunto il momento di applicare con maggior rigore lo strumento regolatore vigente del Piano della Telefonia radiomobile che afferisce al Regolamento Urbanistico (aggiornandolo alle necessità di evoluzione della rete), in maniera che le scelte in materia di localizzazione degli impianti delle Stazioni Radio Base (SRB) siano ispirati a criteri condivisi ed alla massima trasparenza fra tutti i soggetti interessati, in un ottica di razionalizzazione degli interventi, anche al fine di destinare i proventi economici derivanti da tale scelta allo sviluppo armonico della rete ed al monitoraggio dei Campi Elettromagnetici delle antenne delle Stazioni Radio Base (che destano preoccupazione nella popolazione).

Quanto al Sindaco ed alla Giunta non possiamo che raccomandare il rafforzamento della già valida struttura tecnica comunale preposta alle autorizzazioni delle stazioni Stazioni Radio Base, anche a fronte dell'inevitabile aumento delle domande che deriverà dal nuovo sviluppo della rete mobile (in quanto funzionali a tutta una nuova tipologia di servizi associati e ad un diverso utilizzo viene fatto dei sistemi mobili). La questione, quindi, è generale e non riguarda solo l'antenna di S. Alessio: l'Amministrazione comunale intende svolgere il ruolo che la legge gli attribuisce, ovvero di rispettare e far rispettare una pianificazione razionale per installare gli impianti di telefonia mobile, o ritiene che il regolamento per la localizzazione di tali impianti, approvato dal Consiglio comunale, non abbia alcun valore?


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

auditerigi

tuscania

il casone

toscano

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


lunedì, 30 marzo 2020, 13:54

"Non è colpa nostra se vendiamo a otto euro le mascherine"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento della proprietà della farmacia di viale Marti con cui si spiegano le ragioni di avere, in vendita, a otto euro le mascherine per l'emergenza Coronavirus


lunedì, 30 marzo 2020, 10:44

Rifiuti a San Concordio, qualcuno può evitare di abbandonarli e qualcun altro, invece, li può raccogliere?

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa segnalazione, l'ennesima, inviataci da un abitante di San Concordio che vorrebbe vedere risolto il problema del deposito di rifiuti da parte di persone scarsamente dotate di senso civico


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 29 marzo 2020, 21:43

"Come ha fatto il papa, anche a Lucca una veglia del vescovo con il volto santo e l'effige mariana"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo suggerimento inviato dal dottor Lombardi del centro pedagogico olistico di Lucca rivolto al vescovo monsignor Giulietti


domenica, 29 marzo 2020, 16:29

Cartomanzia e tarocchi, una breve storia

Si chiama cartomanzia un particolare metodo di divinazione, che utilizza delle tessere di un mazzo di carte per l’interpretazione di ciò che avverrà nel futuro


domenica, 29 marzo 2020, 10:21

Rischio psicologico al tempo del Coronavirus

Vorrei riflettere sulle problematiche che potrebbero emergere nel caso in cui non ci prendessimo cura di noi stessi da una prospettiva psicologica e vorrei provare a dare dei suggerimenti per far fronte a questo rischio


sabato, 28 marzo 2020, 23:56

"Coronavirus, noi italiani non abbiamo bisogno di sceriffi, ma di abbassare i toni del terrorismo mediatico"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera inviataci da un lettore che è stanco di vedere uno stato che se la prende con chi porta a spasso il cane o fa jogging nemmeno fosse colpa loro di quello che sta accadendo e che i politici e gli amministratori non hanno saputo...