Anno 7°

martedì, 7 aprile 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

Filippide alle... tendopoli ovvero un trombodromo per clandestini affamati di topa

martedì, 8 agosto 2017, 15:21

di marco santi guerrieri

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo comunicato di Marco Santi Guerrieri, presidente provinciale di Movimento Nazionale per la Sovranità Lucca, sulla tendopoli tambelliniana di via delle Tagliate a S. Anna: 

Caro direttore, come al solito ti leggo sempre volentieri e puntualmente, anche quest'oggi. Ed è con sorpresa che la telepatia agostana ci abbia uniti a scattare foto sotto l'ombra dello stesso platano di li a pochi metri dal campo della CRI alle Tagliate. 

Difatti proprio domenica avevo scattato delle foto in relazione al pattume sparso nei dintorni del campo della Croce Rossa e non solo in quanto oltremodo schifato dal degrado e dal sudiciume che già nei miei precedenti comunicati ti avevo lamentato.

Visto che mi hai preceduto relativamente al "platano" di cui ti allego anche le foto da me scattate, in modo che sia chiaro che li a pulire non va mai nessuno tantomeno i tanto decantati  immigrati che quando fa comodo vestono le pettorine arancioni dei lavoratori socialmente utili, passo oltre. Soffermandomi in quel pattumaio dove bivaccano tra un pasto caldo e l'altro "offerto" dalla CRI proprio quei "mori" che in attesa del riconoscimento di protezione internazionale nella speranza poi di perfezionare la loro posizione "economica"  si godono  nel più totale  dolce far niente la vacanza nel belpaese a spese dei cittadini.

Certo le comodità non eccellono ed è doveroso sottolineare che il soggiorno sotto le 36 azzurre tende del ministero degli Interni dove il caldo è notevole e dove l'aria condizionata pare funzionare solo di notte, se rapportate ai presenti nel campo risulterebbero strapiene come i treni dei deportati, diciamo tredici,quattordici immigrati a tenda. 

Tornando al sudiciume, nel mio passeggiare domenicale sempre in quel delle Tagliate, un "trombodomo" a cielo aperto proprio li a pochi metri dal campo della CRI con vista sulla tendopoli da un lato e sul maneggio di via della Scogliera sull'altro, fa buona mostra di sé tra fazzolettini e preservativi .

Girava effettivamente più di una voce che alcune donne nigeriane sbarcavano il lunario prostituendosi in quel luogo cosi poetico, proprio li in vetta sullo spalto e retrostante il campo con vista sulle mura cittadine. Un copulare scomodo su un piumone che di li a pochi metri fa ancora  bella mostra di sé… ed ora il Pd non mi  venga a dire che è stato trasportato in quel luogo dall’ultimo vento di Libeccio. 

Scollettato il poggio del fiume e poi giù  per il sentiero che porta alla terrazza Petroni, ancora altri imboscati infrattati  a ridosso della vegetazione che nel sorseggiare  allegramente birre e super alcolici, schiamazzano sguaiatamente tra i rutti e il becero gesticolare tipico di chi fortemente si vuole "integrare". 

Tra gli sguardi sospetti e aggressivi, verso chiunque li osservi anche se per pochi attimi, qualche temerario mi supera  e nel tirare dritto sloggia velocemente da quel tratto del parco naturale che non è più degli italiani. 

Colgo l’idillio per segnalare i Tag che in questi giorni imperversano nell’attività politica della nostra città . Un inequivocabile segnale dal quale mi dispenso dall’ulteriore palese dire.

 #Appattumamento, #Pattudrodomo, #Trombodomo, #Pattumaio e l’immancabile #Appericorinato  o #Appericorinamento che sicuramente non mancherà.


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

auditerigi

tuscania

il casone

toscano

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


martedì, 7 aprile 2020, 13:30

Decreto Aprile, scordatevi finanziamenti a pioggia: l'esperto boccia il decreto senza appello

Ieri sera è stato varato il nuovo decreto (al momento ancora in bozza) e nonostante gli squilli di tromba ed il rullo dei tamburi non mi pare una cura adeguata. Aspettiamo il testo definitivo, ma se il buongiorno si vede dal mattino, la delusione è tanta


lunedì, 6 aprile 2020, 20:27

"Coronavirus, pensavamo di essere potenti ed è bastato un soffio di vento per spazzare via ogni certezza"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento inviatoci dal collega e amico Maurizio Guccione sull'attuale, drammatico momento in cui si trovano il nostro paese e, conseguentemente, anche la nostra quotidianità


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 6 aprile 2020, 19:31

"Con i decreti non si mangia, ma se la soluzione è la nazionalizzazione dell'economia, allora, si salvi chi può"

Caro direttore, mi pare da quanto leggo che lei stia bene. Quanto a me, soggetto ad elevato rischio, finora l’ho messo in tasca al coronavirus. Il suo ultimo fondo è, come spesso accade, molto provocatorio e mi ha spinto ad alcune riflessioni...


domenica, 5 aprile 2020, 21:57

"Se non si riaprono a breve le attività, il danno che ne deriverà sarà superiore a quello causato dal virus"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa riflessione inviataci da un lettore a proposito dell'attuale situazione di emergenza sanitaria e non solo


domenica, 5 aprile 2020, 21:40

Coronavirus, insorge Marco Simonetti: "Il costo delle mascherine è una vergogna e la politica ha distrutto anche la salute"

Questo bellissimo e durissimo intervento di un noto medico odontoiatrico lucchese dovrebbe far riflettere tutti quei politici che si sciacquano la bocca con parole senza senso e non ricordano che i primi a causare la rovina del sistema sanitario nazionale sono stati proprio loro


domenica, 5 aprile 2020, 21:31

"Coronavirus, bene la messa della domenica delle palme su NoiTv, ma le suore non rispettavano le distanze"

Liturgia al tempo del coronavirus: riceviamo e pubblichiamo, in proposito, questo intervento del presidente del Centro Pedagogico Olistico