Anno 7°

martedì, 16 ottobre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

Condannato in primo grado a un anno e tre mesi, oggi Chiari esulta: assolto in appello

lunedì, 12 febbraio 2018, 18:57

di marco chiari

Oggi decisione della Corte d’Appello di Firenze in merito alla questione dell’Officina della Latta, dove era ubicato il mio vecchio studio. In primo grado, a seguito anche della testimonianza dell’ex assessore Cappellini, fui condannato ad un anno e tre mesi per falso in atto pubblico, in merito alla questione della mia o meno presenza in Giunta per una delibera riguardante la cessione dei posti auto in tale fabbricato.

Dopo quasi otto anni la sentenza di oggi della Corte d’Appello di Firenze, ”assolto perché il fatto non sussiste”. Che dire oggi di questi ultimi otto anni della mia vita, massacrato mediaticamente, massacrato finanziariamente, distrutto negli affetti e nelle amicizie, per arrivare a sentirmi dire “ci scusi abbiamo sbagliato tutto su di lei”. La giustizia, a volte, è fatta dalle persone e per fortuna che tra le stesse ce ne sono alcune che sanno leggere le carte. Anni di intercettazioni, faldoni di carte, centinaia di interrogatori, centinaia di migliaia di spese a carico dei cittadini, per sentirsi dire “ci scusi abbiamo sbagliato”.

Tutto questo ti lascia l’amaro in bocca, ti fa conoscere la cattiveria della gente, ero rappresentato come un mostro, ho reagito, ho combattuto, con a fianco il mio Avv. Sandro Guerra del Foro di Firenze, al fine di arrivare a dimostrare la mia completa innocenza. Ci sono arrivato, mi è costato tanto in tutti i sensi ed ancora oggi devo ringraziare solo la mia famiglia che mi ha sorretto in tutti i sensi. Dispiace che non sia più al mio fianco mia madre, deceduta a novembre, a Lei come alle mie figlie ed alla mia ex moglie Patrizia devo il coraggio che mi hanno trasmesso per arrivare fino in fondo. Spero che da lassù, dove sicuramente si trova, gioisca finalmente nel sapere che suo figlio non è mai stato un delinquente.

Grazie a quei pochi che hanno creduto in me.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


scopri la Q3


Osteria Il Manzo


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


sabato, 13 ottobre 2018, 17:34

Lucca è solo business? Lettera aperta dei residenti nel centro storico al sindaco e a tutti i consiglieri

Riceviamo da 34 cittadini lucchesi e volentieri pubblichiamo una lettera aperta a sindaco e consiglieri di tutto lo schieramento politico, che ha per tema la richiesta di riequilibrare le esigenze dei residenti con quelle dello sviluppo commerciale e turistico della città


venerdì, 12 ottobre 2018, 17:00

"Riapre il Tenucci, per la città un segnale di riscossa"

Umberto Sereni, professore di storia e cultore della lucchesità, in occasione della riapertura del Tenucci in via Fillungo, prevista per sabato 13 ottobre alle 10, ha voluto buttare giù questa lettera aperta


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 10 ottobre 2018, 21:58

Riattivata ad ottobre la linea Piombino-Olbia, trasporterà merci e persone

La nota compagnia di trasporto via mare Moby ha annunciato ufficialmente che dal mese di ottobre verrà riattivata la linea Piombino-Olbia che sarà dedicata al trasporto di persone e merci


martedì, 9 ottobre 2018, 15:26

Clochard morto a giugno, ancora senza sepoltura

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa segnalazione inviataci da un nostro abituale lettore che ci invita a lanciare un appello per reperire i soldi necessari alla sepoltura del clochard morto a giugno


martedì, 9 ottobre 2018, 11:41

Centro storico, discarica a cielo aperto

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa segnalazione fotografica ricevuta stamattina da un passante per via M. Rosi, che è rimasto tristemente sconcertato nel trovare, verso le otto, un forno a microonde abbandonato per strada accanto ad un cestino


lunedì, 8 ottobre 2018, 15:40

"Un lampo poi... il buio... "

Tifosi Rossoneri, la partita di ieri ha ahimè riportato tutto l'ambiente rossonero alla triste realtà che spesso la serie C cinicamente ci propone con regolare cadenza, la truppa di Favarin segna un passo indietro anzi due, e perde un'occasione notevole che era quella di distanziare il Cuneo nostro diretto concorrente...