Anno 7°

venerdì, 29 maggio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Assi viari, ci saremmo aspettati un "no" netto in consiglio"

venerdì, 19 aprile 2019, 08:57

di comitato viabilità sostenibile e salvaguardia del territorio

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento del Comitato Viabilità Sostenibile e Salvaguardia del Territorio, fatto leggere ieri mattina durante la seduta di consiglio comunale a Capannori.

"Leggendo la proposta di deliberazione sottoposta oggi al Consiglio Comunale, che ha, o meglio dovrebbe avere, come oggetto: “Il Sistema Tangenziale di Lucca- Viabilità Est di Lucca”, è facile rendersi conto quanto questa sia, invece, strettamente riguardante una unica problematica, che preme, sopra ogni altra ragionevole cosa, all’ attuale Amministrazione; ovvero la realizzazione della ormai ben nota “Bretellina Via Chelini -Pip”.

Ci saremmo aspettati, visti i numerosi proclami social quotidiani di contrarietà agli Assi- Viari, che oggi, in questa sede, si prendesse, finalmente, una posizione, chiara ed inequivocabile, rispetto ad un progetto così devastante per tutta la Piana Lucchese. Ci saremmo aspettati un NO netto, senza Sè e senza Ma. Purtroppo, andando a leggere le varie pagine di questa delibera, si scopre che più della metà di queste, trattano del mancato inserimento all interno del progetto di A.N.A.S. della suddetta Bretella. Bene! Finalmente oggi la cittadinanza avrà chiaro che il Nostro Primo Cittadino ha nascostole sue vere intenzioni; finalmente oggi lui stesso ha chiarito a tutti che la Bretella: Non è pertinente al Progetto R.F.I. di Potenziamento linea ferroviaria Pistoia-Lucca perché Non è (chiaramente) un opera di ricucitura delle frazioni divise a causa della chiusura dei PL.

E’ un opera, invece, che divide il territorio, come affermato in questo documento: “Una infrastruttura che intercetta il traffico proveniente da Nord e Ovest, per portarlo direttamente al PIP”. Non è concepita per accogliere il traffico dalle frazioni, bensì “Costituirebbe una barriera infrastrutturale tra i centri abitati” Questo lo affermate per Via Chelini!...e perché non dovrebbe valere anche per la suddetta Bretella? Perché le stesse identiche caratteristiche di una strada, in progetto A.N.A.S. costituirebbero una barriera, mentre in progetto R.F.I , una ricucitura? Bizzarro NO? In questa delibera viene poi constata una parziale difformità del Progetto A.N.A.S. dalle previsioni di Regolamento Urbanistico vigente e come motivazione il fatto di non rientrare nel Corridoio Urbanistico. Vorremmo ricordare che per la Bretella la difformità NON è parziale, ma TOTALE! Tanto meno è presente alcun Corridoio Urbanistico nel RU vigente.

Ci preme constatare anche, in questa sede, che il Progetto di R.F.I. è successivo a tutto l iter annoso di pianificazione e progettazione di A.N.A.S. Questo ultimo ha avuto la possibilità di essere sottoposto a Valutazione Ambientale Strategica, e ad una Inchiesta Pubblica. La Bretellina Via Chelini -Pip, No! L articolo 166 comma 3 del Dlg N163\2006 (da Voi citato) recita: “ Nel termine perentorio di sessanta giorni dal ricevimento del progetto, le Pubbliche Amministrazioni competenti e i gestori di opere interferenti possono presentare motivate proposte di adeguamento o richieste di prescrizioni per il progetto definitivo o di varianti migliorative che non modificano la localizzazione e le caratteristiche essenziali delle opere, nel rispetto dei limiti di spesa e delle caratteristiche prestazionali e delle specifiche funzionali individuati in sede di progetto preliminare” Sottolineiamo “...che non modificano la localizzazione” Ci chiediamo quindi, in base a quale legge, A.N.A.S. dovrebbe spostare il tracciato e dialogare con R.F.I.?

A nostro avviso, sia Questa Amministrazione, sia R.F.I. avrebbero dovuto tener conto della pianificazione territoriale preesistente, del Progetto preliminare di A.N.A.S., del Parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, a sua volta richiamato nella delibera del CIPE. Tutti Atti Amministrativi avvenuti in precedenza. Nel Parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, richiamato nella Delibera del CIPE, di approvazione del Progetto preliminare degli Assi Viari NON è stata condivisa la proposta di infrastruttura alternativa all’Asse Est-Ovest. Se questa fosse stata un Amministrazione attenta alla Pianificazione del Territorio, NON si sarebbero verificate due progettazioni alternative al raggiungimento del casello autostradale A11, come da Voi qui evidenziato. Ad oggi il territorio di Capannori rischia fortemente di essere devastato dalla realizzazione di ben due C1. Su una cosa, però, concordiamo con questa Amministrazione, ovvero con le Premesse da Voi fatte in questo documento. “ … che la mobilità sia un elemento centrale per migliorare la qualità della vita dei cittadini” e che “ridurre il numero dei mezzi di circolazione dovrebbe essere un obiettivo prioritario”.

E’ ormai chiaro a tutti, però, che questi obiettivi non si perseguono costruendo nuove strade, come molti Paesi Europei e del resto del Mondo ci insegnano, si stanno adeguando implementando piani della mobilità sostenibile (Pums). Di fatto, questo progetto NON ha nulla di sostenibile, TANTOMENO introducendo la Bretellina Via Chelini -PIP! Capannori cosa sta aspettando ancora? Quindi, rivolgiamo a Voi Consiglieri e a Lei Sindaco la richiesta di “...ribaltare completamente l ottica progettuale”, riscrivendo una nuova delibera dove venga detto un NO NETTO al progetto degli Assi Viari, senza vincolare tale NO all inserimento di un ulteriore PEZZO di ASSE VIARIO che “...vuole una strada che taglia ulteriormente il territorio con un corridoio di mobilità, mentre è necessario che la stessa riconnetta il tessuto abitativo frammentato esistente e gli fornisca la possibilità di recuperare il ruolo urbano” Parole Vostre. Fate in modo che non rimangano solo parole..."


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

auditerigi

tuscania

il casone

toscano

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


venerdì, 29 maggio 2020, 13:47

Prestito con delega: cos’è e chi vi può accedere

Chi ha un lavoro dipendente, con contratto a tempo indeterminato, ha diverse opportunità per quanto riguarda i prestiti. Lo stipendio infatti può essere utilizzato come garanzia, come avviene ad esempio con la cessione del quinto


venerdì, 29 maggio 2020, 01:00

Installare un impianto fotovoltaico a casa

Sta diventando sempre più facile installare un impianto fotovoltaico per la casa. Oggi molte aziende offrono l’opportunità di acquistare un impianto che produca sufficiente energia per gli utilizzi domestici, in modo da abbassare enormemente la bolletta


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 28 maggio 2020, 08:49

"Didattica a distanza, la scuola non è un'applicazione"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa riflessione della professoressa Michela Stefani in merito alla didattica a distanza nelle scuole


mercoledì, 27 maggio 2020, 23:28

Ma un marocchino vale più di un carabiniere?

Questa mattina il quotidiano Il Tirreno così titolava la sua locandina. Il linguaggio politicamente corretto utilizzato dai quotidiani di sinistra impedisce la pubblicazione, in caso di arresto o denuncia di un immigrato, della nazionalità. Un carabiniere è, forse, peggiore?


mercoledì, 27 maggio 2020, 18:18

“Se due più due iniziasse a fare cinque...”

Ma per davvero vogliamo arrivare al punto che due più due faccia cinque e non quattro come è nella realtà?


mercoledì, 27 maggio 2020, 13:28

Pista ciclo pedonale che unisce Lucca a Capannori: la proposta di Angelo Nerli

Riceviamo e pubblichiamo la proposta del Prof Angelo Nerli (pres. onorario CAI) per un innovativo collegamento ciclo pedonale che unisca Lucca e Capannori attraverso il recupero dello storico Ponte dei Frati