Anno 7°

domenica, 18 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche

Prestiti Inpdap: ecco come ottenere liquidità per i propri progetti

mercoledì, 15 maggio 2019, 23:24

Al giorno d’oggi sempre più persone necessitano di una somma di denaro da spendere nel momento in cui devono fronteggiare una spesa improvvisa o un progetto personale, in quanto la struttura della società non permette di risparmiare e tenere da parte grosse quantità di denaro. Questo è il motivo per cui sempre più persone si rivolgono alle banche per richiedere dei finanziamenti, in particolar modo quando si tratta di somme di denaro per sviluppare i propri progetti. I progetti possono riguardare qualunque ambito: una vacanza, l’ampliamento della propria abitazione, una nuova automobile e così via. Non potendo disporre di importi così elevati per soddisfare i desideri di tasca propria, le persone valutano i finanziamenti come la soluzione ai loro problemi.

A tale scopo esiste un particolare tipo di finanziamento, che viene chiamato prestito Inpdap. Questo tipo di finanziamento, secondo quanto riportato sul sito prestitoinpdapok.com , è tra i più richiesti, in quanto permette di dare vita ai progetti di lavoratori dipendenti statali o di pensionati che hanno svolto il proprio lavoro presso le amministrazioni pubbliche. Ma perché è riservato solo ai lavoratori statali? La risposta è molto semplice. Il prestito Inpdap è riservato soltanto ad una determinata categoria di lavoratori e pensionati per agevolare il servizio, per il semplice motivo che l’ente pubblico Inpdap non esiste più e dal 2012 è stato completamente assorbito dall’ente Inps. Essendo Inps anch’esso un ente pubblico non è difficile immaginare che le modalità proposte da Inpdap siano rimaste invariate con l’avvento del nuovo ente.

Come avviene l’erogazione della liquidità per la realizzazione di un progetto?

Il rilascio del prestito Inpdap è molto semplice e veloce, ma soprattutto possiede un rischio praticamente nullo. Questo perché il rimborso della somma di denaro ottenuta avviene mediante la cessione del quinto. In questo caso è il datore di lavoro stesso che controlla la restituzione dell’importo, in quanto trattiene dalla busta paga del dipendente o dalla pensione dell’ex dipendente un quinto del valore della stessa. Trattenendo una parte della somma che spetterebbe di diritto al richiedente, il rimborso avviene in maniera praticamente automatica. E’ questo il motivo per la quale questi prestiti sono molto vantaggiosi. Un altro motivo che ne enfatizza il carattere conveniente è il tasso di interesse. Probabilmente tra i più bassi nel mercato, il tasso di interesse totale, in realtà, è diviso in tre aliquote e ognuna di essa rispecchia una determinata caratteristica. La prima aliquota, detta TAN, è fissa ed è pari al 4,25%. La seconda, anch’essa fissa, è pari allo 0,50% ed è relativa alle spese amministrative. La terza aliquota invece è variabile e il suo valore è riportato in apposite tabelle. E’ variabile perché dipende dall’identità della persona e dall’importo del finanziamento richiesto.

Per l’erogazione della somma di denaro necessaria alla realizzazione del proprio progetto, la modalità di richiesta avviene o per via telematica o prendendo appuntamento presso un ente bancario. Scegliendo la via telematica le operazioni di richiesta saranno molto più semplici, in quanto basterà compilare il modulo presente nella piattaforma online e la domanda verrà inoltrata in pochissimi minuti. Scegliendo di recarsi direttamente in filiale, invece, le operazioni saranno un po’ più lunghe e si dovranno compilare tutti i moduli necessari. Questo metodo, però, non consente di valutare tutte le soluzioni possibili, come avviene invece utilizzando la via telematica. E’ buona norma valutare diversi preventivi per trovare l’opzione più adatta, prima di effettuare la scelta.

Generalmente, i prestiti Indap vengono restituiti in 12, 24, 36 o 48 rate mensili, e questo dipende dall’importo richiesto. Se viene chiesto un finanziamento per una somma di denaro pari ad una mensilità della busta paga o della pensione allora questa dovrà essere restituita in 12 rate mensili. Se viene chiesto per una somma pari a due mensilità allora verrà restituita in 24 rate mensili, e così via. Non è difficile immaginare che se viene richiesto un finanziamento per una somma pari a quattro mensilità, l’intero importo verrà restituito in 48 rate mensili. Dunque, il massimo importo che si potrà richiedere è pari a quattro mensilità, con la possibilità di estinguere il debito prima della scadenza contrattuale.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


sabato, 17 agosto 2019, 16:58

Papa Francesco, al peggio non c'è mai fine

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Domenico Caruso della Lega di Capannori sulle ultime esternazioni storiche e politiche di imam Bergoglio


sabato, 17 agosto 2019, 13:59

Cosa pensano i giovani della crisi di governo?

La politica, per i giovani italiani, è una giostra che gira male. La crisi di governo aperta solo dopo 18 mesi ha inferto un colpo durissimo alle speranze dei ragazzi che avevano delegato le classi politiche a prendersi carico dei loro problemi, del loro futuro


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 17 agosto 2019, 10:17

Din Don Dan: l'omicidio di Don Pilade Niccoletti

Esattamente un anno fa, il 17 agosto 2018, iniziava la mia collaborazione con le Gazzette. Inauguravo la mia rubrica, Sulla Scena del Crimine, parlando di un cold case che ha coinvolto il nostro territorio e che è rimasto nell'ombra per oltre un trentennio: l'omicidio di Don Pilade Niccoletti


venerdì, 16 agosto 2019, 12:10

"Ma uno nasce di destra o di sinistra?"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera inviataci da un lettore che ha voluto porci una domanda estremamente interessante alla quale il solito direttore (ir)responsabile Aldo Grandi risponde con piacere


mercoledì, 14 agosto 2019, 21:36

A che gioco stai giocando Amanda Knox?

Ce lo siamo chiesti tutti o quasi. Insomma, si dice sempre l'importante è che se ne parli, e Foxy Knoxy sembra aver fatto propria questa filosofia di vita. Dopo essere diventata multimilionaria grazie al faraonico contratto firmato per scrivere un libro di memorie, la ragazza di Seattle non perde mai...


mercoledì, 14 agosto 2019, 21:17

"Un articolo che mi ha fatto commuovere, coraggioso e fuori dal coro"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera inviataci da un militare dell'Arma che ha voluto manifestare la propria opinione a seguito della pubblicazione dell'articolo a firma Aldo Grandi