Anno 7°

mercoledì, 8 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : parliamo di... fisco

IMU 2019: prima rata alla cassa entro il 17 giugno

lunedì, 3 giugno 2019, 11:53

di nicola nottoli

L’IMU è l’imposta municipale unica, fu introdotta in via sperimentale nel 2012 dall’allora “governo Monti”, per poi divenire non solo un’imposta a “regime”, ma di fatto una patrimoniale sui beni immobili. Sono soggetti passivi dell’IMU il proprietario dell’immobile o il titolare di altro diritto reale (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie). In tale secondo caso, il soggetto passivo IMU è il titolare del diritto reale e non il “nudo proprietario”.

Quando vi sono una pluralità di soggetti (e quindi si ha comproprietà), questi sono tutti da considerare individualmente quali soggetti passivi dell’IMU, infatti, l’imposta è dovuta proporzionalmente alla quota di possesso.

L’imposta deve essere versata in due rate di pari importo, alle seguenti scadenze:

prima rata entro il 16 giugno dell’anno di imposizione (scadenza che per il 2019 slitta al 17 giugno, in quanto il 16 cade di domenica); seconda rata entro il 16 dicembre dello stesso anno.

A scelta del contribuente, il versamento può anche avvenire in un’unica soluzione, entro la data del 16 giugno dell’anno di imposizione (17 giugno per l’anno 2019).

Alle medesime scadenze deve avvenire anche il versamento della TASI.

Il versamento della prima rata IMU 2019 è eseguito sulla base delle aliquote e delle detrazioni previste per l’anno 2018. Eventuali variazioni deliberate dai Comuni hanno rilevanza solo in sede di versamento del saldo. Entro il 16.12.2019 deve essere versato il saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata, sulla base delle deliberazioni comunali di approvazione delle aliquote e delle detrazioni per l’anno 2019, a condizione che la delibera di determinazione delle aliquote dell’IMU e della TASI sia stata adottata entro il termine di approvazione del bilancio di previsione dell’ente locale (pertanto entro il 31.3.2019);

I versamenti dell’IMU possono essere effettuati, a scelta del contribuente mediante il modello F24 Ordinario, mediante il modello F24 Semplificato o mediante il bollettino postale. In assenza di compensazioni, i soggetti privati possono effettuare il versamento anche con il modello F24 cartaceo, senza limiti di importo.

L’IMU può essere versata in compensazione con eventuali crediti tributari, attraverso il modello F24. In tal caso occorre prestare attenzione alle regole in materia di presentazione dei modelli F24 in compensazione con modalità telematiche.

Inoltre occorre verificare l’eventuale superamento del limite oltre il quale è richiesto il visto di conformità, ovvero l’utilizzo in compensazione di un credito di importo superiore a 5.000 euro. In caso di omesso o insufficiente versamento è possibile usufruire del ravvedimento operoso.

In particolare, il ravvedimento della prima rata IMU 2019 (che scade il 17.6.2019) può avvenire come segue:

- entro l’1.7.2019, con sanzione ridotta all’1,5%, pari a 1/10 del 15%, applicata per 1/15 per ogni giorno di ritardo (avvedimento “sprint”);

- entro il 17.7.2019, con sanzione ridotta all’1,5%, pari a 1/10 del 15% (ravvedimento nei 30 giorni);

- entro il 16.9.2019, con l’applicazione della sanzione ridotta al 1,67%, pari a 1/9 del 15% (ravvedimento nei 90 giorni);

- entro il 16.6.2020, con l’applicazione di una sanzione del 3,75%, pari a 1/8 del 30%

In caso di trasferimento di proprietà dell’immobile, muta il soggetto passivo IMU: l’imposta è dovuta proporzionalmente ai mesi dell’anno nei quali si è protratto il possesso; il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno quindici giorni è computato per intero.

La normativa IMU non dispone la solidarietà tra i soggetti passivi ovvero ciascun contitolare risponde limitatamente alla propria quota di possesso.


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

auditerigi

tuscania

il casone

toscano

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


lunedì, 6 luglio 2020, 19:30

Quattro ottimi consigli per organizzare il lavoro in ufficio

Organizzare il lavoro in ufficio potrebbe sembrare semplice e banale ma nulla può essere lasciato al caso


domenica, 5 luglio 2020, 08:03

"Questionario e petizioni, due pesi e due misure"

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento del Comitato per S.Concordio sul questionario online del comune dopo le dichiarazioni dell'assessore Mammini sulla stampa


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 3 luglio 2020, 14:20

Maturità 2020: le lauree più gettonate per gli indecisi

Gli esami di maturità sono iniziati, ma non tutti gli studenti sanno attualmente quale sarà il loro futuro a settembre


martedì, 30 giugno 2020, 15:57

"Convocare quanto prima gli Stati Generali della Cultura"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Francesco Petrini, presidente dell'Associazione Custodi della Città per gli Stati Generali sulla Cultura, inviata stamani al sindaco del comune di Lucca e all'Ufficio Protocollo


domenica, 28 giugno 2020, 17:41

"Nuova raccolta dei rifiuti: bocciata"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di lamentela di una cittadina lucchese, Patrizia Marchesini, in merito alla nuova impostazione della raccolta dei rifiuti


domenica, 28 giugno 2020, 05:51

Del maiale non si butta via niente

Gazzettiane e gazzettiani sono tornato! Sono proprio io, il vostro Guercio. E per questa edizione speciale (con altre rivelazioni su Lucca) punto dritto su un famoso detto popolare che sicuramente i più contadini di voi ricorderanno di certo