Anno 7°

mercoledì, 18 settembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Progetto Home Care non è riconosciuto ai pensionati Ape Social"

mercoledì, 12 giugno 2019, 08:49

di massimo raffanti

Riceviamo e pubblichiamo questa segnalazione di Massimo Raffanti sul progetto Home Care per l'assistenza economica agli invalidi non riconosciuto ai pensionati Ape Social.

"Cattive notizie per i dipendenti pubblici che, per meglio assistere i propri congiunti con gravi invalidità ed accompagnamento per deficit motori, psichici, visivi od altro, avevano scelto il pensionamento anticipato dell'Ape Social. Gran parte di questi dipendenti hanno subito in questi giorni una doccia fredda, considerato come per seguire una madre, un padre o un figlio, grazie al progetto Home Care, avevano potuto assumere una costosa badante, sentendosi in qualche spalleggiati da un diversificato contributo, stabilito dall'Inps in base a diversi parametri, fra i quali l'Isee familiare.

Alla domanda di rinnovo di un Home Care, già precedentemente autorizzato e riconosciuto ad un ex- dipendente pubblico lucchese, ora in Ape Social, è stato chiarito che il diritto alla contribuzione Inps alle spese sostenute per assistere l'invalido, come detto 'privilegio' riconosciuto a dipendenti e pensionati pubblici, non è dovuto a titolari di pensione anticipata Ape Social. Che proprio, paradossalmente, per assistere i loro congiunti invalidi avevano pensato di pensionarsi anticipatamente. Infatti a seguito di di chiarimenti pervenuti dalla Direzione Centrale Inps viene comunicato che i titolari di APE sociale non possono presentare domanda per HCP in quanto non in possesso di un trattamento pensionistico ma di una prestazione assistenziale che accompagna alla pensione. Non sono dunque configurati pertanto come pensionati della gestione pubblica. Le domande di rinnovo, in questi casi, saranno pertanto respinte.

A questo punto è lecito domandarsi quali finalità aveva ed ha il progetto Home Care e quanto va incontro alle difficoltà economiche di coloro i quali, proprio nell'interesse dell'invalido, avevano deciso un 'pensionamento anticipato' che però, in quanto Ape Social, pare non sia giusto definire pensione".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


mercoledì, 18 settembre 2019, 19:03

Lysenko: l'utile idiota di Stalin e la scienza scampata al rasoio di Occam

Torna il professor Giovanni Barco con il suo ossigeno poliatomico liquido. Ecco qua, intanto, una sua disgressione storico-filosofica


mercoledì, 18 settembre 2019, 15:15

Quando l'assassina è tua madre. Dopo Cogne e Santa Croce Camerina, la Mamma Noir è di Benevento

La chiamano "Sindrome di Medea". La identificano come una delle patologie più ripugnanti della nostra civiltà. Sfocia spesso in fatti di cronaca che difficilmente riusciamo a comprendere. È il fenomeno per il quale le madri uccidono i propri figli perché accecate dall'odio ed intrise dal seme della follia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 18 settembre 2019, 08:52

Benedetta sia la Tav, parola di Papa

Sala Clementina del Palazzo Apostolico, Città del Vaticano, Papa Francesco presiede un’udienza dedicata ai dipendenti e dirigenti delle Ferrovie dello Stato, un appuntamento tra i tanti nella fitta agenda del Pontefice


martedì, 17 settembre 2019, 20:51

Miasmi a Parezzana, protestano le famiglie

Le famiglie di Parezzana residenti vicino alla pompa di sollevamento della fognatura pubblica hanno scritto al sindaco di Capannori, alla Asl 2 di Lucca, alla società Acque e ai vigili urbani:


martedì, 17 settembre 2019, 16:27

Casa semindipendente, bella opportunità

L'agenzia Spazio Casa propone una casa semindipendente, completamente ristrutturata nel 2006 e ottimamente mantenuta, corredata da resede recintata, veranda con pergola bioclimatica, giardino di circa 300 mq con cassetta in legno e pergolato, oltre vari posti auto


martedì, 17 settembre 2019, 15:51

“Defascistizzazione” delle strade di Roma, gli abitanti non sono contenti

Il comune ha deciso di cambiare il nome ad alcune strade intestate a chi, 80 anni fa, firmò il manifesto della razza. Al momento le vie incriminate sono tre, nel quartiere Primavalle, periferia a nord della capitale: via Arturo Donaggio (neuropsichiatra), Largo Arturo Donaggio e via Edoardo Zavattari (biologo)