Anno 7°

mercoledì, 18 settembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche

Come organizzare il ritorno a casa del neonato dopo il parto

martedì, 20 agosto 2019, 06:55

A fronte di una continua diminuzione dei nuovi nati che colpisce anche i nostri territori, la Regione Toscana continua a deliberare per continuare ad investire nella qualità del "percorso nascita" , ovvero l'organizzazione dei servizi dal concepimento ai prime anni di vita del infante. Ad oggi questo permette di vantare una mortalità neonatale molto bassa rispetto a tutto il mondo, con appena 2,4 nati morti ogni 1000 nati vivi.

Altrettanto fondamentale è l'organizzazione dei neogenitori per affrontare il ritorno a casa con il pargoletto, senza farsi sopraffare dalle emozioni e dai tantissimi cambiamenti.

La scelta migliore è improntare la propria casa in maniera altamente funzionale già prima, per avere tutto il necessario a portata di mano e ben sistemato per garantire la sicurezza di tutta la nuova famiglia allargata. 

Ad esempio si raccomanda di collocare il fasciatoio nel bagno o, almeno, il più vicino possibile ad esso, insieme a tutto il necessario per l'igiene del nuovo nato (i pannolini, le creme per idratare la pelle e contro il rossore, il body e vestitini vari di materiale adeguato alla stagione). 

Per la corretta igiene andrà benissimo l'acqua corrente tiepida e un po' di sapone di Marsiglia neutro, evitando l'uso superfluo di molti prodotti in commercio che potrebbero essere mal sopportati dalla cute delicatissima. Per il fatidico momento del bagnetto non può mancare un po' di amido di riso da disciogliere nell'acqua, garze sterili, soluzione fisiologica e fascia elastica per medicare il moncone ombelicale, oltre ad un'immancabile stufetta per evitare il raffreddamento.

Occhi ben aperti sui lenzuolini per la carrozzina e il lettino: non bisogna seguire solo i prezzi o la fantasia preferita, ma bisogna orientarsi verso articoli di fibra naturale, traspiranti e preferibilmente bianchi per poterli igienizzare in lavatrice senza danni.

E dopo il bagnetto serale arriva il momento di andare a letto, che potrà essere in camera con mamma e papà o nella sua stanzetta privata fin da subito. Si tratta solo di una libera scelta che deve fare la famiglia, perché non esistono impedimenti dal punto di vista scientifico. Nel caso di essere riuniti nella stessa stanza gli esperti consigliano di tenere il lettino il più lontano possibile dalla madre, perché molto spesso i neonati fanno dei versetti durante il sonno che turberebbero la ripresa dalle fatiche del parto.

Per motivi di sicurezza è importante che il piccolo dorma a pancia in su.

Da adesso le attività "lavorative" del bambino saranno solo urinare, andare di corpo, alimentarsi e dormire. Sarà la mamma, con l'ausilio del padre, a dover reggere lo stress dell'allattamento ogni 3 ore. È bene che la coppia abbia già avuto modo di parlare della partecipazione anche nei compiti notturni, a maggior ragione se si dovrà somministrare latte con il biberon invece che direttamente dal seno.

Il capitolo allattamento merita uno spazio tutto suo. La scienza insegna che il latte materno abbia straordinarie caratteristiche nutrizionali, la capacità di far irrobustire le difese immunitarie del bambino e creare quel legame affettivo unico.

Quindi bisogna dotarsi di coppette assorbilatte da tenere nel reggiseno, specifico per l'allattamento, ed una crema contro le ragadi.

Per l'allattamento artificiale e la preparazione di tisane servirà il biberon, eventualmente scaldabiberon e sterilizzatore.

Signori papà, abbiate tanta pazienza nel primo mese e mezzo! Gli ormoni della vostra consorte saranno completamente sballati.

Importantissimo tenere presente l'ambiente che ha ospitato per nove mesi vostro figlio, al caldo, tranquillo, con scarsa percezione dei rumori esterni. Questo significa che di notte è importante che ci sia silenzio e si consiglia una maglietta o una copertina piegata a forma di ciambella tutt'intorno, per offrire quella sensazione di protezione del grembo materno.

Per lo sviluppo della psicomotricità  si deve scegliere giochi stimolanti, differenti per fasce di età. Da subito la classica girandola colorata, sonaglini con suoni pacati e uno specchio per abituare al riconoscimento delle fisionomie. 

A tutti i cari che vi chiederanno "cosa gli posso regalare?" potrete suggerire i giochi adatti dal secondo trimestre in poi, come la palestrina per neonato a cui aggiungere elementi sempre più complessi, una scaletta a pioli e il tappeto puzzle.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


mercoledì, 18 settembre 2019, 19:03

Lysenko: l'utile idiota di Stalin e la scienza scampata al rasoio di Occam

Torna il professor Giovanni Barco con il suo ossigeno poliatomico liquido. Ecco qua, intanto, una sua disgressione storico-filosofica


mercoledì, 18 settembre 2019, 15:15

Quando l'assassina è tua madre. Dopo Cogne e Santa Croce Camerina, la Mamma Noir è di Benevento

La chiamano "Sindrome di Medea". La identificano come una delle patologie più ripugnanti della nostra civiltà. Sfocia spesso in fatti di cronaca che difficilmente riusciamo a comprendere. È il fenomeno per il quale le madri uccidono i propri figli perché accecate dall'odio ed intrise dal seme della follia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 18 settembre 2019, 08:52

Benedetta sia la Tav, parola di Papa

Sala Clementina del Palazzo Apostolico, Città del Vaticano, Papa Francesco presiede un’udienza dedicata ai dipendenti e dirigenti delle Ferrovie dello Stato, un appuntamento tra i tanti nella fitta agenda del Pontefice


martedì, 17 settembre 2019, 20:51

Miasmi a Parezzana, protestano le famiglie

Le famiglie di Parezzana residenti vicino alla pompa di sollevamento della fognatura pubblica hanno scritto al sindaco di Capannori, alla Asl 2 di Lucca, alla società Acque e ai vigili urbani:


martedì, 17 settembre 2019, 16:27

Casa semindipendente, bella opportunità

L'agenzia Spazio Casa propone una casa semindipendente, completamente ristrutturata nel 2006 e ottimamente mantenuta, corredata da resede recintata, veranda con pergola bioclimatica, giardino di circa 300 mq con cassetta in legno e pergolato, oltre vari posti auto


martedì, 17 settembre 2019, 15:51

“Defascistizzazione” delle strade di Roma, gli abitanti non sono contenti

Il comune ha deciso di cambiare il nome ad alcune strade intestate a chi, 80 anni fa, firmò il manifesto della razza. Al momento le vie incriminate sono tre, nel quartiere Primavalle, periferia a nord della capitale: via Arturo Donaggio (neuropsichiatra), Largo Arturo Donaggio e via Edoardo Zavattari (biologo)