Anno 7°

martedì, 10 dicembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Un articolo che mi ha fatto commuovere, coraggioso e fuori dal coro"

mercoledì, 14 agosto 2019, 21:17

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera inviataci da un militare dell'Arma che ha voluto manifestare la propria opinione a seguito della pubblicazione dell'articolo a firma Aldo Grandi:

Buongiorno,

sono un luogotenente dei carabinieri in servizio a Roma, indosso l'uniforme da quasi 40 anni, tutti passati per strada e la metà di essi con incarichi di comando (tre dei quali, tra la fine degli anni 80 e gli inizi degli anni 90, anche in servizio nella vostra meravigliosa città, alla stazione di Lucca principale.

Leggendo l'articolo comparso su internet a firma di Aldo Grandi mi sono commosso trovandolo coraggioso e fuori dal coro degli asserviti o peggio degli scendiletto di giornalisti che, scrivendo sulle Forze di Polizia, spessissimo raccontano, ovviamente per tornaconto di varia natura, falsità distorcendo la verità che ogni buon cronista dovrebbe considerare sacra.

Da sempre, noi sbirri, siamo considerati, quasi da tutti, un male necessario e di questo la maggior parte di noi ne è consapevole ma ciò nonostante, fatto salvo gli incresciosi fisiologici episodi che vedono autori i nostri peggiori colleghi, continuiamo a svolgere il nostro dovere a testa alta servendo solo la gente soprattutto quella più debole.

I politici di turno dovrebbero parlare e confrontarsi con chi, come me, per decenni ne ha viste di tutti i colori. Non lo farebbero mai perché perderebbero su tutti i fronti. Qualche mio collega in pensione si è messo a scrivere libri o si è dato alla politica, io non lo farò mai, voglio solo dimenticarmi di loro e di questo disgraziato Paese in mano a gente di cui non mi fido più.

Comunque grazie per ciò che avete scritto e se un giorno, come accadrà sicuramente (ho ancora qualche amico a Lucca), verrò da quelle parti e se mi sarà permesso, vorrei conoscere personalmente un giornalista così coraggioso da prendere scomodamente le nostre difese. 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini


auditerigi


brico


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


lunedì, 9 dicembre 2019, 13:12

Italiani e sicurezza finanziaria: il boom dei fondi deposito e la direttiva Psd2

Sicurezza e tranquillità, forse sono queste le due caratteristiche principali che ogni prodotto finanziario dovrebbe avere. Quando si parla di denaro, infatti, ognuno di noi pensa come prima cosa ad assicurare i propri risparmi scegliendo il migliore dei modi per tenerli al sicuro


venerdì, 6 dicembre 2019, 10:41

"Bus vecchi, logori e inquinanti"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Maurizio Guccione in merito agli attuali mezzi di trasporto pubblico locale che circolano sulle nostre strade


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 5 dicembre 2019, 09:49

Gina Truglio: "Presidente Enrico Rossi le hanno raccontato un'altra verità, ascolti la gente oltre agli uffici"

Dopo la lettera di risposta della Asl alle rimostranze di Gina Truglio che si era rivolta direttamente al presidente della Regione Enrico Rossi, ecco la definitiva lettera con cui la figlia della paziente specifica alcuni aspetti


mercoledì, 4 dicembre 2019, 18:59

"La Zona Distretto Elba aveva proposto per la signora un ricovero temporaneo in RSA, in attesa di quello definitivo"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la risposta della Asl alla lettera aperta alla Regione Toscana di Gina Truglio


martedì, 3 dicembre 2019, 18:40

Sanità: Gina Truglio scrive al presidente Enrico Rossi, ma avrà una risposta?

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo sfogo scritto da una nostra lettrice, commerciante e operatrice culturale che a Lucca ha dato, senza dubbio, più di quanto ha ricevuto, La sanità fa schifo e lei chiede delucidazioni a uno che, la sanità, dovrebbe conoscerla (sic!) bene


lunedì, 2 dicembre 2019, 12:56

L’importanza del buon bere: sorsi di storia da scoprire e gustare appieno

Non esiste ricorrenza in cui non si alzino i calici per brindare, in segno di buon augurio. Assaporare al meglio un buon vino è un piacere da godersi fino in fondo, da soli o in compagnia, durante i pasti o in occasione di pranzi e cene delle feste più importanti