Anno 7°

lunedì, 1 giugno 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : una finestra su roma

“Siamo oltre 300”: dalla Lucchesia a Roma con furore

sabato, 19 ottobre 2019, 19:47

di barbara ruggiero

“Questa è la piazza di tutti voi, qui oggi c’è l’Italia vera” Salvini apre così la manifestazione di Roma dal grande palco di 60 metri, di colore blu, incorniciato con il tricolore e lo slogan «Orgoglio italiano. Una patria da amare e difendere»,  Piazza S. Giovanni è piena all’inverosimile e le bandiere del centrodestra sventolano nel cielo.

La Lucchesia è presente, sono partiti da Lucca alle 7 del mattino 6 pullman, 322 persone, sette sezioni, dall’ Altopascio, Viareggio, Versilia, Lucca. Tutti in gruppo e pronti a dare voce alla Toscana. Sono davvero tanti, organizzati con panini e bottigliette d’acqua, scarpe comode sanno che per molte ore resteranno in piedi e dovranno resistere alla marea umana presente sulla piazza.

Sabrina Pellegrini, responsabile provinciale della Lega di Lucca è a capo della spedizione, lei ha coordinato i pullman e organizzato il viaggio. 15 Euro la quota per essere a Roma.

Lei viene da Lucca, quale è la ragione che vi ha portato a Roma e cosa si aspetta da questa manifestazione?:  “Siamo venuti fin qui perché ci riconosciamo nei valori della Lega, l’orgoglio di essere italiani, contro la manovra di governo che punisce il ceto medio e l’Europa che tratta l’Italia e i paesi del mediterraneo come nazioni di serie B.”

Cosa pensa dell’alleanza di Matteo Salvini con Forza Italia e la Fratelli d’Italia?:” La Meloni è una donna coerente, già a novembre del 2016 a Firenze ha dimostrato di essere un politico vero, verace e leale”. Nessun commento invece su Forza Italia.

Sui pullman che sono venuti a Roma dalla Lucchesia ci sono più giovani o anziani? Conosce l’ultima esternazione di Grillo che gli over 75 non devono più votare?: “ Questa volta sono più anziani e pensionati, mentre sul pullman da Viareggio ci sono 20 persone giovani di Fratelli D’Italia che si sono uniti nel viaggio. Penso che Grillo deve rispettare la Costituzione, il voto è per tutti gli aventi diritto, dalla maggiore età in poi”.

Avete portato le bandiere della Lega, non era un divieto degli organizzatori fino a pochi giorni fa?:” Sì, abbiamo avuto il divieto di esporre le immagini della Lega lungo il viaggio, negli autogrill di sosta e dai finestrini dei pullman, ma una volta a Roma possiamo sbandierare i nostri gadget”.

Una signora di Lucca con il marito offrono la torta ai partecipanti, la festa del centrodestra sta per incominciare. Il tricolore che doveva essere l’unico vessillo della piazza ha lasciato il posto alle bandiere dei tre partiti di centrodestra. Piazza S. Giovanni ha colori bianchi e azzurri con la fiamma tricolore, poco più in là, tanti leoni di Venezia dei leghisti veneti, le bandiere della Lega e quelle di Forza Italia.

Nel frattempo arrivano compatti, sfilando vicino al loro leader Simone Di Stefano, i ragazzi di Casapound, non è previsto nessun loro intervento dal palco, così come per il movimento dei giovanissimi di Generazione Popolare che espongono uno striscione eloquente “ Riforma il futuro”.

La piazza non riesce a contenere tutti, ci sono tutte le regioni d’Italia, una signora di Bari:” Ho chiuso il negozio e ho scritto un cartello per i clienti, vado a Roma per servire il mio paese” e ancora Antonello di Roma:” La Costituzione non obbliga a votare ogni 5 anni, il Presidente Mattarella può sciogliere le Camere, perché come diceva il famoso giurista Costantino Mortati, tra i padri della Costituzione,  qualora  il Presidente della Repubblica verifichi, secondo la sensibilità e i sondaggi, che la maggioranza degli elettori vuole andare al voto, ripeto, può sciogliere le Camere”.

Un popolo festante quello del centrodestra, ma anche arrabbiato che urla forte e chiaro che il Movimento 5 stelle e il Pd sono al Governo per rovinare l’Italia, per riaprire i porti, per affossare il ceto medio, per controllare le partite Iva, un Governo coalizzato contro gli Italiani.

Matteo Salvini finita la manifestazione va a stringere le mani del suo popolo. Non è una piazza che solo contesta, ma un’Italia che vuole cambiare.  Antonio Maria Rinaldi europarlamentare leghista,  sintetizza per la Gazzetta il senso della manifestazione: “come va in Europa professore?” “Un macello”.


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

auditerigi

tuscania

il casone

toscano

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


lunedì, 1 giugno 2020, 09:03

2 Giugno, festa della Repubblica: l'Anpi c'è

A causa dell'emergenza sanitaria mondiale che ha coinvolto tutto il mondo, l'Anpi ha cancellato le numerose iniziative organizzate sul territorio per festeggiare l'importante anniversario della Liberazione dal nazi-fascismo


domenica, 31 maggio 2020, 20:44

“Addio a Claudio Guerrieri”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo ricordo del consigliere regionale Stefano Baccelli per la scomparsa di Claudio Guerrieri


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 30 maggio 2020, 14:26

"Un pollaio sul piazzale della Chiesa"

Riceviamo e pubblichiamo questa segnalazione del Comitato Viabilità&Ambiente di Pontetetto e una foto allegata alla nota


venerdì, 29 maggio 2020, 13:47

Prestito con delega: cos’è e chi vi può accedere

Chi ha un lavoro dipendente, con contratto a tempo indeterminato, ha diverse opportunità per quanto riguarda i prestiti. Lo stipendio infatti può essere utilizzato come garanzia, come avviene ad esempio con la cessione del quinto


venerdì, 29 maggio 2020, 01:00

Installare un impianto fotovoltaico a casa

Sta diventando sempre più facile installare un impianto fotovoltaico per la casa. Oggi molte aziende offrono l’opportunità di acquistare un impianto che produca sufficiente energia per gli utilizzi domestici, in modo da abbassare enormemente la bolletta


giovedì, 28 maggio 2020, 08:49

"Didattica a distanza, la scuola non è un'applicazione"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa riflessione della professoressa Michela Stefani in merito alla didattica a distanza nelle scuole