Anno 7°

giovedì, 9 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche

Trading e piattaforme: per Google utili netti sotto le aspettative

martedì, 12 novembre 2019, 22:04

Alphabet, società a cui fa capo il famoso motore di ricerca Google, ha chiuso il terzo trimestre dell’anno con qualche sorpresa non del tutto positiva.

I ricavi hanno visto un aumento anche significativo rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questi, infatti, sarebbero attestati a quota 40,5 miliardi di dollari, con un aumento del 20% rispetto a quanto fatto nel terzo trimestre 2018, quando si era arrivati a quota 33,74 miliardi di dollari.

Per ciò che riguarda gli utili netti, le cose non sono andate esattamente come ci si aspettava. Il trimestre ha visto una decisa flessione alla voce utili netti, passando dal 9,19 dello scorso anno al 7,07 odierno.

Stessa sorte, chiaramente, è toccata all’utile per azione sceso da 13,06 a 10,12, deludendo completamente analisti ed addetti ai lavori. Non si tratta certo di un disastro irrecuperabile, tuttavia è molto difficile consigliare adesso una strategia d’investimento per questo titolo.

I fattori da considerare sarebbero molteplici, per tanto consigliamo cautela ai trader inesperti con poca dimestichezza con le meccaniche interne ai mercati. Per delucidazioni sul mondo della finanza, ecco qui un approfondimento sull'argomento, il quale offre uno sguardo più limpido su certe dinamiche fondamentali del mercato.

Guai per Google in Australia

Non sembra un gran momento per il motore di ricerca più famoso al mondo. Oltre le inaspettate flessioni in borsa, ha anche da risolvere alcune grane legali con il governo australiano, che potrebbero creare non pochi problemi al gigante della Silicon Valley.

L’accusa è molto grave: Google, secondo le autorità Australiane, avrebbe immagazzinato dati in maniera illegittima e capziosa attraverso un’applicazione.

Il presidente dell'ente australiano di vigilanza sulla concorrenza (ACCC),Rod Sims, avrebbe accusato Google di registrare ed immagazzinare dati circa la posizione anche quanto gli utenti erano convinti di aver disattivato la funzione geo localizzatrice.

Come ha spiegato lo stesso Sims, Google non avrebbe in nessun modo avvertito gli utenti sul come disattivare davvero la geo localizzazione. Infatti oltre all’impostazione “Location History”, ci sarebbe stata anche un’altra opzione da disattivare per non essere controllati dal gigante americano, la "Web and App Activity".

Le dichiarazioni dell’ente di vigilanza sono chiarissime: "è stato fuorviante da parte di Google non rivelare correttamente agli utenti che entrambe le impostazioni dovevano essere disattivate, se non volevano che Google raccogliesse, conservasse e utilizzasse i loro dati di posizione".

D’altra parte la risposta di Google non si è fatta attendere. L’azienda americana aprirà sicuramente delle indagini in grado di far luce sulla questione, accertandone le responsabilità e rivelandone le problematiche. Tuttavia, nonostante la collaborazione offerte alle autorità della terra dei canguri, Google respinge ogni responsabilità o accusa.

Certo non è il primo caso di utilizzo improprio dei dati sensibili degli utenti contestato ad uno dei giganti della Silicon Valley, basti ricordare il caso “sparti acque” di Facebook e Cambridge Analityca, che ebbe anche dei risvolti ben maggiori.

 

Tuttavia l’ACCC, insieme alla Corte Suprema Australiana, potrebbero ottenere risultati molto soddisfacenti. Ciò che viene chiesto è, infatti, una dura ed esemplare sanzione finanziaria oltre che una ben più grave pubblica ammissione di responsabilità.

Azioni Google: come comportarsi

Considerando quindi queste vicende gli analisti prevedono variazioni anche importanti e significative delle azioni Google su Nasdaq.

La cautela non è mai troppa e seppure non è assolutamente sicuro che il titolo subirà delle flessioni, è però certo che le oscillazioni di cui sarà oggetto potrebbero essere di difficile lettura.

Aspettare l’esito delle questioni giudiziarie con il governo Australiano potrebbe rivelarsi una buona strategia. È infatti probabile che, in caso di piena vittoria, la situazione sulle borse potrebbe farsi più serena, così come, in caso contrario, si potrebbe assistere a nuove oscillazioni, anche in negativo.

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

auditerigi

tuscania

il casone

toscano

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


mercoledì, 8 luglio 2020, 19:11

Lucca prima città a misura di uomo e animale? Partono le polemiche sulla carrozza trainata dal cavallo

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera inviataci da una cittadina di Tortona in provincia di Alessandria a proposito della nostra città indicata come la prima a misura d'uomo e di animale


mercoledì, 8 luglio 2020, 19:04

Comitato Altrestrade: "Dati vecchi, la tangenziale di Lucca ha bisogno di esami nuovi"

Il comitato Altrestrade interviene sul tema delle nuove opere di viabilità prendendosela con Luca Menesini presidente della Provincia e denunciando i dati su cui operare le scelte come vecchi e bisognosi di revisione


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 6 luglio 2020, 19:30

Quattro ottimi consigli per organizzare il lavoro in ufficio

Organizzare il lavoro in ufficio potrebbe sembrare semplice e banale ma nulla può essere lasciato al caso


domenica, 5 luglio 2020, 08:03

"Questionario e petizioni, due pesi e due misure"

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento del Comitato per S.Concordio sul questionario online del comune dopo le dichiarazioni dell'assessore Mammini sulla stampa


venerdì, 3 luglio 2020, 14:20

Maturità 2020: le lauree più gettonate per gli indecisi

Gli esami di maturità sono iniziati, ma non tutti gli studenti sanno attualmente quale sarà il loro futuro a settembre


martedì, 30 giugno 2020, 15:57

"Convocare quanto prima gli Stati Generali della Cultura"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Francesco Petrini, presidente dell'Associazione Custodi della Città per gli Stati Generali sulla Cultura, inviata stamani al sindaco del comune di Lucca e all'Ufficio Protocollo