Anno 7°

giovedì, 13 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

Gina Truglio: "Presidente Enrico Rossi le hanno raccontato un'altra verità, ascolti la gente oltre agli uffici"

giovedì, 5 dicembre 2019, 09:49

di gina truglio

Dopo la lettera di risposta della Asl alle rimostranze di Gina Truglio che si era rivolta direttamente al presidente della Regione Enrico Rossi, ecco la definitiva lettera con cui la figlia della paziente specifica alcuni aspetti:

Buonasera Presidente Rossi,

leggo in questo momento la Sua risposta e mi dispiace doverle dire che le cose non sono andate così. Chi gliele ha fornite le sta facendo fare una brutta figura. Perché lei naturalmente da risposte su quello che le viene riferito e non ha motivo di dubitare, ma io so come è andata la storia… e poi Lei è il Presidente di tutti non solo degli uffici.

Premetto che non è che mi sveglio la mattina e decido di rompere le scatole al nostro Governatore, ho tante tantissime cose da fare, ecco anche perché avrei gradito una semplice risposta dagli uffici. 

In ogni caso ricostruiamo tutto il percorso: 

Ok la domanda il 30 luglio; 

ok la visita a domicilio Elba il 2 agosto; 

NON OK il ricovero di mamma nella struttura privata di Monte San Quirico il 14 agosto con tanto di valutazione sanitaria. Mamma è SEMPRE stata a casa con noi!

Per la precisione gli uffici dovrebbero una volta per tutte registrare, dato che gliel’ho scritto fin dall’inizio, che la mia mamma si trova a MAGGIANO nella residenza convenzionata “Alba Serena”. A San Quirico ci avete anche mandato l’infermiere che è venuto a fare la valutazione ieri mattina e che ci cercava inutilmente! 

Comunque mamma non è stata ricoverata in RSA il 14 agosto, la valutazione è stata fatta presso la nostra abitazione il 29 agosto e le sue condizioni erano ancora gestibili da noi. 

La mia mamma è stata ricoverata in RSA a Maggiano SOLO dopo la caduta con relativo ricovero in ospedale il giorno 16 novembre e se sapevamo con precisione che era stato attivato il servizio ACOT di cui non conoscevamo l’esistenza non avremmo MAI accettato la richiesta di portarla via!!! Nessuno ha mai mentovato badanti o altra struttura. Ma per caso ha letto il foglio di dimissioni??? Se vuole glielo mando io. Poteva essere gestibile da una badante??? Mi dispiace che le siano state girate risposte poco veritiere e molto frettolose, e soprattutto che anche lei non si ponga il problema delle mie ripetute richieste senza risposta. 

Del ricovero temporaneo in RSA l’abbiamo saputo molto dopo perché la mail era finita nelle SPAM (una telefonata no vero?) e quando abbiamo chiamato chiedendo delucidazioni ci è stato detto che ormai era occupato.

E mi dispiace contraddirla, ma la mail del 23 settembre parla che era stato riconosciuto alla paziente il RICOVERO DEFINITIVO anche questa se vuole gliela giro!!!! In ogni caso, ripeto e sottolineo che mamma all’epoca era gestibile anche da noi (anche se con non pochi sacrifici) come invece non lo è stata ASSOLUTAMENTE dopo la dimissione da Barga, quindi perché andare ad occupare un posto a qualcuno che ne aveva più bisogno??!! L’urgenza è adesso! 

In ogni caso dalla mail non si capisce se è un problema di soldi (detto molto semplicemente) o di posti??? 

Mi dispiace constatare che purtroppo alla mia lettera non sono state date le risposte dovute, rilevo notizie sbagliate come se qualcuno si dovesse giustificare in fretta e furia, date sbagliate, situazioni mai avvenute, cose mai riferite. 

Dopo aver telefonato negli uffici dell’Elba senza aver trovato mai la dottoressa preposta alle visite, nei giorni dedicati al pubblico naturalmente, ho mandato una mail con relative raccomandate per richiedere ancora una volta la visita di aggravamento e questo era già stato fatto lo stesso giorno delle dimissioni dall’ospedale di Barga e non il 25 novembre come qualcuno le ha indicato!!! Doveroso aver sentito gli uffici, ma sarebbe stato semplicemente umano e altrettanto corretto e doveroso sentire la famiglia caro Presidente. Lo so che sono una scocciatura, ma magari le avrei detto un’altra verità: telefonate e mancate risposte da parte degli uffici, reparto ospedaliero che ci dimette con un referto ingestibile, e ribadisco che nessuno ha mai parlato di badanti. 

L’audit lo faccia, ma a 360°. 

Avviciniamoci alle persone Presidente anche se sono scocciatrici, io non sono una mitomane e le ripeto ho altro da fare che disturbarla e sbattere i miei problemi su un giornale.

Sbloccate per favore le quote sanitarie a cui abbiamo diritto!

Grazie

 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

auditerigi

tuscania

il casone

toscano

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


giovedì, 13 agosto 2020, 08:43

Paci e Rastelli, storia viva della Lucchese

Nonostante la storia recente della Lucchese non sia certamente quella di una grandissima squadra, ancora oggi nella memoria degli appassionati di calcio nati negli anni '80 rimbomba forte il ricordo di quando una coppia di attaccanti senza freni faceva tremare i campi di Serie B


venerdì, 7 agosto 2020, 16:12

"Mettere in sicurezza la Sarzanese"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera, firmata da una cittadina lucchese, in cui si evidenziano alcune criticità sul territorio con un richiamo all'amministrazione comunale


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 6 agosto 2020, 20:42

Digital Money Revolution: i pro e i contro dei pagamenti digitali obbligatori

Il Governo spinge sui pagamenti digitali, e non è una novità. Non sono pochi però i pro e i contro che animano il dibattito sulla questione


giovedì, 6 agosto 2020, 20:28

"Io penso, dunque sono. Ma forse sarebbe meglio non pensassi… avrei meno problemi"

George Orwell: “Gli animali volgevano lo sguardo dal maiale all’uomo e dall’uomo al maiale. E ancora dal maiale all’uomo, ma era già impossibile distinguere l’uno dall’altro”


mercoledì, 5 agosto 2020, 14:58

Evitare la nicotina grazie alla sigaretta elettronica

Fumare sigarette e consumare i derivati del tabacco potrebbe diventare qualcosa che appartiene solo al passato ma che si perpetua tutt’ora a causa della dipendenza da nicotina; oggi fumare assume un nuovo significato a causa della responsabilità di cui si è consapevoli e dalla quale non ci si può sottrarre


mercoledì, 5 agosto 2020, 12:56

Picchi: "La poca credibilità del candidato Marchetti"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Liano Picchi, ambientalista, in risposta al consigliere regionale di Forza Italia ed ex sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti