Anno 7°

domenica, 26 gennaio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

Vuole pagare il mutuo, ma la Banca Bpm ha ceduto il credito e la nuova società vuole i soldi, tutti e subito: appello disperato

giovedì, 16 gennaio 2020, 17:00

di brunello giuntini

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo accorato appello di Brunello Giuntini il quale si trova ad avere la propria casa pignorata da una società finanziaria a cui la banca Bpm ha ceduto il suo mutuo:

Buonasera dottor Grandi, 

sono a disturbarla di nuovo, a seguire il bellissimo articolo che fece per il mio caso in cronaca di Lucca, per informarla che nulla si è mosso e/o variato e domani (oggi) ho i periti del Tribunale che vengono a casa mia per il sopralluogo e la valorizzazione dell'intero immobile, che verrà messo all'asta il 6 febbraio 2020.

La mia famiglia e mia figlia con marito e figlio di due anni abitiamo tutti assieme lì dentro, ai vari piani, abbiamo solo quell'immobile che mio nonno fece nel 1920, non abbiamo alternative dove potersi allocare, se non in una tenda in mezzo ad un campo!

Essere disposto a pagare, richiedere il rinnovo dell'accordo che la CRLucca (BPM) fece con impegno al rinnovo, non serve a niente, in quanto quelli della Prelios-Red Sea vogliono tutti i soldi subito. Di un credito pagato al 20 del suo valore e ne pretendono i circa 90.000 euro interi, senza dilazioni di sorta. Se non con un anticipo di 20.000 euro e rate mensili da 5.000 cadauna (detto al telefono al mio avvocato Natali), perché per scritto forse hanno paura a metterlo.

Non sto a disturbarla oltre, le chiedo solo se c'è un modo per dare clamore alla vicenda, perché dopo il suo articolo, tutto è morto il giorno dopo. Mi aiuti la prego, evitiamo di distruggere le mie due famiglie, blocchiamo la messa all'asta da parte del Tribunale di Lucca e della Prelios-Red Sea!

Non possiamo andare in una tenda in messo al campo!!! Voglio pagare, non voglio niente gratis, ma il giusto ed il possibile che posso permettermi con il mio lavoro. 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini


auditerigi


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


sabato, 25 gennaio 2020, 18:50

"Caffè delle Mura, il solito giochino"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Moreno Bruni, ex amministratore del comune di Lucca, in merito alla vicenda riguardante l'Antico Caffè delle Mura


venerdì, 24 gennaio 2020, 18:22

"Caffè delle Mura, resteremo i concessionari e saremo i primi a tutelare l'immobile storico e l'immagine della città"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Sauro Barsotti, titolare dell'Antico Caffè delle Mura, indirizzata al sindaco, all'assessore Mercanti e alla stampa, in merito al progetto di rinnovo del locale


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 24 gennaio 2020, 08:44

"Antico Caffè delle Mura, se qualcuno voleva prenderlo, perché non ha fatto un'offerta più alta del cinese?"

Riceviamo questo breve, ma robusto commento all'articolo sull'ipocrisia per la vendita dell'Antico Caffè delle Mura a un imprenditore cinese


giovedì, 23 gennaio 2020, 12:36

"Testi delle canzoni con contenuti violenti in tv, un fatto vergognoso"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Paola Mazzoni, presidente della Commissione provinciale Pari Opportunità, in merito alle recenti polemiche all'interno del Festival di Sanremo


giovedì, 23 gennaio 2020, 10:51

Burattini e Burattinai: condannati zio Michele ed Ivano Russo

Sono tornati al centro della scena gli uomini di Avetrana. Il primo, zio Michele, che di professione fa lo zio, è stato condannato per autocalunnia a 4 anni di reclusione


mercoledì, 22 gennaio 2020, 09:33

In crescita la richiesta di case di prestigio in Italia

Il mercato degli immobili di pregio in Italia sta vivendo un momento particolarmente florido, con un continuo aumento della domanda di residenze situate in location suggestive, immerse nel verde o in grandi città