Anno 7°

sabato, 4 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Non condividiamo la decisione di abolire per un anno la tassa di soggiorno"

venerdì, 22 maggio 2020, 09:05

di francesco colucci

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Francesco Colucci, Riformisti Toscani a sostegno di Italia Viva, sulla decisione della giunta Tambellini di abolire per un anno la tassa di soggiorno.

"Non condividiamo la recente decisione della Giunta Tambellini di abolire, per un anno, la Tassa di Soggiorno, perché, pagata dal turista, è irrilevante nel costo e nella percezione di chi la paga, per la scelta della destinazione turistica.

Rilevante sarebbe decidere che tutti gli introiti della Tassa sul 2020 siano messi a disposizione per dare liquidità a fondo perduto alle aziende e professioni del turismo disastrate dalle conseguenze della Pandemia.

Poco senso abolire una tassa su chi soggiorna a Lucca, di pochi spiccioli pro capite, quando quei fondi potrebbero servire a tenere in vita le aziende del turismo in questi mesi, distribuendoli, a fondo perduto, per affitti, mutui e spese fisse.

Le altre decisioni che come Riformisti riteniamo indispensabili:

  • La possibilità di aumentare fino al raddoppio l'uso gratuito del suolo pubblico per le attività legate al turismo, dove tecnicamente possibile.
  • La creazione di un Teatro all'aperto in Piazza Napoleone, con posti Covid distanziati, ove realizzare spettacoli e concerti gratuiti, per le sere d'estate realizzati sia dalle strutture pubbliche che da aziende e associazioni private.
  • La gratuità di Musei, Palazzi e Mostre a gestione pubblica per tutto il 2020.
  • La difesa delle date dei Comics e la loro realizzazione.
  • La definizione, se il Comune ha un qualche ruolo, di un Summer invernale.

Leggiamo infine che sia la Giunta Comunale che l'opposizione ragionano di pensare ad un nuovo modello di sviluppo della Città, dopo la Pandemia.

Non credo sia il tempo di questi voli Pindarici che sarebbero poi spazzati via dal ritorno inarrestabile del Turismo appena cessato il pericolo Covid.

Crediamo urgente ora dedicare tutte le risorse umane e economiche a sostenere nel 2020 le categorie del turismo, con liquidità e contributi a fondo perduto.

La macchina del Turismo, appena finita la Pandemia e trovato il vaccino, si rimetterà in moto da se, velocemente e come prima, e qualsiasi "piano alternativo" sarebbe spazzato via della regole della libera economia, di cui fa parte la nostra società".


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

auditerigi

tuscania

il casone

toscano

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


venerdì, 3 luglio 2020, 14:20

Maturità 2020: le lauree più gettonate per gli indecisi

Gli esami di maturità sono iniziati, ma non tutti gli studenti sanno attualmente quale sarà il loro futuro a settembre


martedì, 30 giugno 2020, 15:57

"Convocare quanto prima gli Stati Generali della Cultura"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Francesco Petrini, presidente dell'Associazione Custodi della Città per gli Stati Generali sulla Cultura, inviata stamani al sindaco del comune di Lucca e all'Ufficio Protocollo


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 28 giugno 2020, 17:41

"Nuova raccolta dei rifiuti: bocciata"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di lamentela di una cittadina lucchese, Patrizia Marchesini, in merito alla nuova impostazione della raccolta dei rifiuti


domenica, 28 giugno 2020, 05:51

Del maiale non si butta via niente

Gazzettiane e gazzettiani sono tornato! Sono proprio io, il vostro Guercio. E per questa edizione speciale (con altre rivelazioni su Lucca) punto dritto su un famoso detto popolare che sicuramente i più contadini di voi ricorderanno di certo


sabato, 27 giugno 2020, 19:48

I Casino online sicuri come trovarli e come riconoscerli

Oggigiorno non c'è motivo di rischiare i propri soldi in casinò offshore di dubbia fama, i casino online sicuri e legali in Italia


sabato, 27 giugno 2020, 15:32

Noi non siamo i capponi di Renzo

Riceviamo questa lunga lettera inviataci da un lettore che lancia una sorta di appello ai proprietari di fondi commerciali affinché riducano il canone mensile degli affitti così da agevolare la ripresa del commercio