Anno 7°

sabato, 4 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : l'ago puntura

“Se due più due iniziasse a fare cinque...”

mercoledì, 27 maggio 2020, 18:18

di flavia favilla

Ma per davvero vogliamo arrivare al punto che due più due faccia cinque e non quattro come è nella realtà?

Non sto dando i numeri, ma semplicemente riallacciandomi all’epilogo di “1984” di George Orwell, fase emblematica del romanzo, in cui Winston Smith, dopo aver subito torture e vessazioni corporali e mentali di ogni genere, si assoggetta totalmente al pensiero totalitario imposto dal Grande Fratello al punto tale da accondiscendere che due più due faccia cinque e non quattro …

Questa è la terza volta che nei miei interventi su La Gazzetta cito questa magnifica opera.

Perdonatemi ma non riesco a farne a meno … perché in tempi di Covid-19 è un libro dai contenuti talmente attuali da far venire i brividi.

L’analogia non è riferita (almeno per ora .. poi di questo passo, chissà!) alle pratiche fisiche imposte ai disertori politici del pensiero comunista, quanto al lavaggio del cervello perpetrato nei loro confronti tanto da indurli alla pazzia. Per cui non posso non accostare le vicende raccontate in “1984” a ciò che sta accadendo ai giorni nostri dove politici, virologi, tuttologi, mass media e qualunquisti ci hanno arrovellato il cervello da farci perdere ogni cognizione di causa impostando le nostre vite solo ed unicamente sotto l’egida del famigerato Covid-19.

 

Allora eccoci tutti - io a dire il vero neanche tanto, perché in tutta onestà ho più paura che mi venga un tumore che di contrarre il corona -, a disinfettarci, sterilizzarci, indossare guanti, mascherine e visiere anche tra le pareti di casa o in auto da soli..

Per non parlare di quel che succede in strada, a piedi, dove assisto a volte a certe giravolte per non incontrarsi

da sganasciarsi dalle risate .. Gente che rischia di finire sotto una macchina pur di non scambiarsi con una persona ..

Vogliamo poi parlare delle distanze da tenere nei locali pubblici? Quelle sono pazzesche … Personalmente ho smesso anche di prendere il caffè al bar perché mi suscita tristezza mista a ribrezzo il doversi trattare come appestati… o addirittura fare la fila fuori stile Soviet anni venti ..

Quindi, onde evitare di lasciarmi scappare qualche parola di troppo, evito di frequentare quei luoghi dove l’unica logica imperante è quella legata a ciò che “In Alto” vogliono inculcarci nelle nostre teste troppo spesso vuote … e cioè che oggi, anno 2020, se non si sottintende alle rigide regole imposte dallo Stato Italiano con un governo che non abbiamo votato e che sta in piedi tra inciuci e sotterfugi, si muore solo di Sars-Cov2.

Le altre malattie sono scomparse, tanto che dai primi di marzo sono saltati tutti i protocolli di prevenzione che fino al 29 febbraio ci dicevano essere di fondamentale importanza per salvaguardare la nostra salute. Al momento attuale le liste per esami o controlli diagnostici sono bloccate, ergo devo dedurne che non ci si ammala di altro che non sia quel dannato virus importato dalla Cina come del resto ogni altro oggetto che costella la nostra quotidianità.

 

Stiamo diventando degli automi. Le giornate sono scandite da termo scanner, mascherine e guanti (per altro introvabili o a prezzi pazzeschi); le azioni che compiamo sono esercitate esclusivamente tramite app, telefonini e marchingegni tecnologici che ci fanno perdere l’arte del pensare, del riflettere e il privilegio di capire e decidere del nostro futuro.

Proseguendo in questa direzione non faremo nemmeno più figli perché perderemo il contatto umano e l’essenza e la gradevolezza della fisicità.

E allora sì … finirà per davvero che due più due farà cinque.

 

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

auditerigi

tuscania

il casone

toscano

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


venerdì, 3 luglio 2020, 14:20

Maturità 2020: le lauree più gettonate per gli indecisi

Gli esami di maturità sono iniziati, ma non tutti gli studenti sanno attualmente quale sarà il loro futuro a settembre


martedì, 30 giugno 2020, 15:57

"Convocare quanto prima gli Stati Generali della Cultura"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Francesco Petrini, presidente dell'Associazione Custodi della Città per gli Stati Generali sulla Cultura, inviata stamani al sindaco del comune di Lucca e all'Ufficio Protocollo


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 28 giugno 2020, 17:41

"Nuova raccolta dei rifiuti: bocciata"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di lamentela di una cittadina lucchese, Patrizia Marchesini, in merito alla nuova impostazione della raccolta dei rifiuti


domenica, 28 giugno 2020, 05:51

Del maiale non si butta via niente

Gazzettiane e gazzettiani sono tornato! Sono proprio io, il vostro Guercio. E per questa edizione speciale (con altre rivelazioni su Lucca) punto dritto su un famoso detto popolare che sicuramente i più contadini di voi ricorderanno di certo


sabato, 27 giugno 2020, 19:48

I Casino online sicuri come trovarli e come riconoscerli

Oggigiorno non c'è motivo di rischiare i propri soldi in casinò offshore di dubbia fama, i casino online sicuri e legali in Italia


sabato, 27 giugno 2020, 15:32

Noi non siamo i capponi di Renzo

Riceviamo questa lunga lettera inviataci da un lettore che lancia una sorta di appello ai proprietari di fondi commerciali affinché riducano il canone mensile degli affitti così da agevolare la ripresa del commercio