Anno 7°

venerdì, 4 dicembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Papa con la minuscola, altro che storie..."

sabato, 21 novembre 2020, 11:02

di david de marco

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di un lettore molto religioso viste le delucidazioni che fornisce in merito alla vicenda che ci ha visto rispondere sulla parola papa usata con la lettera minuscola. Inutile aggiungere che ci trova pienamente d'accordo:

Caro direttore,

ho letto tutto d'un fiato l'articolo "Aldo Grandi, dopo l'avvertimento arriva la 'censura' apparso su la Gazzetta di Lucca ieri sera. Sono rimasto basito quando ho letto che codesti signori, la minuscola in questo caso è d'obbligo, le hanno contestato il fatto che dalla fotografia del gatto arrostito non si capiva che animale fosse: "ma se ne hanno parlato quasi tutti i media nazionali e sui network e addirittura su alcuni quotidiani della carta stampata!"

Ma dove svolgono o dove hanno svolto la professione di giornalisti queste persone! Per quanto riguarda, invece, il dito in c... con l'anello del papa, il maestro di teatro Gigi Proietti, purtroppo scomparso qualche giorno fa, ha più volte usato questa metafora nelle sue performances, facendosi e facendoci fare delle grasse risate e, forse, anche i giudici in questione, ascoltandolo, ci hanno riso su. Quindi, ma de' che stamo a parlà!

A proposito del papa, mi ci voglio soffermare un attimo: pochi sanno e, tra questi pochi, ci metto anche i componenti del collegio inquisitore, ciò che ci ha comandato Gesù, Signore e Salvatore di tutti i veri cristiani.

Matteo 23: vv. 6 - 10 " 6) amano i primi posti nei conviti e i primi posti nelle sinagoghe; 7) vogliono essere salutati nelle pubbliche piazze, ed essere dalla gente chiamati: Maestri. 8) ma voi non vogliate essere chiamati maestri, perché uno solo è il vostro Maestro e voi siete tutti fratelli. 9) Non chiamate nessuno sulla terra padre vostro, perché uno solo è il vostro Padre, quello che è nei cieli. 10) Né fatevi chiamare guide, perché uno solo è la vostra Guida, il Cristo."

Quindi, è palese che dal comandamento del nostro Signore Gesù Cristo emerge che la figura e il titolo di papa, apice della gerarchia ecclesiastica della chiesa cattolica romana, mutuata dal paganesimo dell'Impero Romano, non deve esistere, almeno come l'ha intesa e l'intende la Chiesa Cattolica Romana. Infatti papa significa padre e Gesù ci ha detto (spiritualmente parlando, questo lo dico io) che: "uno solo è il vostro Padre, quello che è nei cieli." 

Invece,il papa si fa addirittura chiamare santo padre! Ma allora, cosa c'entra la maiuscola? A distorcere ulteriormente la Sacra Scrittura, da parte della gerarchia cattolica, oltre a diversi altri dogmi che, in questo contesto, tralasciamo, c'è anche il titolo di pontefice, anch'esso, mutuato dal paganesimo dell'antica Roma, risalente niente di meno al re Numa Pompilio.

Ci sono tanti altri aspetti del vangelo che sono distorti dalla chiesa cattolica ma, quanto accennato è più che sufficiente per essere colpiti dalla scomunica che lo stesso Vangelo, da loro distorto, prevede per coloro che se ne rendono colpevoli, peccando contro Dio e Suo Figlio il Signore e Salvatore; contravvenendo a quanto Cristo ci comanda nella Epistola ai Galati cap. 1: vv. 6 - 9

"6) Mi meraviglio di voi che in si breve tempo abbiate abbandonato Colui che vi ha chiamati in grazia di Cristo, per passare ad un altro vangelo, 7) il quale non consiste in altro, se non che vi sono taluni che vi turbano e vogliono pervertire il Vangelo del Cristo. 8) Ma quand'anche noi stessi o un Angelo dal cielo vi annunziasse un Vangelo diverso da quello che noi vi abbiamo predicato, sia scomunicato! 9) Come ho già detto, ed ora di nuovo lo ripeto: Se uno vi annunzia un Vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia scomunicato! "

Oggi, come asserisce Roger Liebi, un esperto biblista, nel suo "La Bibbia e L'Europa - Storia delle Sacre Scritture negli ultimi 2000 anni": "I nuovi ateisti e la politica di sinistra sottraggono la Bibbia all'Europa." Sempre secondo Roger Liebi, "attraverso l'approvazione di leggi mettono in cattiva luce i cristiani che sono contro le teorie dell'omosessualità e contro il movimento LGBT. "

Altro che maiuscola! 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

auditerigi

tuscania

il casone

toscano

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


sabato, 5 dicembre 2020, 02:51

Gestire la logistica per l’e-commerce ai tempi del covid-19

L’attuale epidemia del coronavirus ha segnato una rivoluzione nello shopping: gli e-commerce sono diventati punti di riferimento per gli acquisti


mercoledì, 2 dicembre 2020, 18:43

"Covid, perché la Asl non comunica la positività ai pazienti in un tempo più breve?"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa segnalazione inviataci da una lettrice impegnata sul fronte politico da molto tempo a Lucca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 1 dicembre 2020, 19:39

"Caro Barsanti, prima di piantare un albero chiami un agronomo"

Riceviamo e pubblichiamo questa risposta "piccata" del consigliere comunale Dante Francesconi alle affermazioni rilasciate dal consigliere Fabio Barsanti su Facebook inerenti l'attività dell'associazione "La Foresta che Avanza"


lunedì, 30 novembre 2020, 12:54

La speranza di viaggiare di nuovo negli Stati Uniti

Gli Stati Uniti erano diventati una delle mete più ambite dai viaggiatori italiani, perché hanno luoghi turistici belli e suggestivi, come il Parco Nazionale Yellowstone, le Big Bear Snow Mountain, le calde spiagge di Miami, i parchi a tema di Disney World, il monumenti architettonici e grandi città come Las...


lunedì, 30 novembre 2020, 10:37

"Grazie ai medici del San Luca per aver salvato la vita a mia mamma"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di ringraziamento da parte della famiglia della signora Marisa Pelli, 73 anni, al personale medico e sanitario dell'ospedale di Lucca per averle salvato la vita a seguito di un grave problema al cuore


sabato, 28 novembre 2020, 19:35

Prima domenica di Avvento: preti e diaconi scrivono alla città

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera alla città dei preti e diaconi delle comunità che formano la chiesa nella città di Lucca in occasione della prima domenica di Avvento