Anno 7°

domenica, 26 gennaio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Morte ad Altopascio, la galleria degli orrori della stampa locale"

martedì, 14 gennaio 2020, 19:01

di Massimiliano Piagentini

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento inviatoci da Massimiliano Piagentini (nella foto) fondatore, a Lucca, della prima associazione Lgbt della provincia, “L’Altro volto-Lucca gay lesbica”. Risposta di Aldo Grandi:

Un gesto frutto della disperazione che, poche ore fa, si è concluso nel modo più tragico: con la morte in ospedale dopo alcuni giorni di agonia. Oltre al dramma, però, c'è da registrare e sottolineare il modo in cui tutta la stampa e i media locali hanno dato la notizia e, soprattutto, di come hanno parlato della vittima. La protagonista della vicenda è una trans di 42 anni, abitante ad Altopascio."Una", al femminile, perché l'identità di genere non è un'opinione e perché da anni le associazioni trans si battono perché venga riconosciuto alle persone trans il diritto ad usare - sui documenti, oltre che nella vita di tutti i giorni - il nome corrispondente all'identità di genere, anche senza la rettificazione del sesso biologico.

La stampa locale, però, evidentemente queste cose non le sa o non è interessata a conoscerle, dato che nei titoli e nel testo degli articoli dedicati alla vicenda, tutte le testate, indistintamente, hanno parlato di "uomo", di "un transessuale brasiliano", di "lui". Il livello più basso lo ha raggiunto chi ha scritto "uomo extracomunitario", ma non è il caso di fare la hit parade degli orrori.
Chi vorrà - per esprimersi in futuro in modo corretto e rispettoso - potrà prendere ad esempio un sito nazionale, tgcom24, che ha dato la notizia in questo modo: "Lucca, riceve lo sfratto e si dà fuoco: trans 42enne gravissima. Una trans 42enne di origini brasiliane si è data fuoco nella sua abitazione, subito dopo aver ricevuto una ordinanza di sfratto esecutivo. Ora è ricoverata in gravissime condizioni".

Risponde Aldo Grandi: la prima cosa che ci balza alla vista leggendo le esternazioni di questo signore ex segretario di Rifondazione Comunista della Garfagnana nonché, attualmente, militante dell'ennesima formazione di Sinistra, è che se la prende con tutti i giornali locali, compresi quelli che, spudoratamente, sono schierati a sinistra e in favore dell'universo Lgbtq. E ci viene da ridere. Così imparano a voler essere più realisti del re. Per tutti il povero trans morto dopo aver tentato di dare fuoco alla propria abitazione era un uomo. Inequivocabilmente. Anche se avrebbe voluto essere una donna, ma donna non era. Per Piagentini noi giornalisti abbiamo riempito una galleria degli orrori, ma chi scrive si è limitato a fare quel che avrebbe fatto, da che mondo è mondo, qualsiasi collega in buona fede senza voler assolutamente denigrare o prendersi gioco di una persona.

Da che mondo è mondo, appunto. Mentre i Piagentini di turno vorrebbero, il mondo, cambiarlo e inventarsi un terzo o, anche, magari, un quarto e quinto sesso a seconda delle situazioni e dei desiderata individuali. In Emilia Romagna, addirittura, in alcuni enti pubblici pare che si siano inventati il cesso per il terzo sesso e, realmente, facciamo fatica a capire chi potrebbe utilizzarlo e, soprattutto, come sarà composto.

A noi umanamente dispiace per ciò che è successo ad Altopascio, ma ci sarebbe dispiaciuto ancora di più se l'esplosione avesse causato altre vittime tra i vicini di casa. L'identità di genere, francamente, per noi è una cosa assolutamente contraria alla natura nel senso che la teoria Gender, che questi signori e la Sinistra vogliono portare avanti, è la devastazione totale di ogni senso di identità per dare vita a degli esseri umani ibridi più facilmente manipolabili. L'identità si acquisisce dalla nascita, si è maschi o femmine appena si mette fuori la testa da dove si teneva e si è tenuta per nove mesi. Tutto il resto è aria fritta e tentativi pericolosissimi di stravolgere quello che da millenni è sempre stato. Se, poi, ci si sente diversi, è una questione personale e rispettabilissima oltreché da comprendere e non criticare assolutamente. Ma non si può pretendere di elevare a regola ciò che, al massimo, può essere un'eccezione.

Non a caso la Sinistra è specializzata nella diffusione della teoria Gender che viene schifosamente proposta nelle scuole sin dalla più tenera età con l'obiettivo, nascosto, ma intuibile, di scardinare il sistema. Un sistema che, per loro cresciuti ideologicamente alla corte del marxismo d'accatto,andrebbe stravolto dalle fondamenta. Noi non abbiamo sbagliato a scrivere uomo o un transessuale o uomo extracomunitario. E continueremo a farlo nonostante i tentativi boldriniani di cambiare la nostra vita e le nostre abitudini. Se a Piagentini non va bene, pazienza, se ne faccia una ragione ed eviti di leggerci. Di lettori come lui, sinceramente, ne facciamo volentieri a meno. E lezioni di giornalismo, francamente, non le accettiamo da chi, questo mestiere, non sa nemmeno cosa sia.


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini


auditerigi


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


sabato, 25 gennaio 2020, 18:50

"Caffè delle Mura, il solito giochino"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Moreno Bruni, ex amministratore del comune di Lucca, in merito alla vicenda riguardante l'Antico Caffè delle Mura


venerdì, 24 gennaio 2020, 18:22

"Caffè delle Mura, resteremo i concessionari e saremo i primi a tutelare l'immobile storico e l'immagine della città"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Sauro Barsotti, titolare dell'Antico Caffè delle Mura, indirizzata al sindaco, all'assessore Mercanti e alla stampa, in merito al progetto di rinnovo del locale


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 24 gennaio 2020, 08:44

"Antico Caffè delle Mura, se qualcuno voleva prenderlo, perché non ha fatto un'offerta più alta del cinese?"

Riceviamo questo breve, ma robusto commento all'articolo sull'ipocrisia per la vendita dell'Antico Caffè delle Mura a un imprenditore cinese


giovedì, 23 gennaio 2020, 12:36

"Testi delle canzoni con contenuti violenti in tv, un fatto vergognoso"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Paola Mazzoni, presidente della Commissione provinciale Pari Opportunità, in merito alle recenti polemiche all'interno del Festival di Sanremo


giovedì, 23 gennaio 2020, 10:51

Burattini e Burattinai: condannati zio Michele ed Ivano Russo

Sono tornati al centro della scena gli uomini di Avetrana. Il primo, zio Michele, che di professione fa lo zio, è stato condannato per autocalunnia a 4 anni di reclusione


mercoledì, 22 gennaio 2020, 09:33

In crescita la richiesta di case di prestigio in Italia

Il mercato degli immobili di pregio in Italia sta vivendo un momento particolarmente florido, con un continuo aumento della domanda di residenze situate in location suggestive, immerse nel verde o in grandi città