Anno XI

lunedì, 20 settembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : l'ago puntura

Senza scampo

giovedì, 29 luglio 2021, 09:58

di Flavia Favilla

“Senza scampo” non è il titolo di un film o di un cortometraggio… “Senza scampo” è la percezione vivida, intensa, attuale e preoccupante della società così come sta mutando.

E senza che necessariamente mi venga dato della “complottista”, termine tanto caro agli intellettuali social, credo che quel che sta accadendo nel mondo occidentale sia sotto gli occhi – più o meno foderati di prosciutto – di tutti. 

Mi ero ripromessa di tacere, perché tanto esternare il proprio pensiero e andare controcorrente si rivela più un catastrofico boomerang che una democratica opportunità di confronto. Ma non ci riesco.

E anzi, spero che di ciò che scrivo oggi ne rimanga traccia. E magari, a posteriori, quando non ci sarò più perché sarò passata a miglior vita o avrò coronato il mio sogno di distaccarmi totalmente da questo modello di genere umano, qualcuno mi darà ragione. Ma non soltanto a me che non sono nessuno .., ma anche a tanti altri personaggi autorevoli a cui viene cosparso il capo di letame soltanto perché non si allineano al cosiddetto Pensiero Unico Dominante. 

I primi segni di cedimento mentale della società li abbiamo intravisti già nel corso dell’anno 2020, quando il Covid ha cominciato a serpeggiare nel nostro Paese.

Ma credo che in questo 2021 la psicosi generale, la follia più demenziale mista a sano menefreghismo sia

emersa appieno in ogni persona, anche nelle più insospettabili.

Tutto è diventato pesante: andare a lavorare, a prendere un caffè, fare una passeggiata, la spesa al supermercato o frequentare la piscina o la palestra.

La gente cammina a testa bassa, e se la solleva lo fa unicamente per vedere se indossi la mascherina o ti disinfetti le mani.

Non si possono esprimere posizioni differenti da quelle correnti, non si possono fare battute, scherzare, prenderci in giro. La domanda ricorrente è sempre la stessa: “Ce l’hai il green pass? L’hai fatto il vaccino?”

Noooo .. non se ne può più!!!

Siamo soltanto all’inizio della deriva totalitaria in cui presto saremo tutti catapultati senza nemmeno rendercene conto. E questo grazie al terrorismo sanitario, creato ad hoc, sancito dai governi nazionali in accordo coi media nazionali e le grandi lobbies farmaceutiche e finanziarie.

E noi, come esche attaccato all’amo, ci siamo cascati completamente.

Ed ecco che il motto “Dividi et Impera” diviene più attuale che mai.

 

Nessuno nega l’esistenza del virus. Io stessa l’ho avuto. Ma non è comprensibile infondere il terrore nella gente anziché trovare una cura efficace per contrastarlo, che non sia necessariamente un vaccino testato in fretta e furia e il distaccamento sociale.

Sono “No vax?”. No, e come me tanti altri.

Ma com’è possibile farsi iniettare nel corpo un qualcosa che dodici mesi fa non esisteva e adesso c’è, quando ci vogliono anni per validare l’efficacia di un vaccino e garantire che la cura non si riveli peggiore della malattia?

 

Altro affondo a questa società demenziale..

Come mai in epoca di “Campionati Europei” non si parlava quasi più di contagi e la gente poteva correre in piazza a mettersi la lingua in bocca tra sconosciuti, mentre all’indomani addirittura si è dovuti ricorrere all’obbrobriosa imposizione della Carta Verde per indurre i cittadini a vaccinarsi e consentirgli di vivere?

 

Se questa non è dittatura .. ditemi voi cos’è.

E badate bene .. siamo soltanto all’inizio di una nuova epoca, dove parole come “democrazia”, “libertà”, “vita” rimarranno solo un lontano ricordo.

 

 

 

 

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


auditerigi

tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


lunedì, 20 settembre 2021, 09:16

Assicurazione auto foglio rosa: tutto quello che c’è da sapere

Il foglio rosa, che precede il rilascio della patente vera e propria, è una tappa attraverso cui sono passati tutti i patentati, poi: che non tutti i fogli rosa poi si convertano in patenti, questo è un altro paio di maniche


venerdì, 17 settembre 2021, 19:45

"Ponte sul Serchio, a quando l'inizio dei lavori?"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di Giuseppe Nardi, cittadino di Torre in Valfreddana, che si chiede a quando l'aggiudicazione e l'inizio dei lavori per il ponte sul Serchio


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 17 settembre 2021, 17:42

"Che fine ha fatto il bando di appalto per la vendita del depuratore di Veneri?"

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento, firmato da Tommaso Panigada e Giovanni Bertilacchi, sull'annunciato e mai pervenuto appalto pubblico per l'alienazione del depuratore di Veneri di proprietà dei comuni di Pescia e Villa Basilica


venerdì, 17 settembre 2021, 11:09

La redingote di Napoleone

La figura di Napoleone, anche se appena tratteggiata nella penombra in uno dei tanti ritratti a lui dedicati, è immediatamente riconoscibile per due attributi inconfondibili, il mitico cappello, detto petit chapeau, bicorno o feluca, e la celebre redingote grigia che divennero gli elementi iconografici napoleonici maggiormente conosciuti dal grande pubblico


giovedì, 16 settembre 2021, 08:55

'Appello di un vecchio arnese del centrodestra (leghista) a provare a vincere, finalmente, le elezioni comunali del capoluogo'

Francesco Pellati interviene con una precisazione sul titolo della sua ultima puntata della rubrica La Lanterna con il quale desidera spiegare perché non fosse proprio completamente d'accordo


martedì, 14 settembre 2021, 23:43

"Una processione di S. Croce da dimenticare, una vera e propria umiliazione... Meglio non farla"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa bella, dolorosa, ma realistica analisi inviataci dalla mamma del dottor Marco Simonetti alla quale, evidentemente, la Luminara di S. Croce non è piaciuta per nulla. Come darle torto?