Anno XI

domenica, 5 dicembre 2021 - Giornale non vaccinato

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Mobilitiamoci per salvare le Specialità di Piero. No alla omogeneizzazione del commercio"

martedì, 19 ottobre 2021, 18:06

di flavio torrini

Riceviamo e molto volentieri pubblichiamo questa sincera riflessione inviataci da un lettore che è anche imprenditore e amico, sulla cancellazione promossa dal Comune del chiosco di Piero fuori porta S. Maria:

Caro direttore,

appresa la notizia del probabile smantellamento dello storico e tradizionale chiosco "Specialità da Piero" che ha nutrito, di bomboloni, frati e cannoli, sia adulti che bambini da almeno tre generazioni, non ho potuto fare a meno di portare il mio contributo di solidarietà umana, non economica perché oggi la famiglia di "Piero" regalava bomboloni a tutte le persone che hanno accolto l'invito a non farli sentire soli.

Sinceramente non riuscivo a distaccare gli occhi dai volti indaffarati comunque sorridenti come i buoni commercianti che con il sorriso ti fanno venire la voglia di tornare ad acquistare da loro, nel loro locale, perché non vendono solo un bene ma un rapporto umano, un riferimento.

Come ben sa caro direttore, voglio bene alla nostra città con i nostri negozi APERTI che purtroppo anche a causa del covid, molti, non sono riusciti a reggere la botta e tanti altri ad oggi faticano ancora a risollevarsi.
Da sempre ed ancor di più con il gruppo che ho creato dopo il lockdown, #iostoconicommerciantilucchesi,
considero con amore e attenzione il piccolo commercio, la vita di un paese, la motivazione, l'emozione dell'imprenditore e posti di lavoro per le famiglie che vi lavorano ingenerando circolazione di denaro e conseguente ricchezza a vantaggio di tutti i cittadini.

Mi sono rattristato a vedere quel signore che qualche anno fa ci serviva i suoi bomboloni ed oggi seduto sulla carrozzina ad assistere i suoi familiari che distribuivano gli ultimi bomboloni. Mi ha fortemente commosso il pensiero di non vedere più quel bellissimo chiosco, non sentire il profumo dei suoi bomboloni, non vedere i suoi gestori, ma sopratutto mi rattrista di rabbia il pensiero della chiusura dell'attività per VOLONTÀ UMANA DI TERZI, di leggi sprezzanti le persone. Ecco questo mi rabbrividisce facendomi temere per quello che sarà la società futura totalmente livellata, rassegnata, incolonnata dietro ad uno stipendiuccio, sotto pochi e sempre più ricchi padroni.

Ciò che rimpiango è l'abbandono dei piccoli commercianti, delle tradizioni, dei locali tipici, delle arti, dei mestieri, delle professioni, piano piano cancellato dallo sfrenato consumismo che si presume lasci soddisfazione, ma crea un grande e sterile pugno di mosche.

Spero che la mia riflessione le sia gradita e possa essere pubblicata dal suo giornale che apprezzo molto per la sua sincera e schietta lealtà.


Questo articolo è stato letto volte.


lamm

auditerigi

tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


giovedì, 9 dicembre 2021, 09:47

Suggerimenti per la corretta alimentazione del cane

Per il benessere di un cane, il regime alimentare che viene seguito riveste un ruolo di primaria importanza. Da questo punto di vista il mercato mette a disposizione una vasta gamma di soluzioni per andare incontro alle aspettative dei padroni e assecondare ogni tipo di esigenza


giovedì, 2 dicembre 2021, 17:32

Gli studenti del Carrara lanciano un grido: "Abbiamo freddo"

I ragazzi dell'istituto tecnico commerciale spiegano in una lettera aperta le ragioni della loro protesta dettata dal fatto che i termosifoni non funzionano: "Non vogliamo apparire degli svogliati"


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 2 dicembre 2021, 15:14

Napoleone Bonaparte, giuramento dell’incoronazione il 2 dicembre 1804

Oggi ricorre l’anniversario dell’incoronazione di Napoleone come imperatore, avvenuta a Parigi, 2 dicembre 1804. Nella cattedrale di Notre-Dame, davanti a 12000 invitati, Napoleone Bonaparte, assieme alla moglie Marie Josèphe Rose Tascher de La Pagerie, conosciuta comunemente come Joséphine di Beauharnais, fu consacrato, alla presenza del papa Pio VII Chiaramonti, imperatore...


giovedì, 2 dicembre 2021, 12:32

“A scuola di ‘no alla violenza’ non solo il 25 novembre”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento della presidente della commissione provinciale pari opportunità della provincia di Lucca, Paola Mazzoni, con uno scritto di uno studente del Giorgi


mercoledì, 1 dicembre 2021, 20:32

"Grazie professor Morelli a lei e a tutto il personale della clinica di San Rossore"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di ringraziamento inviataci per manifestare il profondo senso di gratitudine all'indirizzo del professor Girolamo Morelli per le cure e l'assistenza ricevute


mercoledì, 1 dicembre 2021, 13:49

Due poesie sul "massacro di S. Concordio"

Non trovo più le modalità espressive tradizionali per esprimere la vergogna, la rabbia, il senso di impotenza e di frustrazione e di umiliazione per le colate di cemento che in questi anni si sono abbattute sul quartiere di S. Concordio a Lucca. Così sono nate queste due poesie