Anno 7°

lunedì, 18 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

ughi sport

Sport

Il “Pitbull” Fede Vivas approda all’Amore & Vita - Prodir

venerdì, 28 dicembre 2018, 11:58

Federico Vivas è conosciuto come il “Pitbull”. Corre e vince masticando sempre un fiammifero, proprio come se fosse un pistolero western delle pellicole di Sergio Leone.

Argentino di Buenos Aires, il 22enne Vivas è uno sprinter puro ed è Campione Panamericano U23 in carica. Dopo l’approdo di Moncassin e la riconferma dell’elvetico Freuler, Amore & Vita – Prodir potrà contare su un tris molto pregiato per le volate 2019, una skill nella quale il team è stato un po’ carente in quest’ultima stagione dopo la deludente annata del velocista lettone Bogdanovics. E con grande esperto ed ex campione come Alessio Di Basco che sarà coach e supervisore proprio di questo reparto, ci sarà da aspettarsi grandi risultati. 

Nel 2018 oltre al Campionato Panamericano (titolo vinto anche da Junior), ha ottenuto 15 successi tra Argentina ed altri paesi sudamericani, ed è stato fortemente voluto in squadra dal nuovo D.S. Volodymyr Starchyk che torna a dirigere il team dopo la parentesi 2018 alla Trevigiani di Mirko Rossato.

«Vivas è stato stagista alla Trevigiani nella passata stagione e si è messo in bell’evidenza ad ogni corsa – spiega Cristian Fanini – Starchyk ha grandissima fiducia il lui e ci ha convinti che era ciò di cui avevamo bisogno. C’è chi dice che è una ‘testa matta’ ma noi siamo abituati ad aver a che fare con sfide particolari e Vivas è una nostra grande scommessa per il 2019 e comunque sul suo talento – purissimo -  non si discute. Poi, i suoi test sono davvero impressionanti ed i margini di miglioramento lo sono ancor di più. Quindi siamo molto entusiasti di accoglierlo in squadra dove avrà un ruolo molto importante a prescindere della giovane età. Infine voglio aggiungere che riprendiamo un argentino in squadra dopo quasi 30 anni e l’Argentina è una terra molto cara alla nostra famiglia, visto che parte della famiglia Fanini vive tutt’oggi in Argentina. Il primi ciclisti argentini sono arrivati in Italia grazie a mio papà e a suo zio Ivano a cavallo tra gli anni 70 ed 80 nell’allora team Fanini Mobiexport e furono guidati nei Giri d’Italia dilettanti e nei campionati del mondo. I primi argentini professionisti sono passati proprio dall’Amore & Vita, mi vengono in mente i più importanti come Daniel Castro, Alexandre, Benvenuti, Trillini, Mateseva, Frossasco e Haedo. Quindi per noi è decisamente una bella soddisfazione poter riavere in squadra un talento di questa nazione».


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


lagazzetta_prenota2


esedra


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


q3


lagazzetta_prenota2


il casone


Altri articoli in Sport


domenica, 17 febbraio 2019, 21:00

Bama supera Livorno 90 a 78

Non è facile arrivare più volte nel secondo periodo a doppiare l'avversario, giungere nei pressi dell'intervallo sul +30 (58-28) e riuscire a mantenere la concentrazione e l'intensità per il resto della gara


domenica, 17 febbraio 2019, 20:38

Troppo forte Schio per una volenterosa Lucca

La partita del ritorno di Martina Crippa al PalaTagliate va, come da pronostico, alle campionesse di Italia di Schio che mettono in mostra una Sandrine Gruda debordante


prenota_spazio


domenica, 17 febbraio 2019, 18:24

Prima categoria, di nuovo un pari per il Tau: 2 a 2 contro l'Acquacalda San Pietro a Vico

Finisce 2 a 2 lo scontro fra Tra e Acquacalda. Gara decisa da palle da fermo. Dopo un primo tempo finito sullo zero a zero, a rompere l'equilibrio una bella punizione all'incrocio dei pali di Lunardini


domenica, 17 febbraio 2019, 17:08

Trionfo lucchese alla Scarpinata il Granocchio

La gara ha visto la vittoria del lucchese Alessanndro Ristori (Olucca Marathon) che ha percorso i 13 chilometri della gara nel tempo di 45'49'', seguito da Ibrahima Sidibe (Gruppo Sportivo Pieve a Ripoli) e di 26'' Andrea Brachi (I Brapidi Enjoy Prato)


domenica, 17 febbraio 2019, 09:48

Andrea Lanfri entra in SuperAbile

Il 33enne di Lucca, rimasto senza gambe e dita delle mani per una meningite con sepsi meningococcica, ha accettato l’invito di portare la sua testimonianza, il suo modello di vita nelle scuole italiane


sabato, 16 febbraio 2019, 23:37

Geonova battuta in casa dai Pino Dragons

I due punti in palio vanno ai fiorentini al termine di una partita lottata e sempre in bilico che ha appassionato e divertito il pubblico del Palatagliate