Anno 7°

domenica, 18 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Sport

Montecarlo ciclismo e giovani, binomio in continua crescita

martedì, 14 maggio 2019, 19:28

di Valter Nieri

La storia del Montecarlo ciclismo segna il ciclismo lucchese dal 1960 ad oggi. Lo storico presidente Ferdinando Di Galante ed il vice Giuliano Domenichini hanno da tanti anni preso sul serio l'idea di caricarsi la squadra sulle spalle, con l'aiuto di un consiglio direttivo attivo che opera al fine di promuovere le buone pratiche ciclistiche e di tanti piccoli sponsor che consentono ogni anno di allestire formazioni competitive in grado di vincere per dimostrare ancora una volta di essere una squadra che va oltre le difficoltà che sta attraversando il ciclismo e che ritrova se stessa.

Anche se è difficile ripetersi a distanza di tanti anni è alla ricerca di giovani che possono continuare a dare un futuro al ciclismo come quando con la maglia grigiorossa mietevano successi ovunque Marco Giovannetti,poi diventato campione italiano ed uno fra i più forti corridori nelle corse a tappe e Michele Bartoli, il fuoriclasse fra i più vittoriosi nel professionismo italiano nelle grandi classiche.

Anche il talent scout nonché presidente di Amore & Vita Prodir Ivano Fanini che lega il suo nome alla storia del ciclismo, ha parole di elogio per la società montecarlese: "Il Montecarlo - dice Fanini - è da decenni la squadra di ciclismo lucchese nel settore giovanile che offre maggiore garanzia di trasparenza, offrendo l'opportunità a quei ragazzi che hanno talento di poterlo mettere in mostra. Io stesso, circa 40 anni fa gli affidai l'allora giovanissimo Michele Bartoli che corse con le mie squadre i primi anni della sua appena iniziata carriera, diventando poi grazie anche al contributo dei dirigenti grigiorossi il campione che conosciamo."

Un'altra data storica del ciclismo grigiorosso è quella del 3 luglio 2011 quando a Povegliano in provincia di Treviso Federico Monti si impose nel campionato italiano della categoria allievi.

"Lo accompagnai io nel percorso - ricorda il Vice Presidente Giuliano Domenichini - ero uno dei pochi a crederci e quel giorno festeggiammo il successo con una cena in autogrill. Fu un ritorno così armonioso che a Federico non pesò nemmeno la stanchezza del viaggio e la spossatezza dell'ansia dei chilometri pedalati con un successo".

Dopo i primi due mesi dall'avvio della nuova stagione nella categoria allievi Federico Galeotti (2.o anno) ha già sfiorato il successo in tre occasione piazzandosi al secondo posto nel 33.o trofeo Clas Conc.Reanault Dacia a Livorno e due volte terzo: a Donoratico nella Coppa Liberazione ed a Ronchi nel 1.o Memorial Andrea Manfredi.

Per l'allievo diretto dai D.S. Sauro Bertoncini e Antonio Avanzinelli il successo è nell'aria. Di secondo anno a dargli un forte contributo c'è Giovanni Nucera. Di primo anno stanno un po' accusando il passaggio di categoria Leonardo Giusti, Daniele Giovannini, Tommaso Bambini e Lupparelli, ma appena avranno preso più confidenza con le nuove distanze e le disposizioni tecniche dei loro esperti D.S. riusciranno a fare qualcosa di buono.

Dove il Montecarlo sta invece dominando in Toscana è nella categoria Esordienti di secondo anno con Edoardo Cipollini. Il nipote di Mario Cipollini e figlio di Cesare è il vero dominatore in questo avvio di stagione. Per lui già tre vittorie ed un secondo posto che lo collocano al primo posto nella graduatoria regionale con 3 punti di vantaggio su Alex Stella del Casano.

Il successo di squadra è completato da Thomas Sbrana, una volta terzo a Calenzano ed una quarto a Pontassieve, e da Andrea Cepa. Gli Esordienti di primo anno sono Giambattista Acciari, Leonardo Sica e Moncini. D.S. Claudio Lucchesi, Giuseppe Grassi e Domenico Pellegrini. Quindi vengono coltivati anche i giovanissimi,numerosi ed agguerriti, per dare un futuro al ciclismo montecarlese e all'intero movimento ciclistico lucchese.


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


lagazzetta_prenota2


esedra


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


lagazzetta_prenota2


il casone


Altri articoli in Sport


mercoledì, 14 agosto 2019, 17:40

Alessandra Orsili e Silvia Pastrello, due campionesse d’Europa al servizio del Basket Gesam Gas e Luce Le Mura Lucca

Primo impatto con la realtà del Basket Le Mura Lucca per le classi 2001 Alessandra Orsili e Silvia Pastrello, due delle quattro giocatrici biancorosse, le altre sono Giovanna Elena Smorto e Sara Madera, che si sono laureate campionesse d’Europa in questa magica estate 2019 per le selezioni giovanili azzurre


mercoledì, 14 agosto 2019, 14:56

Si affidano in gestione per dieci anni 11 campi da calcio comunali

Pubblicati gli avvisi rivolti a società e associazioni sportive dilettantistiche, enti di promozione sportiva, discipline sportive associate e federazioni sportive nazionali. La scadenza per la presentazione delle offerte è fissata al 18 ottobre


prenota_spazio


mercoledì, 14 agosto 2019, 09:35

Flavia Cristianini fa il bis alla "Marcia Verde"

Ancora Flavia Cristianini (Lucca Marathon) ottiene il primo posto nella categoria donne veterane in 1ora13’51’’, seconda Sabrina Cappelli (Atletica Borgo a Buggiano) e terza Moira Cerofolini (Montecatini Marathon)


mercoledì, 14 agosto 2019, 09:28

“Camminata dei 3 Mulini”, Cristianini prima fra le veterane

La lucchese Flavia Cristianini si aggiudica la gara della categoria donne veterane che conclude la gara in 46’30’’, al posto d’onore si classifica Moira Cerofolini (Montecatini Marathon), terza Lucia Donati (La Stanca Valenzatico)


martedì, 13 agosto 2019, 21:06

Verso la nuova serie D: quattro le lucchesi impegnate

L’estate si avvia verso la conclusione e se per la maggior parte di chi ci sta vicino ciò non rappresenta esattamente motivo di entusiasmo ciò non si può dire degli appassionati di calcio. Molti campionati esteri sono già iniziati, le divisioni professionistiche italiane sono in procinto di cominciare la nuova...


martedì, 13 agosto 2019, 10:49

Il Premio Rally Automobile Club Lucca accende l'agonismo: distanze ridotte nei vertici assoluti

Andrea Taddei "comanda" tra i piloti, Nicola Perrone tra i navigatori. Due leadership accomunate da un minimo scarto sugli inseguitori, garanzia di massima incertezza nella seconda metà di programmazione