Anno 7°

sabato, 19 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Sport

“Face to face with Everest - Attacco al Nepal”: ecco la prossima sfida di Andrea Lanfri

lunedì, 30 settembre 2019, 15:03

di giulia del chiaro

Una nuova sfida alle porte per l’atleta lucchese Andrea Lanfri che, in vista del progetto “Everest 2020”, venerdì partirà per un’avventura che lo condurrà in Nepal, da Kathmandu fino in vetta alla Punta Hiunchuli, per tagliare il traguardo del suo primo 7 mila metri e testare le protesi sviluppate in vista della scalata all’Everest.

A illustrare il progetto questa mattina alla sede Toyota di Guamo, oltre ad Andrea Lanfri, erano presenti Giorgio Serafini, titolare della concessionaria Lucar, Matteo Martinelli, per Martinelli Assicurazioni, Italiana Assicurazioni e Atletica Virtus Lucca, e Domenico Passalacqua, presidente dell’associazione Luccasenzabarriere di cui l’atleta è testimonial, che hanno colto l’occasione per sottolineare la loro fiducia nelle avventure intraprese dal giovane augurandogli un nuovo grande successo anche per questa imminente partenza.

Primo a livello italiano a tentare una scalata oltre i 7 mila metri, con amputazione di entrambi gli arti inferiori, Lanfri si è detto pronto e sicuro di poter affrontare questa prova: “se faccio una cosa so di potercela fare – ha spiegato, infatti, l’atleta – e, grazie alle diverse tappe intermedie realizzate come allenamento, come la scalata del Monte Rosa e l’esperienza oltre i 6 mila metri in Ecuador, so di essere pronto”.

È così che, dopo il successo del progetto che prevedeva, appunto, la scalata del Monte Rosa seguita dal Cammino di Santiago in bicicletta in poco meno di due settimane, Lanfri ha spiegato di sentirsi pronto per il Nepal e per questa nuova impresa spettacolare che lo condurrà a confrontarsi per la prima volta con una vetta, la Punta Hiunchuli, a quota 7246 metri. Un’occasione unica per prepararsi, per mettere alla prova se stesso e per testare le tre protesi che porterà con sé. Le protesi, infatti, dopo l’esperienza in Ecuador, che ha reso evidente il problema del loro peso eccessivo, sono state modificate, con il supporto dell’Ortopedia Micheloni, per essere adattate al tipo di impresa e all’altitudine che ne raddoppia la pesantezza.

“Partirò questo venerdì da Milano, insieme alla guida alpina Luca Montanari e ad un altro alpinista, per arrivare a Kathmandu – ha spiegato Lanfri – da dove, dopo due giornate di briefing, ci muoveremo per 9 giorni di trekking fino al campo base”. I tre partecipanti avranno poi 15 giorni di tempo, dal 15 al 29 ottobre, per gestire le fasi di acclimatamento, salita alla vetta e discesa a valle.

Ultima cima della catena nepalese del Dhaulaghiri, la Punta Hiunchuli è una vetta poco battuta dalle rotte turistiche e scelta accuratamente, dai tre partecipanti all’impresa, per le caratteristiche climatiche che la rendono una buona palestra in vista dell’Everest.

Tanti i progetti e le passioni del giovane atleta che ha confessato come, accanto all’Everest, vi sia un altro sogno nel cassetto per il 2020: i 400 metri alle Olimpiadi di Tokyo. Lanfri ha concluso la conferenza ricordando che, fin quando potrà, manterrà aggiornati i propri followers sul procedere dell’avventura tramite le piattaforme social e a chi chiedeva se avesse delle paure e dei timori pre-partenza ha risposto: “negli ultimi mesi ho fatto cose che con i piedi non avevo mai nemmeno pensato di realizzare. Le sole paure che ho sono legate al meteo e per, il resto, mai stato così pronto!”.


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

tuscania

toscano

auditerigi

il casone


Altri articoli in Sport


sabato, 19 settembre 2020, 11:01

Matteo Ingratta il coach delle giovani di Igor: "Nottolini squadra tosta, riuscirà a salvarsi"

Quando si parla di Igor Volley Trecate di Novara viene subito in mente quella squadra fenomenale che nel maggio del 2019 si laureò campione d'Europa a Berlino


venerdì, 18 settembre 2020, 18:33

A&V - Prodir al Giro dell’Appennino punta tutto su Marco Tizza

Il Giro dell’Appennino è una delle classiche italiane più antiche e domani sarà prestigioso palcoscenico pre-mondiale in vista della sfida iridata in programma il prossimo week-end ad Imola


prenota_spazio


giovedì, 17 settembre 2020, 18:39

Ripartita l'attività dell'Asd L'Allegra Brigata Special Olympics Lucca

L’Associazione Sportivo Dilettantistica L’Allegra Brigata riprende l’attività a seguito del dopo covid 19 e la pausa estiva


giovedì, 17 settembre 2020, 15:15

Yuri Dini prosegue con la Polisportiva Capannori

Yuri Dini ancora un'altra stagione alla Polisportiva Capannori a disposizione di coach Bernabei. Classe '83, giocatore solido e di categoria ha passato la prima parte della sua carriera allo Junior Basket vincendo il campionato di Promozione nel 2014


giovedì, 17 settembre 2020, 14:45

Pieroni e Naldi punte di diamante della Virtus agli italiani giovanili

Obiettivo confermarsi e perché no, vincere. Con queste prospettive la pattuglia della Virtus Lucca si presenta ai nastri di partenza dei Campionati Italiani giovanili in programma da venerdì a domenica a Grosseto. In palio i titoli tricolori Juniores e Promesse


mercoledì, 16 settembre 2020, 15:42

Targa Florio amara per Rudy Michelini: brusco stop nella corsa al titolo "Asfalto"

Il portacolori della scuderia Movisport costretto al ritiro nella prima prova speciale del quarto appuntamento di Campionato Italiano Rally, a seguito del verificarsi di una problematica non ancora definita. Una gara iniziata in salita, con il "miracolo" da parte del team che ha permesso al pilota lucchese di prendere parte...