Anno 7°

domenica, 8 dicembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Sport

La generosità non basta ad una Bionatura sconfitta da un Castelbellino superiore

domenica, 1 dicembre 2019, 11:00

di Valter Nieri

Castelbellino mette a nudo i limiti della Bionatura, espugnando il Palapiaggia con un 3-1 che è frutto di una superiorità tecnica e di un gioco di qualità superiore espresso da un roster costruito per salire di categoria esperto e di ottimo spessore per la B1. E' stata una partita a momenti spettacolari con lunghi scambi ed ottimi recuperi da entrambe le parti.

La Bionatura ha dato tutto, è stata combattiva e non ha certo sfigurato,mostrando la miglior Magnelli della stagione ed una Renieri che nonostante qualche difficoltà ha finito ancora una volta top-score dell'incontro. Ma l'attacco non è rappresentato soltanto da lei e le bande Roni, Salvestrini e Puccini hanno trovato un muro invalicabile in Montani e Canuti e la correlazione muro-difesa della squadra di coach Solforati ha fatto la differenza.Roster di partenza.

Bionatura: Bresciani in regia con opposto Renieri, bande Roni e Salvestrini,centrali Mutti e Magnelli, libero Battellino. Castelbellino: Giordano in regia con opposto Moretto, bande Verdacchi e Coppi, centrali Montani e Canuti, libero Zannini. L'avvio della Bionatura era stato promettente con Sofia Renieri che andava a segno e murava egregiamente l'attacco avversario per l'11-7. Ma Castelbellino non si scomponeva e ricominciava a macinare gioco con alzate razionali e calme della sua ventenne regista Giordano e Mila Montani murava Salvestrini accorciando a -1 per il 13-12, per poi diventare devastante e produrre il primo vantaggio marchigiano con una schiacciata di potenza(16-17). La Coppi consolidava (16-18) ed una trama di gioco da applausi alimentata dal libero Zannini con spettacolare alzata di Giordano per la Coppi annichiliva le bianconere per il 16-19. Un ace della Giordano toglieva le poche speranze di rimonta bianconera per il 17-22. Coach Becheroni tentava la carta Puccini, dentro al posto della Roni, ma le marchigiane ormai erano imprendibili chiudendo il set 18-25.

2.o SET

Nel secondo set rimaneva in campo Puccini ma rientrava la Roni al posto della Salvestrini. In avvio buone trame di gioco fra Bresciani e Magnelli davano coraggio alla squadra di casa che con una veloce della stessa Magnelli si portava sull'11-9. Puccini non riusciva a passare murata dalla Moretto ed allora Becheroni cambiava di nuovo sostituendola con Salvestrini. Il set proseguiva in equilibrio con spettacolari recuperi della Battellino da una parte e della Zannini dall'altra, ma poi ci pensava Sofia Renieri a decidere il set filtrando sul muro Coppi-Canuti mettendo a segno il 23-20. Una doppia di Coppi che andava in tilt consentiva a Roni di superarla e mettere a segno il punto del 25-20.

3.o SET

Castelbellino nel terzo set manteneva un lieve ma costante vantaggio grazie ad un eccellente acume tattico tenendo in apprensione la difesa bianconera con gli attacchi di capitan Verdacchi, ma anche di Coppi e Canuti. Un grande muro della Magnelli che neutralizzava l'ennesimo attacco della Verdacchi ridava luce di speranza alla Bionatura che si avvicinava a -2 sul 21-23 ma poi un attacco di Moretti veniva murato fuori dalla Puccini per il 21-24. Ancora Magnelli con una schiacciata riportava le bianconere a -2 e si apprestava ad andare in battuta,venendo sostituita da Sofia Migiorini che batteva fuori per il 22-25 finale.

4.o SET

Nuovi avvicendamenti di Becheroni. Dentro di nuovo Magnelli e fuori Migliorini, Giani al posto di Mutti e Salvestrini per Roni. Dopo una partenza a favore di Castelbellino il set si faceva elettrizzante quando la Renieri con un ace, agevolato dalla palla che toccava la rete spiazzando le avversarie, riportava la Bionatura in parità sul 17 pari. Ma poi ancora lei, Mila Montani, sfruttava un assist perfetto della Giordano schiacciando per il nuovo vantaggio marchigiano. Un muro della Mutti, nel frattempo rientrata al posto della Giani riduceva a -1 e Verdacchi, che commetteva qualche errore di troppo, schiacciava fuori per il 21 pari. Nel finale di set saliva in cattedra Sofia Moretto che obbligava Chiara Puccini a murare male per il nuovo vantaggio marchigiano (21-22) per poi mettere a segno una nuova schiacciata vincente (21-23). Un ace della Fattorini toglieva ogni speranza alla squadra di casa (21-24). La Renieri riduceva (22-24) ma ancora Moretto andava a segno per il 22-25 che chiudeva la partita. A fine partita la commissione della Bionatura assegnava il premio MVP alla schiacciatrice Chiara Verdacchi. Invece la Gazzetta di Lucca,per quantità di gioco espresso nei 4 set assegna l'MVP platonico alla centrale Mila Montani, 31 anni, parmense, miglior centrale del campionato di A2 2017-18 e quarta nella stagione passata. Quest'anno ha accettato di scendere di categoria convinta dal progetto ambizioso di Castelbellino. Le migliori della Bionatura Ilaria Battellino, Sofia Renieri ed Arianna Magnelli.

CONCLUSIONI

Niente da rimproverare alla squadra di Gradi e Bertini che ha dato tutto ed è stata superata da un avversario più forte che si giocherà la promozione in A2 con Volleyro, Pesaro e Timenet Empoli. Difficile pensare ad una Bionatura da play off, considerando che nel mercato estivo ha fatto poco o niente per rinforzarsi, credendo fortemente nel materiale a disposizione. Becheroni: "Siamo soddisfatti del gioco,la squadra ha fatto tutto il possibile per contrastare il superiore avversario". Arianna Magnelli: "Peccato per la sconfitta. Mi dispiace che la mia prova non sia servita a far vincere la squadra". Con questa vittoria Castelbellino sale al primo posto con p.15 a pari merito di Timenet Empoli, sconfitta al tie break a Roma dalla Volleyro Cdpazzi. La stessa Volleyro segue al terzo posto ad un punto ma con una partita in meno. Quarta Megabox Battistelli con p.12 e quinte quattro squadre a pari merito: Bionatura, Castelfranco, Lucky Wind a Angelini Cesena con p.10.

ROSTER E SCORE - Bionatura: Mutti 2, Salvestrini 3, Magnelli 15, Renieri 20, Puccini 3, Migliorini, Roni (K) 10, Giani, Bresciani, Battellino (L). All. Becheroni e Lupetti. Castelbellino(An): Montani 18, Canuti 4, Zannini(L), Leonardi 1, Coppi 14, Fattorini 1, Verdacchi (K) 16, Giordano 5, Moretto 16. All. Solforati.
ACE: Verdacchi 3, Renieri 2, Magnelli, Giordano, Montani e Fattorini 1.

Simone Lencioni Ph 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini


brico


esedra


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


lagazzetta_prenota2


il casone


Altri articoli in Sport


sabato, 7 dicembre 2019, 16:42

Final Four maschile: un Tabacco da urlo porta Messina in vantaggio

Netta vittoria del Tc Vela Messina su Vigevano Selva Alta nel primo singolare dello scudetto maschile: Giorgio Tabacco strapazza Davide Dadda 6-2 6-4


sabato, 7 dicembre 2019, 15:50

Volley, impegni casalinghi per le squadre lucchesi: la Bionatura ospita Città di Castello

Un sabato di appuntamenti casalingi per le squadre lucchesi impegnate nelle categorie più importanti. Gli appassionati di volley hanno stasera l'opportunità di scegliere quale partita seguire a pochi chilometri di distanza una dall'altra


prenota_spazio


sabato, 7 dicembre 2019, 11:22

Geonova all'esame Piombino

Gli esami non finiscono mai, potremmo quasi dire che la frase è stata coniata proprio per il basket, ogni volta che si scende in campo è un esame e alla fine il voto rispecchia sempre come mentalmente ci si è preparati


sabato, 7 dicembre 2019, 08:50

Kriva stasera contro il Buggiano per uscire dal tunnel: ora fuori il carattere!

Stasera al Palamartini la Kriva Pantera Lucchese è attesa ad uscire dal tunnel dopo un periodo di risultati altalenanti


venerdì, 6 dicembre 2019, 23:02

Il tennis italiano a cena nella sala Canova in San Francesco

Una splendida location ha ospitato, questa sera, la cena organizzata per dare il benvenuto alle Final Four di tennis serie A1 che si tengono per il secondo anno consecutivo a Lucca


venerdì, 6 dicembre 2019, 22:58

Final four: al Palatagliate il Tc Genova pareggia i conti

Nel secondo singolare della finale femminile Ludmila Samsonova ha ottenuto il punto del pareggio battendo 6-4 6-2 Kristina Kucova