Anno 7°

domenica, 9 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Sviluppo sostenibile

Edilizia sostenibile, il modello "Abitare Mediterraneo" fa scuola

venerdì, 25 gennaio 2019, 13:08

“Abitare Mediterraneo”, la piattaforma regionale di cui Lucense è partner, è una delle protagoniste della Settimana dell’“Edilizia Sostenibile”, promossa da CNA Lucca. Qui, infatti, due classi delle superiori – IT “Nottolini” di Lucca e IT “Benedetti” di Porcari – hanno potuto conoscere da vicino le tecniche dell'edilizia sostenibile, con particolare attenzione al comfort e al risparmio energetico, all'analisi delle caratteristiche dei nuovi materiali ecologici e all'uso e al riciclo di materiali di recupero.

In continuità con la Settimana dell’Edilizia Sostenibile,  Lucense sta mettendo a punto un'attività formativa da sviluppare proprio insieme con CNA Toscana, attraverso l'organizzazione di corsi formativi ispirati al modello Abitare Mediterraneo.

Prosegue quindi il percorso di formazione che Lucense rivolge rivolto a professionisti e tecnici della filiera edile, oltre che agli studenti: così come il Laboratorio del Costruire Sostenibile, che da 7 anni riscuote un grande successo, anche Abitare Mediterraneo diventa sempre più luogo di apprendimento e conoscenza. Il rapporto tra edilizia e ambiente è uno dei grandi temi del nostro tempo. Il mercato nazionale delle costruzioni è profondamente cambiato, dal 2008 a oggi sono stati persi 600mila posti lavoro e solo nel 2016 sono arrivati tornati i primi segnali positivi nel settore. Soprattutto nel campo delle ristrutturazioni, se è vero che nel 2017, su 167 miliardi di euro di valore della produzione, il 74 per cento era dovuto alle ristrutturazioni (Fonte Cresem). Un tema, quest’ultimo, che rappresenta l’anima di Abitare Mediterraneo, dove oltre all'innovazione si diffondono anche una nuova cultura e nuove competenze nel settore edile, come volano per la realizzazione di edifici che, oltre a possedere caratteristiche di basso impatto ambientale ed elevate prestazioni energetiche, garantiscano un elevato comfort abitativo compatibile con il contesto climatico specifico. Il modello Abitare Mediterraneo si configura come un sistema aperto tra aziende, enti ed università e mira a sottolineare la specificità climatica e culturale del bacino mediterraneo, unendo alla qualità ambientale dell’edificio i valori di sostenibilità che ne regolano la costruzione o la riedificazione. Modello a cui possono aderire le aziende del settore per accrescere la crescita delle competenze professionali per una maggiore competitività sul mercato delle costruzioni.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

auditerigi

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

Orti di Elisa

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Sviluppo sostenibile


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 6 agosto 2020, 13:04

Nanà, la tartaruga Caretta caretta curata all’Acquario di Livorno, è tornata in mare

Grande festa questa mattina per il piccolo esemplare rilasciato sulla spiaggia dei bagni Aurora a Marina di Cecina Grande festa per la tartaruga Nanà che oggi è tornata in mare


lunedì, 6 luglio 2020, 17:03

Le balene fanno capolino tra le acque di Capo Sant'Andrea

Le balene sono tornate al largo di Capo Sant'Andrea, a partire dalla scorsa Pasqua sono stati registrati circa sette avvistamenti, che lasciano con il fiato sospeso abitanti del luogo e visitatori


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 6 luglio 2020, 16:43

Torna in mare la tartaruga Nanuk

Dopo la presentazione del progetto Europeo “Pescatori e tartarughe marine: facciamo luce in mare!” avvenuta in Acquario di Livorno questa mattina


lunedì, 29 giugno 2020, 15:01

Pesci alieni alla foce dell’Arno: individuato per la prima volta un esemplare di “persico spigola ibrido”

Nello studio dell’Università di Pisa sulla rivista Mediterranean Marine Science la valutazione dei possibili rischi ambientali; l’ipotesi è che il pesce sia arrivato da laghetto di pesca sportiva per le piene dell’Arno nell’autunno 2019


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 26 giugno 2020, 11:40

Tonnellate di plastica abbandonate nel mar Tirreno: esposto alla Corte dei Conti di Greenpeace

Greenpeace Italia pubblica oggi una nuova inchiesta, "Un santuario di balle", per fare luce sulle responsabilità del rilascio in mare di alcune decine di tonnellate di rifiuti in plastica diretti in Bulgaria. Una vicenda accaduta cinque anni fa nel Golfo di Follonica e ancora irrisolta


giovedì, 25 giugno 2020, 09:37

Isola di Capraia: la foca monaca torna a casa

Una notizia straordinaria che pone al centro dell'attenzione nazionale e internazionale l'Isola di Capraia. Dopo sessanta anni la Foca monaca (Monachus monachus) è tornata a visitare la grotta che prende il suo nome, nella costa occidentale dell'isola


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px