Anno 7°

giovedì, 20 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Sviluppo sostenibile

Arriva dal Giappone il sacchettino di magnesio che lava la biancheria

mercoledì, 6 febbraio 2019, 11:05

Il segreto è tutto nel magnesio. «A contatto con l’acqua il magnesio sprigiona bollicine di idrogeno e va a formare acqua alcalina ionizzata che riesce a pulire a fondo la biancheria senza l’uso di detersivi. Non c’è nulla di miracoloso, è una semplice reazione chimica». È una sintesi estremamente condensata quella che fa Giuseppe Re, amministratore di The Wellness Store. L’azienda con sede a Pezzana (VC) è l’importatore ufficiale di TerraWash, l’innovativo sacchettino che permette di fare il bucato senza l’uso di detersivi, con un impatto zero sull’ambiente. Il prodotto 100% green arriva dal Giappone e sta conquistando sempre più affezionati. «In circa un anno e mezzo di presenza in Italia, TerraWash è stato scelto da oltre 3.500 famiglie», aggiunge Re. «In Giappone, dove il prodotto è presente sul mercato da quasi sei anni, ammontano a oltre un milione i pezzi venduti. Segnali positivi arrivano anche dai mercati europei ed asiatici perché l’attenzione all’ambiente è un tema che sta sempre più a cuore».

Premiato con l’Organic Innovation Gold Award al Natexpo 2017 di Parigi, il salone internazionale dei prodotti biologici, ha inoltre ricevuto al Sana 2017 di Bologna, il salone internazionale del Biologico e del Naturale, il premio “Blogger for Sana” come miglior novità nella categoria Green Lifestyle. Dopo il grande successo dello scorso anno, TerraWash rinnova la sua presenza a Fa’ la cosa giusta!, la più grande fiera italiana del biologico, che si terrà dall’8 al 10 marzo a Milano.

«Il rispetto dell’ambiente deve necessariamente passare dalle scelte che facciamo ogni giorno, dallo stile di vita che seguiamo a ciò che mettiamo nel carrello del supermercato. E le nuove conoscenze e la tecnologia ci aiutano a fare dei passi in questa direzione. È così, per esempio, per quanto riguarda le auto: non è un mistero la virata che sempre più Stati stanno facendo per limitare le macchine a gasolio e incentivare la mobilità elettrica. Può essere così anche per quanto riguarda un gesto banale, quanto quotidiano, quale è quello di fare il bucato». Per Re è una questione di cambio di prospettiva: «Basta guardare alle nostre azioni da un punto di vista diverso per capire che possiamo fare molto per il nostro ambiente. TerraWash è un approccio differente al mondo del pulito». Un approccio dai molti vantaggi: «Ha un impatto ambientale praticamente quasi nullo - spiega -. Considerando 5-6 lavaggi a settimana, TerraWash ha una durata di circa un anno. Igienizza e pulisce i capi e mantiene pulita anche la lavatrice, evitando l’accumulo dei residui tipici dei detersivi; inoltre, rispetto ai detersivi tradizionali è dieci volte più efficace contro gli odori ed è ipoallergenico, quindi ideale per persone con pelle sensibile e per chi soffre di allergie e di sensibilità chimica multipla - MCS».

In concreto, TerraWash si presenta come un sacchettino che contiene palline di magnesio puro al 99,95%; non ci sono sbiancanti ottici, profumi, allergeni ed enzimi. Il suo utilizzo è estremamente semplice: è sufficiente inserirlo nel cestello della lavatrice insieme alla biancheria sporca e scegliere il programma di lavaggio. Ci sono però alcune accortezze da prevedere: in caso di macchie ostinate, è consigliato pretrattare il capo prima del ciclo di lavaggio per avere un risultato migliore; dato che TerraWash è inodore, per dare profumazione alla biancheria si può utilizzare qualche goccia di olio essenziale. Come i comuni detersivi, TerraWash alza il pH dell’acqua e l’acqua alcalina può essere aggressiva sulle proteine animali. Per cui, per capi in lana e seta viene consigliato l’uso di un detersivo specifico.
TerraWash viene commercializzato online e in alcuni negozi selezionati ad un prezzo di circa 49 euro. Info: www.terrawash.it

 

Info per la stampa: Eo Ipso srl

 


Questo articolo è stato letto volte.


Mugnani Matraia


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Sviluppo sostenibile


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 28 maggio 2019, 13:30

L’innovazione si fa al Polo Tecnologico Lucchese

Nuova grande soddisfazione per il Polo Tecnologico Lucchese che è riuscito, ancora una volta, ad adempiere alla mission di facilitare il trasferimento tecnologico e supportare lo sviluppo di attività innovative


sabato, 25 maggio 2019, 15:24

A Lucense un workshop sugli imballaggi alimentari eco-sostenibili

L'ente di ricerca e trasferimento tecnologico diretto da Enrico Fontana si conferma in prima linea sui temi della sostenibilità ambientale. Molti i ricercatori e le aziende presenti


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 24 maggio 2019, 00:17

In occasione del lucchese #fridaysforfuture anche qualche negozio in Via Fillungo dice la sua

Anche Il PANDA LAB negozio di scarpe in via Fillungo 90! Il nuovo nato in casa Lanza che già dal nome evidenzia questa voglia tutta contemporanea di ricercare, creare, proporre spunti di riflessione e opinioni da scambiare si offre con una vetrina dal mood decisamente eco


lunedì, 20 maggio 2019, 17:38

31 le aziende premiate alla 15^ edizione di Obiettivo Zero, 17 nella provincia di Lucca

Sono 31 le cartiere e cartotecniche italiane che sono state premiate venerdì 17 maggio nel corso della 15^ edizione del Premio Obiettivo Zero, nato alla Fondazione Giuseppe Lazzareschi per promuovere la sicurezza negli ambienti di lavoro.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 20 maggio 2019, 12:35

Lucart: le innovazioni “Made in Lucca” in mostra da Verona ad Amsterdam

Lucart presenta le sue soluzioni sostenibili come Fiberpack® e Airlaid alle più importanti fiere di settore


giovedì, 4 aprile 2019, 14:29

Al via “Plastic free” per uno stile di vita e un ambiente più sano

Il progetto “Plastic Free” nasce da una collaborazione tra le due scuole e l'Ufficio Scolastico Provinciale con Slow Food, Piana del Cibo e Club Unesco di Lucca, sulla base della condivisione di contenuti e valori nell’ambito della conoscenza e della consapevolezza di uno stile più sano ed ecologico


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px