Anno 7°

lunedì, 18 novembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Sviluppo sostenibile

MIAC al via nel segno del "Green New Deal"

mercoledì, 9 ottobre 2019, 17:34

Partenza "verde" per la 26a edizione di MIAC: dopo il tradizionale taglio del nastro e un saluto del presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani si è tenuta una tavola rotonda di inaugurazione, moderata dal giornalista di Repubblica Firenze Maurizio Bologni, cui hanno preso parte il presidente di Assocarta Girolamo Marchi e il presidente della sezione Carta e cartotecnica di Confindustria Toscana Nord Tiziano Pieretti, con anche un intervento del direttore del Dipartimento di Ingegneria civile e industriale dell'Università di Pisa Leonardo Tognotti. Il tema della tavola rotonda è stato "Il Green New Deal secondo l'industria cartaria."

Dichiarazione di Tiziano Pieretti: "Il messaggio sotteso ai principi del Green New Deal dell'industria cartaria è chiaro: occorre avere un approccio scientifico e razionale a problemi ambientali che possono essere giganteschi se non correttamente affrontati, ma diventano gestibili se si adottano soluzioni che in molti casi sono già esistenti. 

Ho voluto cogliere l'occasione dell'inaugurazione di MIAC per ribadire alcuni concetti: le cartiere del nostro distretto  sono ambientalmente virtuose, sia che utilizzino materiali vergini come cellulosa proveniente da foreste certificate, sia che riciclino carta da raccolta differenziata. Nel caso delle imprese che trattano carta da macero assistiamo a un processo produttivo che riutilizza quasi interamente materiale scartato da famiglie e imprese. Su 100 chili di carta da macero almeno 90 tornano ad essere nuova carta o nuovo cartone. Quei 10 chili, o anche meno, che residuano, però vanno smaltiti! Bisogna che di questo tutti siano consapevoli. 

E' vero che questo residuo, per lo più plastiche, potrebbe a sua volta trovare un qualche riutilizzo: ci stiamo lavorando, insieme ai colleghi del settore plastica, ma si tratta di piccole percentuali di materiale. Il resto, lo ribadisco, va smaltito, senza se e senza ma. Smaltirlo, oggi, ci costa così tanto da mettere in pericolo l'equilibrio finanziario delle nostre aziende: siamo all'emergenza. 

Eppure i principi dell'economia circolare sono chiari: dagli scarti si deve recuperare quanta più materia possibile e da quello che residua si deve recuperare energia. In altre parole, servono i termovalorizzatori. Termovalorizzatori che serviranno a breve, con buona pace di chi sostiene il contrario, anche per i rifiuti urbani: tecnicamente tenerli assieme sarebbe un'ottima soluzione. Perché allora non realizzare impianti che risolvano entrambi i problemi, producendo anche energia? Noi abbiamo proposto di attivare sinergie pubblico-private, impegnandoci anche a trovare investitori. Intanto anche i privati che si sono mossi autonomamente, come KME, incontrano seri problemi con le autorizzazioni. Un quadro incomprensibile, ben lontano da quell'approccio scientifico e razionale che, come dicevo, è l'unico che potrebbe risolvere i problemi ambientali."


Questo articolo è stato letto volte.


brico


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Sviluppo sostenibile


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 13 novembre 2019, 16:18

Protocollo Comune-Sistema Ambiente-Lucense per perseguire gli obiettivi della strategia di sostenibilità ambientale 2030

Protocollo Comune-Sistema Ambiente-Lucense per perseguire gli obiettivi della strategia di sostenibilità ambientale 2030. Nuove competenze e tecnologie avanzate saranno utilizzate. per la realizzazione della futura sede di Sistema Ambiente spa


mercoledì, 13 novembre 2019, 11:46

Sofidel ottiene attestazione su acquisti sostenibili

È tra le prime aziende italiane a ottenere questo risultato per la sostenibilità delle proprie politiche di approvvigionamento e per la sensibilizzazione nei confronti delle imprese fornitrici


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 11 novembre 2019, 14:30

Arcipelago pulito, pescatori di nuovo in mare a raccogliere rifiuti. Firmata intesa: sei comuni coinvolti

Riparte "Arcipelago Pulito", il progetto sperimentale toscano preso a modello dall'Unione europea e dal Governo e Parlamento italiano per contribuire a ripulire dalle plastiche il mare facendo squadra con i pescatori. A Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, sede della presidenza della Regione Toscana, è stato firmato oggi il nuovo protocollo...


martedì, 5 novembre 2019, 18:38

Con la tartaruga alla scoperta delle Secche della Meloria

Dal 9 novembre la tartaruga, mascotte dell'Acquario di Livorno, accompagnerà i visitatori della struttura - bambini e ragazzi - in una speciale animazione che permetterà di approfondire le conoscenze e le curiosità sull'area marina protetta Secche della Meloria (www.ampsecchedellameloria.it)


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 29 ottobre 2019, 14:52

Imprese green, secondo 6 lavoratori su 10 le aziende non sono abbastanza attente

Oggi, nell’ottica dello sviluppo sostenibile, si fa un gran parlare di green economy: sono numerose le aziende che hanno già intrapreso questa strada, per andare incontro ai propri clienti e alle esigenze del pianeta


venerdì, 11 ottobre 2019, 13:10

Presto nel mare di Toscana un'area protetta per il tursiope: sarà la più grande del Mediterraneo

Sta per diventare realtà il Sito di Interesse Comunitario (SIC) a mare dedicato al tursiope (Tursiops Truncatus) in Toscana


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px