Anno 7°

sabato, 30 maggio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Sviluppo sostenibile

La mobilità sostenibile secondo Toyota

mercoledì, 4 marzo 2020, 16:26

La nostra società si trova ad affrontare sfide ambientali importanti alle quali dovrà fornire risposte concrete per consegnare alle future generazioni un mondo in cui vivere e prosperare. L'industria automobilistica è, quindi, chiamata a fare la sua parte per garantire una mobilità sostenibile.

Alla conferenza sul clima di Parigi del dicembre 2015, 195 paesi hanno stipulato il primo accordo mondiale, giuridicamente vincolante, che affronta la questione climatica per contenere l'aumento medio della temperatura mondiale entro i 2° c rispetto ai livelli preindustriali.

Era logica una drastica riduzione delle emissioni di gas climalteranti per migliorare la qualità dell'aria con un miglioramento dell'efficienza energetica favorendo su larga scala la diffusione dell'uso di fonti rinnovabili.

Nell'ottobre 2015, in anticipo rispetto all'accordo di Parigi, Toyota ha lanciato il piano Challange 2050 che contempla la consistente riduzione dell'impatto ambientale derivante dalla produzione, utilizzo e dismissione delle automobili puntando alla totale sostenibilità del ciclo di vita delle stesse.

Sei pilastri del progetto sono la riduzione del 90 per cento rispetto ai livelli del 2010 delle emissioni di CO2 dei veicoli nuovi, azzerare le emissioni di CO2 in ogni fase di vita del veicolo includendo la lavorazione il trasporto lo stoccaggio e lo smaltimento, eliminare le emissioni di CO2 degli impianti di produzione nel ciclo di funzionamento, minimizzare la quantità di acqua impiegata negli impianti di produzione, contribuire alla creazione di una società basata sul riciclo utilizzando materiali eco-compatibili, allungando la vita dei ricambi migliorando le tecnologie di riciclo e riutilizzando i materiali provenienti dallo smaltimento dei veicoli, contribuire alla creazione di una società in armonia con la natura rafforzando il sostegno alle attività volte alla conservazione e all'educazione ambientale.

Il 2015 è stato l' anno della svolta: all'esposizione universale di Milano si è trattato con forza i temi della sostenibilità ambientale scegliendo come tema: "Nutrire il pianeta, energia per la vita". Il 24 maggio papa Francesco ha pubblicato l'enciclica Laudato Si' che tratta prevalentemente tematiche di natura ambientale. Nel settembre più di 150 leader internazionali si sono incontrati alle Nazioni Unite per promuovere lo sviluppo globale, il benessere umano e proteggere l'ambiente approvando l'agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile.

A dicembre viene siglato, come sopra ricordato, l'accordo di Parigi, è in questo contesto che nasce lo Challange 2050 Toyota ed il suo piano d'azione olistico. Toyota è stata tra i primi costruttori di automobili ad assumere un tangibile impegno per la tutela ambientale e la mobilità sostenibile.

La risposta alle sfide ambientali non può che basarsi sulla progressiva elettrificazione dei sistemi di propulsione attraverso l'introduzione di uno o più motori elettrici in abbinamento o in sostituzione di quelli convenzionali. La mappa della mobilità da Toyota è prevista  in funzione delle dimensioni del veicolo: elettrica per piccole vetture e motocicli, ibrida per automobili idrogeno per automobili bus e camion.

Toyota ha iniziato a sviluppare prototipi di vetture ibride fin dagli anni 60 ed oggi è il principale costruttore di veicoli che utilizzano questa tecnologia. Dal 1997 anno in cui è stata lanciata la prima Toyota Prius, ad oggi nel mondo ne sono state vendute oltre 13 milioni ed in Italia 390.000. Con Lexus, poi, Toyota afferma la propria leadership anche nel settore Premium offrendo l'unica gamma di prodotti completamente Hybrid.

La Lucar, che a lucca ed in Versilia rappresenta la Toyota, vende mediamente quasi il 50 per cento di vetture ibride; il che significa immettere sul mercato della nostra provincia ogni anno circa 300 vetture Toyota con mobilità sostenibile. La tendenza del mercato è in costante aumento. Toyota non importa più vetture diesel in Italia dal 2017 e dal 2018 neppure in Europa.

L'ibrido Toyota è efficiente – perché si viaggia al 50 per cento a zero emissioni pratico – si ricarica da solo senza bisogno di prese o colonnine sostenibili – riduce il consumo di carburante e quindi minori emissioni, è    potente - usa entrambi i motori affidabili - e costruito con tecnologia semplice e robusta, è economico per i consumi ridotti ed è conveniente perché mantiene il suo valore nel tempo garantito per dieci anni.

Non c'è ancora chiarezza su quale sarà il futuro della motorizzazione. Pensate se in questo momento tutte le vetture al mondo fossero azionate da un motore elettrico. Chi potrebbe produrre tutta l'energia per ricaricarle? Lo smaltimento delle batterie chi e come lo farà? Allora forse il futuro più lontano potrà essere l'idrogeno. Elemento già utilizzato dai nostri concittadini Barsanti e Matteucci, inventori del motore a scoppio, più presente in natura, che è stato ampiamente utilizzato per più di un secolo e che ora viene riconosciuto come un vettore energetico di grande importanza.

Toyota ha iniziato la ricerca e i test sulle auto a idrogeno più di venti anni fa, nello stesso periodo nel quale ha lanciato la prima Prius. Nel 2015 ha finalmente lanciato sul mercato una automobile la "Mirai" in giapponese "futuro". Il Giappone è il paese più all'avanguardia per lo sviluppo della tecnologia a idrogeno e per il suo impiego nella autotrazione e con il sostegno del governo ha già 91 stazioni di servizio attive e, con un progetto in collaborazione con Honda, Nissan e la società francesce Air Liquide, ne realizzeranno ancora 80 nei prossimi 4 anni. In occasione dei giochi olimpici e paraolimpici di Tokyo del 2020, tutta la mobilità sarà esclusivamente a idrogeno compreso l'autobus "Sora" che è l'acronimo di sky, ocean, river, air.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

auditerigi

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

Orti di Elisa

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Sviluppo sostenibile


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 28 maggio 2020, 13:33

Al via un ambizioso progetto per un’economia civile e sostenibile

Un ambizioso progetto per una nuova economia civile, etica e sostenibile, capace di rilanciare il territorio e offrire ai giovani nuove opportunità di impresa. Sono questi gli obiettivi di “ECONOMIAdiTUTTI”


mercoledì, 27 maggio 2020, 13:24

Tre piccoli di Fratino sono nati sulle spiagge del Parco di San Rossore

Tre piccoli di Fratino sono nati sulle spiagge del Parco di San Rossore!Da anni ormai il mimetico volatile non riusciva a portare a compimento la covata, talvolta per predazione naturale delle uova, altre volte a causa dell'uso smodato della spiaggia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 23 maggio 2020, 12:32

"Corridoi ecologici" sugli spalti, gli ambientalisti ringraziano comune e consorzio

Nella giornata della biodiversità, le associazioni WWF Alta Toscana, Legambiente Lucca, Custodi della città per gli stati generali della cultura, Guardare Lucca e Perlambiente manifestano il loro consenso e la loro gratitudine per l’iniziativa attuata per incrementare la biodiversità degli spalti della città


mercoledì, 20 maggio 2020, 11:33

Fioriere come distanziatori sociali: la soluzione "green" al Covid

Molte attività stanno puntando sui divisori in plexiglas per rispettare le normative legislative. Ma è davvero l’unica soluzione? Secondo l’azienda “C.R.V Piante” di Cesare Romano non è così


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 16 maggio 2020, 11:02

La concessionaria Serchio Motori non si ferma e punta alla mobilità sostenibile

"Entusiasmo e positività. È solo grazie a queste spinte che ogni attività può ripartire". A dirlo è Stefano Ferrando, titolare, insieme con sorella Cristina, della concessionaria Serchio Motori (Via Giuseppe Mazzini, 20, 55100 Lucca LU) che dal 4 maggio ha riaperto adottando tutte le misure precauzionali necessarie e puntando ad...


venerdì, 10 aprile 2020, 11:41

Emergenza Covid-19: Sofidel al fianco di Caritas italiana per offrire supporto alle persone in difficoltà

Il gruppo cartario tra i leader mondiali per la produzione di carta ad uso igienico e domestico, noto in particolare in Italia e in Europa per il brand Regina, dona carta igienica, asciugatutto, tovaglioli, fazzoletti e tovagliette, nel complesso l’equivalente in volume di circa 1 milione e 680 mila rotoli...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px