Anno 7°

lunedì, 21 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Sviluppo sostenibile

Nanà, la tartaruga Caretta caretta curata all’Acquario di Livorno, è tornata in mare

giovedì, 6 agosto 2020, 13:04

Grande festa questa mattina per il piccolo esemplare rilasciato sulla spiaggia dei bagni Aurora a Marina di Cecina Grande festa per la tartaruga Nanà che oggi è tornata in mare.

Liberata questa mattina attorno alle ore 9 ai bagni Aurora a Marina di Cecina la tartaruga Caretta caretta riabilitata presso il Centro di Recupero e Riabilitazione di tartarughe marine dell’Acquario di Livorno.

Il rilascio in mare dell’esemplare è stato reso possibile grazie al supporto logistico della Capitaneria di Porto che ha messo a disposizione del personale dell’Acquario di Livorno, che ha lavorato in collaborazione con Arpat, un mezzo riservato per il trasporto della tartaruga. L’attività di recupero di questo esemplare e la sua ospedalizzazione presso il centro di recupero dell’Acquario rientrano tra quelle previste dall’Osservatorio Toscano per la Biodiversità di Regione Toscana.

Nanà era giunta molto debilitata al centro di recupero lo scorso 27 febbraio dopo che era stata trovata sulla battigia di Vada dal signor Tommaso Marsala. Presa da subito in consegna e trasportata dal comandante David Pietrarelli della Guardia Costiera all’Acquario di Livorno, dopo cinque mesi di cure da parte dello staff veterinario ed acquariologico della struttura, le è stato messo un microchip e questa mattina è finalmente tornata nel suo ambiente naturale.

“Il rilascio, che è durato davvero pochi secondi visto che Nanà si è immersa subito in mare - ha spiegato il referente didattico e scientifico dell’Acquario di Livorno Giovanni Raimondi - è avvenuto dalla spiaggia di Marina di Cecina già interessata lo scorso anno da una nidificazione che purtroppo non è andata a buon fine. Un modo per ringraziare il Comune di Cecina che ha patrocinato l’evento insieme alla Regione Toscana, e il signor Cavallini per il grande impegno profuso nella tutela dell’ambiente e per la conservazione di questa specie di tartarughe marine”.

Al momento del recupero la tartaruga di sesso femminile era molto piccola, pesava circa 2,9 kg con una lunghezza totale di 38 cm, di cui un carapace largo 27 cm e lungo 29 cm.

Dopo i 5 mesi di “degenza” presso il Centro di Recupero e Riabilitazione per tartarughe marine dell’Acquario di Livorno - dove lo staff acquariologico e veterinario si è preso cura dell’animale – l’esemplare ha raggiunto un peso di 5 kg ed una lunghezza totale di 46 cm. Visto le piccole dimensioni dell’esemplare, che presenta malformazioni congenite sulle placche vertebrali e le pinne del lato destro che riportano segni dovuti probabilmente ad agenti esterni, non è stato marcato, ma prima della liberazione le è stato applicato un microchip che consentirà di poterlo identificare individualmente.

Al rilascio hanno partecipato i rappresentanti dell’Amministrazione comunale di Cecina e subito dopo si è tenuto un breve incontro formativo di sensibilizzazione sulle tartarughe ed il loro stato di conservazione condotto con Cecilia Mancusi di Arpat, Letizia Marsili dell’Università degli Studi di Siena e Giovanni Raimondi dell’Acquario di Livorno.

Per segnalare ogni tipo di emergenza in mare, comprese le situazioni riguardanti i mammiferi marini o le tartarughe bisognose di assistenza, si può contattare il numero blu 1530, gratuito ed attivo su tutto il territorio nazionale, 24 ore su 24, che permette di contattare la Capitaneria di porto più vicina, per un intervento immediato. In questo modo verrà prontamente allertata la rete di recupero che fa capo all’Osservatorio Toscano della Biodiversità dando così avvio a tutte le procedure necessarie soprattutto per definire a quale istituto affidare l’animale per le eventuali cure.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

auditerigi

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Sviluppo sostenibile


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 17 settembre 2020, 15:34

Nasce Clock, l'associazione che mette insieme sei centri per l'innovazione e la Regione

Si è costituita l'Associazione CLOCK (Cluster of Clusters for Knowledge), tra alcuni centri toscani per l'innovazione e il trasferimento tecnologico


venerdì, 21 agosto 2020, 11:11

Promuovere stili di vita 'green' attraverso i social network: la mission di un agente di commercio

A sposare questa iniziativa è un giovane agente di commercio delle province di Pistoia e Lucca, Stefano Lami, che ha deciso di sfruttare il suo lavoro per diffondere un messaggio di ecosostenibilità


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 6 luglio 2020, 17:03

Le balene fanno capolino tra le acque di Capo Sant'Andrea

Le balene sono tornate al largo di Capo Sant'Andrea, a partire dalla scorsa Pasqua sono stati registrati circa sette avvistamenti, che lasciano con il fiato sospeso abitanti del luogo e visitatori


lunedì, 6 luglio 2020, 16:43

Torna in mare la tartaruga Nanuk

Dopo la presentazione del progetto Europeo “Pescatori e tartarughe marine: facciamo luce in mare!” avvenuta in Acquario di Livorno questa mattina


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 29 giugno 2020, 15:01

Pesci alieni alla foce dell’Arno: individuato per la prima volta un esemplare di “persico spigola ibrido”

Nello studio dell’Università di Pisa sulla rivista Mediterranean Marine Science la valutazione dei possibili rischi ambientali; l’ipotesi è che il pesce sia arrivato da laghetto di pesca sportiva per le piene dell’Arno nell’autunno 2019


venerdì, 26 giugno 2020, 11:40

Tonnellate di plastica abbandonate nel mar Tirreno: esposto alla Corte dei Conti di Greenpeace

Greenpeace Italia pubblica oggi una nuova inchiesta, "Un santuario di balle", per fare luce sulle responsabilità del rilascio in mare di alcune decine di tonnellate di rifiuti in plastica diretti in Bulgaria. Una vicenda accaduta cinque anni fa nel Golfo di Follonica e ancora irrisolta


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px