Anno 7°

mercoledì, 20 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Teatro del Giglio

"Pia De' Tolomei" conquista il pubblico del Giglio

domenica, 18 marzo 2018, 10:39

di oriano de ranieri

"Pia De' Tolomei" rappresentata al teatro del Giglio ieri sera dopo 181 anni di assenza, dal medioevo è  stata "trasportata" nel ventennio fascista. I guelfi e ghibellini divengono fascisti e antifascisti (ma quando mai supereremo questo antagonismo dopo tanti anni dalla scomparsa del periodo storico giustamente vituperato ma reso attuale, a volte, come arma contro gli avversari politici).

Pia è mite, solare, amante delle opere d'arte che conserva con religioso rispetto. Questa è la lettura dell'opera di Gaetano Donizetti (libretto di Salvatore Cammarano nell'edizione critica  a cura  di Giorgio Pagannone) da parte del regista  Andrea Cigni. Una storia di crudeltà e intrighi manovrata da Ghino cognato di Pia, innamorato respinto che si vendica denunciando a Nello sposo di Pia il tradimento della moglie che viene mandata in Maremma. In fondo il cognato si pente e racconta la verità al fratello ma è troppo tardi, Pia muore avvelenata. Un'opera intrisa di chiaroscuri anche nella difficile partitura  ben dominata dal maestro Cristopher Franklin che ha diretto molto bene l'Orchestra della Toscana. Il coro molto importante in questa opera dell'Ars Lyrica è stato diretto da Marco Bargagna.

"Pia De' Tolomei" è molto difficile per i cantanti a cui si richiede "salti vocali" virtuosistici, agilità, potenza di emissione, recitativi drammatici. Insomma un saggio eccezionale belcantistico con notevoli capacità interpretative. Forse questi sono i motivi che il Donizetti di Pia viene poco rappresentato. Un motivo della scarsa presenza sulle scene forse è un po' di freddezza che emana procurata da "saggi" perfetti con esecuzioni di cabalette, intrise di lirismo, dolcezza, potenza drammatica. Un impegno notevole per i protagonisti. La Pia di Francesca Tiburzi ha dato il meglio di sè. Il suo ruolo prevede arie bellissime ma "micidiali". Nel brano "Le mie dolenti lacrime" compaiono anche vocalizzi difficili. Applausi dal pubblico ma a volte il soprano ha avuto qualche incertezza. Applausi anche per Rodrigo il fratello di Pia interpretato dal bravo mezzosoprano Marina Comparato.

E' piaciuto molto Giulio Pelligra nella parte di Ghino, un brillante tenore che non ha mai avuto difficoltà anche se il suo ruolo era impervio. Convincente pure il baritono Valdis Jansons in Nello il marito di Pia. Bravi gli altri interpreti: Andrea Comelli, Silvia Regazzo, Claudio Mannino, Giuseppe Raimondo, Nicola Vocaturo. Scene e costumi di Dario Gessati e Tommaso Lagattola, luci di Fiammetta Baldiserri. Assistente alla regia Luca Baracchini, assistente scenografo Cristiano Demuro, assistente ai costumi Donato Didonna, assistente alle luci Stefano De Vito Malin. Un bello spettacolo gradito dal pubblico, con tanti applausi. Apprezzamento generale per questa rarità frutto del nuovo allestimento del teatro di Pisa, teatro Goldoni di Livorno, teatro del Giglio, in collaborazione con Spoleto festival Usa.


Questo articolo è stato letto volte.


teatro del giglio karamazov


Teatro del Giglio gershwin


teatro del giglio stagione 2018-2019


Altri articoli in Teatro del Giglio


teatro del giglio gershwin


martedì, 19 marzo 2019, 10:37

Glauco Mauri e Roberto Sturno con "I fratelli Karamazov" di Dostoevskij al Teatro del Giglio

Ultimo grandioso romanzo scritto da Fëdor Dostoevskij, I fratelli Karamazov – al Teatro del Giglio venerdì 22 e sabato 23 marzo (ore 21), domenica 24 marzo (ore 16) - è portato in scena nella versione teatrale di Glauco Mauri e Matteo Tarasco


lunedì, 18 marzo 2019, 15:06

MM Contemporary Dance Company al Teatro del Giglio con Gershwin Suite - Schubert Fames

Nuovo imperdibile appuntamento domani con la stagione di danza 2019; ospiti del Teatro del Giglio saranno i danzatori di MM Contemporary Dance Company con Gershwin Suite - Schubert Frames, due coreografie di grande forza espressiva che uniscono la geniale creatività dei coreografi - Michele Merola ed Enrico Morelli - alla...


domenica, 17 marzo 2019, 09:46

Tanti applausi per "La Boheme" di Puccini al Giglio

"La Boheme" di Giacomo Puccini con interpreti tutti giovani, cominciando dall'orchestra giovanile italiana, (OGI) nell'ambito del progetto LTL (Laboratorio toscano per la lirica) è andata in scena ieri sera al Giglio e sarà replicata oggi con giovani interpreti diversi


mercoledì, 13 marzo 2019, 22:10

La Bohème di Giacomo Puccini chiude la stagione operistica

La Bohème di Giacomo Puccini chiude la stagione operistica 2018-2019 del Teatro del Giglio sabato 16 e domenica 17 marzo. Dirige Gianna Fratta, la regia è di Bruno Ravella, ripresa da João Carvalho Aboim


lunedì, 11 marzo 2019, 13:27

Enrico Girardi presenta al pubblico "La bohème" di Giacomo Puccini

In occasione delle recite de La bohème di Giacomo Puccini, il critico musicaleEnrico Girardi, firma del quotidiano «Corriere della Sera», sarà ospite al Teatro del Giglio per curare un momento di approfondimento sull’opera


venerdì, 8 marzo 2019, 17:41

MM Contemporary Dance Company al Teatro del Giglio con Gershwin Suite

MM Contemporary Dance Company sarà al Teatro del Giglio martedì 19 marzo (alle 21) per il terzo titolo del cartellone di Danza 2019, Gershwin Suite – Schubert Frames, due coreografie di grande forza espressiva che uniscono la geniale creatività dei coreografi – Michele Merola ed Enrico Morelli – alla bellezza...


teatro del giglio stagione 2018-2019