Anno 7°

martedì, 25 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Teatro del Giglio

L’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino al Teatro del Giglio

martedì, 11 giugno 2019, 12:24

Nell’ambito della LXXXII edizione del Maggio Musicale Fiorentino, torna l’iniziativa Maggio in Regione con il concerto dell’Orchestra del Maggio diretta dal Maestro Wolfram Christ. Già eseguito il 18 maggio a Firenze al Teatro del Maggio, il concerto sarà al Teatro del Giglio venerdì 14 giugno alle ore 21; in programma, due celeberrimi brani del repertorio sinfonico, la Sinfonia n. 8 di Ludwig van Beethoven e la Sinfonia n. 3 in re maggiore D 200 di Franz Schubert.

Il Maestro Christ è nato nel 1955 a Hachenburg, in Germania. Dopo un lungo periodo come prima viola nei Berliner Philharmoniker e nella Lucerne Festival Orchestra e come docente alla Hochschule für Musik di Friburgo, intraprende la carriera di direttore d’orchestra. Collabora con prestigiose orchestre di tutto il mondo: fra queste ricordiamo la Münchner e la Scottish Chamber, la Royal Danish di Copenhagen, la Mozart di Bologna, il Maggio Musicale Fiorentino, la Simón Bolívar di Caracas, la Auckland Philharmonia, la German Radio Philharmonic di Saarbrücken, la Camerata di Madrid e la Südwestdeutsches Kammerorchester di Pforzheim. È stato Direttore Principale della Kurpfalz Chamber Orchestra di Mannheim dal 2004 al 2008, ampliandone l’attività concertistica anche all’estero e collaborando con solisti di fama internazionale quali Sabine Meyer, Emmanuel Pahud, e Renaud Capuçon. Un rapporto profondo lo lega alla Stuttgarter Kammerorchester, di cui è stato Direttore ospite dal 2009 al 2013 e con la quale si è esibito allo Schleswig-Holstein Musik Festival e al Lucerne Festivals nel 2011, guidandola anche in una lunga tournée in Sudamerica nel 2012. Nel 2014 per l’etichetta Hänssler Classic incide le Sinfonie di Amburgo di Carl Philipp Emanuel Bach con la Stuttgarter Kammerorchester, ritenute dalla critica fra le migliori interpretazioni in disco.

Dalla Sinfonia Pastorale in poi – così Paolo Gallarati nelle note di sala al concerto - l’idea della gioia domina la produzione sinfonica di Beethoven sino all’apoteosi esplicita e trionfale della Nona Sinfonia. L’Ottava Sinfonia, composta rapidamente nell’estate 1812, ed eseguita per la prima volta nella Redoutensaal di Vienna il 14 febbraio 1814, fu lavorata con estrema cura attraverso numerosi ripensamenti, documentati da una grande abbondanza di schizzi. Dopo la celebrazione della gioia in seno alla Natura consegnata da Beethoven alla Sinfonia Pastorale e l’estasi ditirambica della Settima, la piccola Ottava rappresenta la gioia nell’intimità domestica, la tenerezza del focolare, il gusto della burla e dello scherzo sotto il segno dell’umorismo nella sua accezione più vasta e universale: dall’ironia romantica, sentita come saggia relativizzazione dell’esperienza, alla risata fragorosa e liberatoria. Ogni accento tragico è qui abbandonato, lo spirito del gioco ritorna, ma in forme del tutto diverse da quelle della Prima Sinfonia.

La Terza Sinfonia – scrive Paolo Petazzi nelle note di sala al concerto - fu iniziata da Franz Schubert il 24 maggio 1815, a pochi mesi di distanza dalla Seconda, messa da parte in giugno, ripresa l’11 luglio e finita il 19 luglio: cronologicamente vicinissima, si differenzia nettamente dalla sinfonia precedente, in una coppia per certi aspetti affine a quella che formeranno poi le Sinfonie n. 4 e 5. Alla rapidità con cui fu composta sembra corrispondere una vivace disinvoltura nella costruzione, nella quale non si ritrovano le ambizioni della Sinfonia in si bemolle maggiore e la vasta concezione del suo primo e quarto tempo. La Terza è più breve, e nella sua dimensione di grazia leggera è condotta con una scioltezza e una sicurezza di mano ammirevoli, con gusto quasi cameristico, nell’ambito di una ben calibrata concisione. Non abbiamo notizie di esecuzioni della Terza durante la vita di Schubert. Il primo a dirigerla nella sua completezza fu August Manns a Londra il 19 febbraio 1881; ma in precedenza a Vienna Johann Herbeck (lo stesso che nel 1865 diresse la prima della Sinfonia in si minore Incompiuta, poco dopo che ne era stata scoperta l’esistenza) aveva proposto il 2 dicembre 1860 il Finale della Terza a conclusione di una specie di antologia dalle sinfonie giovanili, comprendente i primi due tempi della Quarta e il terzo della Sesta.

POSTO UNICO (non numerato) intero 15,00 euro - ridotto* 12,00 euro - scuole 6,00 euro;
(* le riduzioni sono valide per abbonati alle stagioni del Teatro del Giglio e del Maggio Musicale Fiorentino, over 65, under 30, soci Unicoop).
Informazioni e acquisti alla Biglietteria del Teatro del Giglio, aperta al pubblico dal mercoledì al sabato con orario 10.30-13 e 15-18, e un'ora prima di ogni rappresentazione (tel. 0583.465320 in orario di apertura al pubblico, e-mail biglietteria@teatrodelgiglio.it.) o sul sito del Maggio Musicale Fiorentino.

 


Questo articolo è stato letto volte.


teatro del giglio shrek


tearto del giglio night garden


Teatro del Giglio amico fragile


Altri articoli in Teatro del Giglio


teatro del giglio amico fragile


venerdì, 21 giugno 2019, 13:28

Virtuoso & Belcanto 2019: numeri da record e la presenza del “leggendario” Alfred Brendel

Virtuoso & Belcanto, il festival internazionale di musica da camera realizzato da comune di Lucca, Associazione Voces Intimae e Teatro del Giglio, per la sua edizione numero quattro ha in serbo una importantissima novità: il “leggendario” Alfred Brendel


lunedì, 17 giugno 2019, 13:42

Lucca vetrina internazionale della lirica con la Nicola Martinucci International Voice Competition

Nicola Martinucci, tenore italiano di fama mondiale celeberrimo per le sue interpretazioni dei ruoli di Calaf, Radamès e Andrea Chénier, è il presidente onorario della prima edizione della International Voice Competition, concorso per cantanti lirici che si terrà a Lucca, al Teatro del Giglio, dal 27 al 29 giugno


venerdì, 7 giugno 2019, 12:21

Rassegna corale e Premio "Lamberto Pietropoli": concerti al Teatro del Giglio

Al Teatro del Giglio, nel fine settimana, una "due giorni" dedicata ai cori popolari italiani che vedrà esibirsi otto gruppi provenienti da molte città della penisola


mercoledì, 5 giugno 2019, 15:19

Virtuoso & Belcanto: l'edizione 2019 premia il migliore tra i vincitori dei concorsi strumentali con un concerto alla Filarmonica di Berlino

Il vincitore del premio “berlinese” di Virtuoso & Belcanto 2019 sarà selezionato nel corso di un evento pubblico programmato al Real Collegio mercoledì 24 luglio alle ore 18.30; la commissione esaminatrice sarà composta dagli artisti e docenti ospiti e da Riccardo Cecchetti, e integrata con delegati dell’organizzazione berlinese


martedì, 4 giugno 2019, 16:41

Cartoline pucciniane, è con Tosca il primo appuntamento della stagione

Giovedì 6 giugno primo appuntamento con le Cartoline pucciniane, selezioni di arie, duetti e concertati accompagnate al pianoforte di fronte alla casa natale del Maestro, che oggi ospita il Puccini Museum – Casa natale


lunedì, 3 giugno 2019, 12:14

Festa della Repubblica, grande spettacolo al Giglio

"In momenti come quelli che stiamo vivendo la musica rappresenta una risposta di civiltà": è condensato nelle parole di Andrea Colombini - presidente e direttore artistico del Puccini e la sua Lucca Festival - il messaggio migliore per celebrare la festa della Repubblica italiana


teatro del giglio stagione 2018-2019