fanini
   Anno XI 
Mercoledì 21 Febbraio 2024
- GIORNALE NON VACCINATO
cristian
cristian10
faniniivano
Ivano1
Ivano2
Ivano3
Ivano4
Ivano5
Ivano6
Ivano7
Ivano8

Scritto da Valter Nieri
Amore e Vita
17 Gennaio 2024

Visite: 5042

Anche il sindaco di Lucca Mario Pardini e l'assessore al turismo Remo Santini non sono voluti mancare nel visitare il museo Fanini di Lunata, dove sono conservate, studiate ed esposte le testimonianze della cultura ciclistica di Lucca che, grazie al Team Fanini, ha fatto scuola in tutto il mondo raccogliendo in oltre 50 anni titoli e trofei in decine di paesi dei quattro continenti.
Nei tre piani dell'edificio oltre a centinaia di quadri dove sono esposti i momenti più significativi della storia Fanini partendo dai dilettanti degli anni 50 e dalle origini della nascita della società ciclistica vi sono esposte anche memorabilie come le maglie appartenute ai campioni del mondo Golinelli, Brugna, Risi ed all'attuale c.t. azzurro della pista Marco Villa cresciuto ciclisticamente con Amore e Vita, oltre a documenti che mettono in evidenza le origini ciclistiche di grandi campioni come Mario Cipollini, Michele Bartoli, Andrea Tafi, Glenn Magnusson, Pierino Gavazzi, GB Baronchelli e Rolf Sorensen. All'incontro erano presenti il presidente di Amore e Vita Ivano Fanini, sua moglie Maria Pia Berti e suo figlio non che team manager della squadra Cristian Fanini. I due graditi ospiti sono stati accolti e accompagnati alla scoperta delle sale ed hanno mostrato ammirazione per tutte quelle testimonianze fotografiche appese alle pareti che rappresentano l'orgoglio non soltanto capannorese ma anche dell'intera piana lucchese e provinciale. Questo museo rappresenta nello stesso tempo un luogo simbolico per la storia di Capannori e di Lucca, non che una meta di grande richiamo per tutti gli appassionati di ciclismo, mostrando i documenti e le biciclette di diverse epoche tutte segnate con il nome Fanini.
IVANO FANINI: "UNA VISITA PIACEVOLE E INASPETTATA"
Il patron di Amore e Vita Ivano Fanini: " Sono molto lieto ed onorato della visita sia del sindaco di Lucca Mario Pardini, sia dell'assessore Remo Santini-ha commentato- È stato un incontro proficuo sotto molti punti di vista che prelude all'intensificarsi di una felice sinergia istituzionale . Per il Museo è fondamentale fare rete con le Istituzioni e con il territorio della lucchesia in genere. " Prima ancora della visita dei massimi rappresentanti cittadini di Lucca, c'era stato l'incontro con gli amministratori comunali di Capannori, dal sindaco Luca Menesini all'assessore allo sport Lucia Micheli, dove ha sempre avuto sede il Team Fanini che rappresenta l'orgoglio sportivo del comune stesso.
" Fra il 2023 e questo inizio del 2024-prosegue Ivano Fanini-sto attraversando un periodo di grandi soddisfazioni riscontrando l'interesse da parte degli amministratori pubblici. Ho ricevuto, in occasione del bicentenario di Capannori, l'onorificenza di Ambasciatore della Città di Capannori della quale vado veramente orgoglioso perchè dimostra che ho fatto qualcosa in decenni di storia per il mio comune di appartenenza e l'ammirazione del sindaco Mario Pardini e dell'assessore Remo Santini con la loro gradita visita sta ad evidenziare che anche il comune di Lucca non si dimentica degli innumerevoli trionfi con le mie squadre. Mi dispiace soltanto che a quest'ultimo incontro, piacevole ed inaspettato, non abbia potuto avvertire in tempo il Direttore del Museo stesso Stefano Bendinelli. Avrei avuto piacere anche della sua presenza per approfondire fatti, aneddoti e curiosità del nostro mondo ciclistico." Fra i tre la conversazione è poi sfociata sulla 5.a tappa del Giro d'Italia di mercoledi 8 maggio che quest'anno avrà Lucca come sede di arrivo e che rappresenta un volano per il turismo oltre che un marketing per tutta la provincia. Fanini ha messo al centro del dialogo i suoi ricordi con la corsa rosa. "Il Giro d'Italia è un capitolo importante della nostra storia grazie a 15 partecipazioni ed altrettanti successi di tappa fra singole e a squadre". Nell'osservare i quadri esposti il sindaco Pardini si è soffermato con lo sguardo di fronte ad una foto che mostra il nuovo Re di Danimarca Frederik André Henrik Christian, incoronato domenica scorsa. "Solitamente-conclude Fanini-amava trascorrere ore liete in bicicletta assieme al mio ex campione Rolf Sorensen. Sceglievano itinerari da percorrere assieme". Spontanea a quel punto la richiesta del sindaco: "Vedi, considerando questi rapporti, se riesci a portare il nuovo Re in visita a Lucca. Ne saremmo veramente onorati....".
Pin It
  • Galleria:

RICERCA NEL SITO