Anno XI 
Martedì 18 Giugno 2024
- GIORNALE NON VACCINATO
polonia
Spazio disponibilie

Scritto da Michele Belfiore
Cronaca
20 Novembre 2023

Visite: 3141

Filippo Turetta ha concluso nella giornata di ieri la sua latitanza, durata per una settimana, oltre mille chilometri, trovato finalmente a Lipsia, in Germania. È accusato di aver ucciso con oltre 20 coltellate, Giulia Cecchettin la sua ex fidanzata. Verrà estradato in Italia entro dieci giorni, dovrà rispondere agli inquirenti quali dinamiche l'hanno spinto a commettere questo brutale omicidio. 

Nella giornata di domenica 19 novembre, davanti al giudice di Halle, è stato convalidato l'arresto, Turetta era assistito dall'avvocato tedesco Dimitar Krassa con studio in Maybachstrasse. Turetta si è detto favorevole all'estradizione in Italia, nell'interrogatorio era glaciale e non ha voluto rilasciare testimonianze sull'accaduto, nessun pentimento al momento né parole di scusa verso la famiglia di Giulia o nei confronti dei propri genitori, ha passato la notte in carcere nel penitenziario di Halle. 

Nei prossimi giorni, il ragazzo verrà portato presso il tribunale regionale superiore di Naumburg,  per essere ascoltato dal giudice. Una volta emanata la decisione, le autorità tedesche consegneranno Filippo Turetta ai colleghi italiani. Il compito è affidato agli agenti dell'Interpol, che riporteranno il fuggiasco in Italia, attraverso un volo di linea.

Se Turetta non avesse finito soldi e benzina, probabilmente non avrebbe interrotto la sua latitanza. Voleva, infatti, continuare la sua fuga. L'omicidio di Giulia è probabile sia stato premeditato: il corpo della ragazza buttato in un burrone e difficilmente avrebbe potuto essere ritrovato. E' stato recuperato dopo una settimana, una mossa astuta per mettere in difficoltà chi lo cercava e continuare la folle fuga.

I due soccorritori della protezione civile, che hanno ritrovato il corpo di Giulia, hanno detto che 'la strada che conduce al burrone viene chiusa nel periodo invernale e già da due giorni stava iniziando la chiusura totale del percorso. Se il nostro cane non avesse fiutato il corpo, con la chiusura totale non saremmo potuti passare e forse Giulia non l'avremmo mai trovata'.

Quei due sacchi neri che coprivano il corpo della ragazza e il coltello mezzo rotto, sono stati ritrovati. Non tutte le persone quando escono con un'amica o fidanzata si portano dietro un coltello e dei sacchi neri. Aveva cercato sul web informazioni su kit di sopravvivenza in alta quota e abbigliamento per escursioni in alta montagna. Il ritrovamento del corpo della ragazza chiaramente necessitadel cambiamento del capo di imputazione, che quindi è stato modificato. 

Lo ha affermato a Padova il procuratore capo di Venezia Bruno Cherchi: "È omicidio volontario, allo stato, ma si tratta di una imputazione provvisoria perché dobbiamo fare tutti gli accertamenti tecnici sui luoghi, sui reperti, sulla macchina, dobbiamo sentire la versione dei fatti di Turetta, e solo a quel punto si potrà fare un'impostazione più completa".

Nella trasmissione televisiva "Mattino 5" è intervenuto l'avvocato difensore di Turetta, dottor Emanuele Compagno, rilasciando una affermazione: "Valuteremo a tempo debito una richiesta di perizia psichiatrica per il ragazzo".

Gentile avvocato, rispettiamo il suo lavoro, ma possiamo dirle una cosa: siamo stanchi di giustificare questi brutali omicidi con la "furbata" della perizia psichiatrica. Nei social ci sono degli esaltati che hanno costruito una pagina Facebook in favore di Filippo Turetta definendolo "ragazzo modello", con la foto dello stesso:  prendono di mira articoli di giornale, dichiarazioni e la sorella della vittima Elena Cecchettin. 

È l'ennesima schifezza, dove si esaltano i carnefici e umiliano le vittime.

Pin It
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Mercoledì 19 giugno alle ore 17 l’Associazione Culturale Cesare Viviani ospita…

Venerdì 21 giugno alle ore 19, nella notte più breve dell'anno, la Fondazione Mario Tobino…

Spazio disponibilie

Pa(E)(S)Saggi, la collettiva a cura di Alessandra Trabucchi, che raccoglie le opere di Carla Fusi, Viviana Natalini, Emy Petrini, Arianna Picerni e Cristina Sammarco. Inaugura domenica…

Lucca ospita fino al 29 settembre negli spazi della Cavallerizza di Piazzale Verdi la mostra Antonio Canova e…

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Sono complessivamente 651 i voucher che l’amministrazione comunale ha assegnato alle…

“Tutto il nostro sostegno a Toscana Pride e a tutte le associazioni che stanno organizzando il Pride che…

È stata approvata ieri (14 giugno) la graduatoria per l'assegnazione dei voucher che le famiglie potranno utilizzare per la frequenza dei propri figli ai centri estivi

La Scuolina Raggi di Sole desidera esprimere il più sentito ringraziamento all'associazione "Insieme per Maggiano" per l'eccezionale…

Spazio disponibilie

Allenarsi e mantenersi in forma all'aria aperta: ecco "Palestra a cielo aperto", il progetto promosso dall'amministrazione D'Ambrosio…

Allenarsi e mantenersi in forma all'aria aperta: ecco "Palestra a cielo aperto", il progetto promosso dall'amministrazione D'Ambrosio…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie