Anno XI 
Mercoledì 6 Luglio 2022
- GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie

Scritto da Redazione
Cronaca
17 Maggio 2022

Visite: 177

"Partiamo subito dai numeri: mancano 40 infermieri negli Ospedali di Lucca, precisamente 15 in Valle del Serchio e 25 a Lucca. Ed è questo il dato che più di tutti preoccupa perché con queste cifre è impossibile garantire il servizio senza andare a danneggiare i dipendenti al lavoro tagliando riposi, ferie e costringendoli a doppi turni".

A firmare la denuncia è il segretario della Uil Fpl Lucca, Pietro Casciani, con Andrea Lunardi e Nico Lucchesi, rispettivamente Rsu Uil Fpl Lucca ed Rsu Uil Fpl Valle del Serchio e Garfagnana, che tornano a mettere il fiato sul collo alla dirigenza dell'Usl Toscana Nord Ovest per la gestione degli organici sanitari, con un focus in particolare per l'ambito zonale di Lucca: "La carenza del personale ormai qui sembra essere una routine, vale per gli infermieri, per il personale tecnico sanitario e in alcuni reparti si soffre anche per la carenza degli Oss – incalzano -, costretti a saltare il giorno di riposo. Talmente una consuetudine che spesso anche come organizzazioni sindacali non riusciamo a entrare nel merito. Le criticità maggiori al pronto soccorso  di Castelnuovo, la medicina di Barga e Castelnuovo e la riabilitazione. Su Lucca tutti i reparti, dalle chirurgie alle medicine, dal pronto soccorso al blocco operatorio".

Ed è solo uno degli aspetti organizzativi che derivano dalla mancanza di personale. "Facciamo altri esempi – proseguono Casciani, Lunardi, Lucchesi -. Ci sono tanti colleghi che devono smaltire ancora le ferie del 2021. Nel frattempo hanno già maturato quelle dell'anno in corso e non si riescono a sfruttare mentre l'estate si avvicina. Sta diventando una pentola a pressione che rischia di scoppiare all'improvviso".

Numeri risicati che a nostro avviso non bastano neppure a coprire i servizi di emergenza e ordinari. "I posti letto sono ancora occupati in parte da malati Covid – prosegue il segretario Uil Fpl -  ma c'è anche una netta ripresa dell'attività di routine quindi in molti settori i coordinatori non riescono a organizzare neppure un turno che permetta lo svolgimento delle ferie estive. E' una follia. Non si può andare avanti così – conclude Casciani – la situazione è addirittura peggiorata rispetto al 2019. Non possono rispondere che la Regione ha bloccato le assunzioni e lavarsi così le mani. Siamo in una situazione di vera emergenza e servono risposte subito, in tutti i reparti. La direzione deve prendere in considerazione lo stato delle cose e farsi portavoce in Regione, servono soluzioni in tempi brevi prima dell'inizio della stagione estiva".

Pin It
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Il sindacato Cobas ha indetto uno sciopero di 24 ore per il prossimo 12 luglio. Per questo motivo,…

Le condizioni di tempo instabile arrivate in Toscana oggi, mercoledì 6 luglio, si protrarranno anche per la giornata di domani,…

Spazio disponibilie

Geal, l'azienda che gestisce il servizio idrico integrato nel Comune di Lucca, è fra le top performer in Italia.

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Venerdì 8 luglio, alle 21, serata di apertura per Lucca Jazz Donna 2022. l primi due set della rassegna si…

La via del Volto Santo e i pellegrini a Barga, le tradizioni popolari in un concerto a San…

C'è tempo fino alle 12 del 7 luglio per iscriversi al test rally organizzato Aci Lucca, in collaborazione con l'amministrazione…

Incidente stradale tra due, forse tre vetture, tra cui un camion, é avvenuto questo pomeriggio intorno alle 17 sulla…

Spazio disponibilie

Condizioni del tempo instabili in arrivo in Toscana per infiltrazioni d'aria fredda, con possibili temporali che oggi interesseranno l’Appennino tosco-emiliano,…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie