Anno XI 
Mercoledì 21 Febbraio 2024
- GIORNALE NON VACCINATO
polonia
Spazio disponibilie

Scritto da Redazione
Cronaca
10 Febbraio 2024

Visite: 201

Si è svolta questa mattina - nell’ambito delle iniziative che la Prefettura di Lucca ha programmato insieme alla Consulta provinciale studentesca - la commemorazione delle vittime delle Foibe, dell’esodo giuliano dalmata e delle tragiche vicende del confine orientale. Nell’Aula Magna dell’Istituto Machiavelli, accolti dalla dirigente Emiliana Pucci, studenti e rappresentanti delle Istituzioni hanno fatto luce su quei tragici fatti da diversi punti di vista. l’Ing. Caterina Mochi del Comando dei Vigili del Fuoco di Lucca ha illustrato le operazioni di recupero dalle foibe degli italiani barbaramente trucidati dai partigiani titini, risultanti dalla deposizione del Sottufficiale dei Vigili del Fuoco di Pola Arnaldo Harzarich che quelle operazioni aveva coordinato su delega dell’Autorità giudiziaria. La D.ssa Marianna Stio della Questura di Lucca, il Cap. Marco Colella della Compagnia dei Carabinieri di Viareggio e il Ten. Gianmarco Vitale della Guardia di Finanza di Lucca hanno evidenziato le figure dei tanti militari che, a costo delle loro vite, decisero di rimanere nel confine orientale per garantire la sicurezza della popolazione.

Un crescendo di emozioni che si è trasformato in autentica commozione con la testimonianza di Aligi Soldati, esule istriano, arrivato a Lucca ancora bambino insieme ai genitori nel 1947. Un lucidissimo racconto non solo personale ma anche di tutti coloro i quali vissero la brutalità di quello sradicamento da una terra amata e mai dimenticata, in cui avevano imparato a conoscere la ricchezza della multiculturalità, in cui avevano coltivato speranze e sogni per il futuro.

Dare voce ai protagonisti di quella pagina buia della storia nazionale ed europea è anche ciò che ha animato il progetto “Memorie senza confine” degli studenti del Pertini coordinati dal Prof. Paolo Battistini ispirato alla testimonianza della madre Argia Pasqualis costretta a lasciare Pola in seguito all’annessione alla Jugoslavia del territorio giuliano dalmata. Perché – ha sottolineato la rappresentanza degli alunni presenti - quando una storia non viene raccontata è destinata a ripetersi.

Il Sindaco, Mario Pardini, ha evidenziato l’importanza di ogni iniziativa che coinvolga le scuole perché ogni generazione deve farsi carico di trasferire alle successive il ricordo di fatti così dolorosi e fondamentali per la formazione della coscienza civica.

Infatti, ha concluso il Prefetto Giusi Scaduto rivolgendosi agli studenti, le sfide che ogni epoca riserva all’umanità possono essere meglio affrontate grazie agli strumenti di resilienza e discernimento che acquisiamo attraverso le sofferenze di chi ci ha preceduto ai quali va la nostra commossa gratitudine.

Pin It
  • Galleria:
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Sono tre ragazzi lucchesi che hanno dato vita a un progetto originale e interessante: la riproposizione di sonorità…

Spazio disponibilie

Convocare consigli comunali straordinari e aperti per commemorare la figura di Alexey Navalny, “il più coraggioso ed eroico avversario…

Il Comune di Lucca ha posizionato in piazza San Salvatore, dove prima stazionavano i mezzi della Misericordia, nuove panchine e…

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Vittorio Fantozzi, consigliere regionale di Fratelli d'Italia, dice la sua a proposito dell'incattivirsi dell'armosfera politica a Lucca e…

Sabato 24 febbraio dalle ore 19 presso le sale parrocchiali della chiesa di Monte San Quirico si svolgerà…

Da martedì 20 febbraio alle ore 21, sul canale youtube della Diocesi di Lucca, iniziano gli appuntamenti dei martedì…

Spazio disponibilie

A causa di una temporanea occupazione di suolo pubblico legato al cantiere in corso per la riqualificazione di piazza del…

Quattro grandi personaggi sportivi stasera a Capannori alla nuova presentazione del libro scritto da Paolo Bottari sull’ex calciatore…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie