Anno XI 
Sabato 22 Giugno 2024
- GIORNALE NON VACCINATO
polonia
Spazio disponibilie

Scritto da loreno bertolacci
Cronaca
20 Novembre 2023

Visite: 1139

Questa mattina il nuovo questore Edgardo Giobbi ha assunto ufficialmente il suo incarico a Lucca, prendendo il posto del collega Dario Sallustio che si è spostato alla guida della polizia di Vicenza.

Nella breve ma intensa conferenza stampa ha subito delineato le linee guida del suo operato a Lucca e soprattutto il rapporto con la stampa, all’insegna della massima trasparenza, ritendendo il mondo dell’informazione un elemento importante per la diffusione delle attività della polizia di stato sul territorio. Insomma, un buon rapporto da subito con gli addetti ai lavori per la diffusione della notizia che dovrà necessariamente essere data proprio da lui o da suoi stretti collaboratori al fine di evitare inesattezze o diverse interpretazioni.

Ha esordito il nuovo questore: ”mi fa molto piacere essere qui con voi, è una prima presa di contatto per presentarci. Vi dico subito che il mio rapporto con la stampa è di massima trasparenza e apertura e di massimo livello di informazione. Per tutto ciò che riguarda la questura di Lucca avrò la cura massima di informarvi tempestivamente perché voi fate un servizio pubblico importante che è quello dell’ informazione.”

Continua il nuovo questore: “le notizie non date magari portano a recepire notizie che non coincidono con quello che in realtà è successo. Quindi io ho la massima propensione e ritengo il vostro servizio se fatto correttamente un servizio fondamentale per il cittadino nell’ambito del diritto di informazione perché è anche bene che il cittadino, oltre a leggere delle notizie di cronaca, tipo quelle che in questi giorni abbiamo sentito, ascolti anche notizie, speriamo positive, relative alla nostra attività che possa dare un sostegno di ottimismo ai lettori.”

Edgardo Giobbi è passato poi all’analisi della linea della questura di Lucca che ha definito molto semplice, indirizzata su due direttrici fondamentali. La prima direttrice sarà indirizzata al miglioramento della fruibilità dei servizi al cittadino e del livello di accoglienza degli uffici amministrativi, migliorando l’efficienza degli stessi come nel rilascio porto d’armi, passaporti, licenze etc.

La seconda direttrice sarà quella di concentrare al massimo l’attività della questura sulla prevenzione, su strada e contrastando al massimo tutti gli eventi potenziali di microcriminalità come scippi, borseggi e furti in appartamenti.

Ha continuato il questore: “per quanto riguarda la provincia di Lucca mi sono già informato sui vostri siti on line, ho preso contatto con il presidente dell’ordine dei medici per le aggressioni al pronto soccorso, sul tipo di aggressioni e la frequenza che riporta un dato allarmante di 600 l’anno. Leggendo poi nel dettaglio le aggressioni sono risultate per lo più verbali.”

Priorità importanti quelle del nuovo dirigente generale della pubblica sicurezza che dopo aver incontrato il prefetto appena insediato e il sindaco di Lucca incontrerà anche rappresentanti degli ordini professionali al fine di mettere maggiormente a fuoco le esigenze di sicurezza delle varie categorie per poi concentrare le preziose azioni della questura, movida inclusa.

Edgardo Giobbi conosce bene il nostro territorio, avendo frequentato l’accademia e l’università di Pisa dove ha conseguito la laurea in giurisprudenza.

E’ venuta fuori anche qualche nota di colore della sua permanenza pisana che l’ha visto bazzicare negli oramai lontani anni 80 la movida versiliese con qualche capatina a Lucca per le cene tra amici in Pelleria.

58 anni, romano, Edgardo Giobbi arriva a Lucca dopo poco più di due anni alla guida della questura di Benevento. Ha parlato con soddisfazione dei suoi incarichi precedenti con oltre 25 anni al servizio centrale operativo che l’ha visto partecipe ad indagini importanti che riguardavano delitti efferati come quello di Merdith Kerher e Yara Gambirasio. Durante il periodo del covid è stato anche vicario a Bergamo. Tifoso della Lazio Giobbi si è occupato anche di tematiche legate la mondo ultras a Bergamo, tifoserie particolarmente “effervescenti” come le ha definite.

Una bella carriera quella del nuovo questore che conta di passeggiare molto da solo per la città, anche per rendersi maggiormente conto delle eventuali criticità su cui operare, anche riferite alla movida.

Conclude Giobbi: “andrò anche in giro tra Versilia e Garfagnana, considerata un po’ il ‘brutto anatroccolo’ perché priva di un commissariato di polizia, ma che rappresenta un luogo cardine per la nostra attività”.

Il nuovo questore, sempre con qualche nota di colore e sarcasmo, si è riferito anche alla diatriba tra Lucca e Pisa, avendo studiato proprio nell’ateneo pisano e facendo ora il questore della provincia confinante.

In qualche maniera è legato da tempo al nostro territorio che l’ha definito bellissimo e si ripromette di “riesplorarlo” al fine di approfondire le dinamiche dello stesso e le esigenze, soprattutto in termini si sicurezza, che ha ai giorni nostri.

Alla domanda di un collega se ritenesse la sede dell’attuale questura idonea al servizio che deve svolgere Giobbi ha risposto che il suo desiderio sarebbe accentrare tutti i servizi ed uffici in una struttura unica, migliorando quindi il rapporto con il cittadino e l’efficienza nelle risposte. La struttura attuale non permette tutto questo.

Insomma, un buon inizio quello del nuovo questore con un ottimo rapporto da subito con la stampa e con il territorio. Quel territorio e quella parte della Toscana che lui conosce bene fin da giovane, dalla costa all’entroterra. Quel territorio che ora lo vede come garante di quella sicurezza che lo fa ancor di più apprezzare. Benvenuto, o meglio, bentornato al nostro nuovo questore Edgardo Giobbi da tutta la redazione.

Pin It
  • Galleria:
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Inaugura domenica 23 giugno 2024, alle ore 18, al Palazzo delle Esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca (in 

Conferenza della professoressa Chiara Franceschini che si terrà al Museo Nazionale di Villa Guinigi giovedì 27 giugno…

Spazio disponibilie

La campagna intorno è piena di silenzio, pochi attimi e la musica assordante dell’8 cilindri Ford comincia a risuonare…

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Bocciata dal Tar la richiesta di sospensiva proposta dai comitati di Porcari contro l’impianto di riciclo…

E' in fase di approvazione l'aggiornamento 2024 del Programma comunale degli impianti di telefonia mobile. Dopo 

Martedì 25 giugno all'Informagiovani di via delle Trombe ci sarà il quinto appuntamento del ciclo Come stai?, serie di incontri gratuiti e su appuntamento, rivolti a…

Riparte il progetto "IN musica Per il Sociale", avviato da INPS e Roma Tre Orchestra. La terza edizione…

Spazio disponibilie

Sabato 13 luglio dalle 16 alle 21 appuntamento con l'iniziativa culturale e artistica Fossi dell'arte in piazza San…

Altopascio sempre più pulita: proseguono con successo le operazioni di decoro urbano per la cittadina del Tau,…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie