Anno XI 
Lunedì 20 Maggio 2024
- GIORNALE NON VACCINATO
polonia
Spazio disponibilie

Scritto da Redazione
Cronaca
17 Aprile 2024

Visite: 188

Questa mattina, presieduto dal prefetto Giusi Scaduto, si è tenuto in prefettura un Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica al quale hanno partecipato i vertici delle forze dell’ordine e gli amministratori dei Comuni di Altopascio, Camaiore, Capannori, Coreglia Antelminelli, Gallicano, Massarosa, Sillano Giuncugnano e dell’ Unione dei Comuni della Garfagnana. I sindaci e i rappresentanti dei comuni hanno illustrato i documenti contenenti la proposta di installazione ed integrazione dei sistemi di videosorveglianza sul territorio di relativa competenza, finalizzata a conseguire un cofinanziamento della spesa da parte del Ministero dell’Interno, sulla base di quanto previsto dal Decreto-legge 20 febbraio 2017, n. 14, recante “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 aprile 2017, n. 48. A tale scopo i sindaci dei suddetti comuni hanno sottoscritto con il prefetto i Patti per l’attuazione della sicurezza urbana e installazione di sistemi di videosorveglianzaIn particolare, il numero delle telecamere proposte in ciascun comune è il seguente:

Altopascio, 30, Camaiore, 13, Capannori, 11, Coreglia Antelminelli, 22, Gallicano, 5, Massarosa, 9, Sillano Giuncugnano, 9, Unione dei Comuni della Garfagnana, 15.

Le forze dell’ordine hanno offerto il necessario supporto volto a individuare le aree di installazione, essendo le telecamere strumenti privilegiati per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria. A completamento dell’istruttoria, il prefetto, i vertici delle forze di polizia territoriali e i sindaci citati hanno condiviso l’auspicio di una collocazione utile nella graduatoria nazionale che sarà predisposta dal Ministero dell’Interno, al quale è stata trasmessa tutta la documentazione con parere favorevole. 

Il prefetto infine ha espresso positivo apprezzamento per tali importanti iniziative volte a migliorare la sicurezza pubblica in punti strategici del territorio di quei comuni, in quanto la tecnologia ha dimostrato di essere un eccellente ausilio nell’individuazione degli autori dei reati e un ottimo deterrente per quegli atti di vandalismo in danno del patrimonio pubblico che abbiamo il dovere di preservare per le future generazioni.

Ciò nell’ottica di un generale rafforzamento dell’intero sistema a livello provinciale che fa perno su una filosofia di sicurezza partecipata che coinvolge gli Enti Locali quali attori di importanza primaria.

Pin It
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Presidio a favore del popolo palestinese organizzato il 24 maggio alle 17 in piazza San Michele di…

Domani, martedì 21 maggio dalle 15.30 a 17.00, l'Informagiovani di via delle Trombe organizza con Cultural Care Au-Pair un incontro in…

Spazio disponibilie

Tappa lucchese per il ministro dell'Università e della Ricerca, Anna Maria Bernini. La rappresentante del Governo,  nonché…

Fossi dell'arte in piazza San Francesco 8 giugno dalle 16 alle 21. Sesta edizione organizzata con l'associazione Ucai di Lucca,…

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Eccoci all'ultimo appuntamento prima del periodo estivo - Domenica 19 maggio a Capannori in Piazza Aldo Moro con…

L'associazione Amici di Enrico Pea con la Provincia di Lucca invitano alla presentazione del libro "Leggera cura'" quando…

Si svolgerà questa mattina sabato 18 maggio alle ore 11 presso il giardino interno dell’Istituto Pellegrini Carmignani in via Roma…

Spazio disponibilie

Si svolgerà questa mattina sabato 18 maggio alle ore 11 presso il giardino interno dell’Istituto Pellegrini Carmignani in via Roma…

Il Circolo Culturale "L'Agorà" di Reggio Calabria, ha organizzato un incontro…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie